[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Lettera aperta agli operai dell'Iraq e a tutto il popolo Iracheno



Lettera aperta agli operai dell'Iraq e a tutto il popolo Iracheno

Noi operai in Italia scindiamo ogni responsabilità dall'aggressione
militare che Bush e i suoi alleati stanno scatenando contro l'Iraq.

 Non vogliamo essere in nessun modo complici dei bombardamenti, dei
massacri che stanno scatenando contro di voi.

 Faremo ogni sforzo possibile, ogni iniziativa di lotta per fermare questa
guerra, per denunciare il governo Berlusconi e i suoi piani di appoggio ad
Usa, Gran Bretagna, Spagna.

 Noi non abbiamo creduto a nessuna delle loro menzogne sul terrorismo, sulle
armi di distruzione di massa.

 Oltretutto hanno imposto all'esercito iracheno di disarmarsi mentre
concentravano al confine centinaia di migliaia di uomini armati con le
migliori armi, queste sì di distruzione di massa. Una prepotenza inaudita.

Sappiamo bene che questa è un aggressione che ha per scopo la rapina delle
risorse petrolifere e la trasformazione dell'Iraq in una base militare
dell'imperialismo americano nell'area.

Non tocca ai governi imperialisti esprimere giudizi sul vostro governo. Non
hanno le carte in regola.

Governi che si fondano sullo sfruttamento degli operai, sulla corruzione,
sulla rapina dei popoli del mondo, sui bombardamenti, non possono dire
niente.

Governi dei padroni che stanno spingendo per i profitti, milioni di operai
verso la miseria, verso la povertà, possono forse dire una parola credibile
sul governo iracheno? Assolutamente no.

Tocca a voi operai e popolo dell'Iraq stabilire qual'è il governo migliore
del vostro paese - Saddam se lo pensate - e siete gli unici che lo possono
fare  senza dover servire gli interessi dei padroni e dei governi che hanno
scatenato questa aggressione.

Noi operai italiani non ci fidiamo nemmeno dei governi europei che oggi
criticano la guerra, perchè è tutto un problema di come dividersi, oggi e
domani, il bottino iracheno.

L'unica cosa buona è che il contrasto tra i diversi governi ha tolto a tutti
la coperta di una ONU che ha legittimato  aggressioni in nome dell'interesse
generale dell'umanità.

 Il giudizio sprezzante con cui Bush e l'amico Berlusconi attaccano le
manifestazioni contro la guerra, qualcosa ci ha insegnato.

 Il fatto che tutte le proteste di piazza comprese quelle americane  non
abbiano modificato per niente la condotta di questi governi nella guerra
contro l'Iraq, qualcosa ci ha insegnato.

 Per essere veramente al vostro fianco, operai e popolo iracheno, non
abbiamo altra scelta che contrastare  i nostri governi, i nostri padroni con
accanimento.

Oggi loro parlano solo con la forza, ma dovranno capire  la forza degli
scioperi e delle proteste operaie, in ogni paese, in tutto il mondo.

Noi possiamo fermarli nelle fabbriche, nei trasporti, nelle piazze e faremo
il possibile, potete crederlo.

Un popolo che opprime un altro popolo non potrà mai essere libero!

 Operai e delegati delle fabbriche:

 RSU Fiat Termini Imerese, Ex Fiat Ferroviaria Colleferro (Rm), FIAT SATA
Melfi,

Magneti Marelli Bari,
Rhodia Paliano (Fr),
Brollo-Marcegaglia (Mi),
RSU RLS Italcementi Trieste,
Simmel Difesa Colleferro (Rm),
Pirelli Figline Valdarno (Fi),
Alfa Lancia Somigliano, Bartolini Fiano Romano (Rm),
Ansaldo E.S.C. Camozzi(Mi),
Meta SPA Modena,
Getrag Bari,
Ex Goodyear Cisterna di Latina(Lt),
RSU Condotte Roma,
ILVA Taranto, ILVA Imprese Taranto, Copel
 Latina (Lt),
Ansaldo Trasporti Napoli,
RSU INNSE Presse (Mi),
Novara Filati Novara,
Fiat carrozzerie Mirafiori (To),
Ex Riva Calzoni(Mi),
Siemens Cassina de Pecchi (Mi),
Nuova Scaini Sardegna,
FS Roma Personale di bordo,
Fiat New Holland (Mo),
Radici Chimica (Novara),
 BAS (Bg), Bridgestone Italia Bari,
Pirelli Bicocca (Mi),
Consorzio Milano pulita (Mi),
Tubi Dalmine (Bg),
Sofer Pozzuoli (Na),
Falck: Comitato contro l'amianto S.S.G. (Mi),
Rittal Vignate (Mi),
RSU Nexans Latina (Lt),
Candy (Mi), Arvin Meritor Cameri (No),
 Powertrain Fiat-GM Termoli (Cb),
Sofim Iveco Foggia,
Microtecnica Brugherio (Mi),
Pirelli Bollate (Mi),
BW Italia Anagni (Fr),
Alenia Pomigliano (Na),
Marelli Corbetta (Mi),
RSU TNT (ex Buffetti) Pomezia (Rm),
Motovario Modena,
STAR Agrate (Mi),
Sondel Sesto S.Giovanni (Mi),
Alcam (Mi),
Campari Sesto S. Giovanni (Mi).

fonte: Granma International  www.granma.cu   www.granma.cu/italiano

---------------------------------------------
Pierluigi Ferrara