[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

chi ama gli animali non usa i botti



<lacveneto at ecorete.it>
Comunicato del 27 dicembre 2004

I FUOCHI ARTIFICIALI RAPPRESENTANO UN GRAVE PERICOLO PER GLI UCCELLI E GLI
ANIMALI DOMESTICI. OGNI ANNO MUOIONO A CAUSA DEI BOTTI DI CAPODANNO MIGLIAIA
DI ANIMALI

La LAC Lega per l'Abolizione della Caccia - Sezione del Veneto lancia un
appello a tutti i cittadini sensibili che amano la natura e gli animali
perché non utilizzino i botti per festeggiare l'arrivo del nuovo anno.
Lo scoppio di un petardo o di un fuoco artificiale in piena notte, ma
pure di giorno, causa agli animali danni che nemmeno possiamo immaginare.
Negli uccelli un botto causa uno spavento tale che li induce a fuggire dai
dormitori, volando al buio anche per chilometri, andando a morire
sfracellati addosso a qualche muro, albero o filo elettrico; quelli che
riescono ad atterrare o a posarsi in qualche albero spesso muoiono
assiderati a causa delle rigide temperature ed alla mancanza di un riparo
dalla brina e dalle intemperie.
Nei gatti, e soprattutto nei cani, un botto crea forte stress e spavento
tali da indurli a fuggire dai propri giardini e recinti per scappare dal
rumore a loro insopportabile, finendo spesso vittime del traffico o di
ostacoli non visibili al buio.
Negli animali di allevamento, con particolare riferimento a mucche e
conigli, le conseguenze delle esplosioni possono provocare nelle femmine
gravide addirittura l'aborto da paura.
Quindi chi ama gli animali non usa i botti.
Non va dimenticati che i Carabinieri e la Polizia di Stato possono applicare
nei confronti di tutti un articolo del codice penale, il 703, purtroppo
dimenticato da molti ma comunque in vigore, che recita: "Chiunque, senza la
licenza dell'Autorità, in un luogo abitato o nelle sue adiacenze, o lungo
una pubblica via o in direzione di essa (. omissis .) accende fuochi
d'artificio, o lancia razzi (. omissis.), o in genere, fa accensioni o
esplosioni pericolose, è punito con l'ammenda fino a lire 200.000, se il
fatto è commesso in un luogo ove sia adunanza o concorso di persone, la
pena è dell'arresto fino a un mese."
Andrea Zanoni, Presidente della LAC del Veneto, ha dichiarato: "Chi ama gli
animali non usa i botti. Chi festeggia con i botti spesso inconsapevolmente
è colpevole ogni anno della morte, dopo atroci sofferenze, di migliaia di
animali per stess, spavento, ferite mortali, assideramento. Ci appelliamo a
tutte le persone sensibili che amano la natura e gli animali perché non
utilizzino i botti e soprattutto si adoperino per fare in modo di bloccare
questa pratica ad ignari parenti ed amici. In questo modo eviteremo una
strage silenziosa e centinaia di interventi dei Vigili del Fuoco chiamati
ogni anno per recuperare cani e gatti terrorizzati rifugiati nei posti più
impensabili".

LAC Lega Abolizione Caccia - Sezione del Veneto - Via Bellucci, n.16 -
31100 Treviso - Info: 347 9385856 (ore pasti), email
lacveneto at ecorete.it -
web
www.lacveneto.it

AIUTACI E INFORMA: manda questo comunicato ad amici, conoscenti,
associazioni, parenti.

FATTI E FAI UN REGALO DI NATALE: ISCRIVITI alla LAC con un versamento di
soli 15 Euro intestato a: LAC Lega Abolizione Caccia - Milano - CCP. n.
31776206