[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Paolo Pobbiati nuovo presidente di Amnesty International



#  Questa lista per la distribuzione delle informazioni
#  e' gestita dalla Sezione Italiana di Amnesty International.
#  Questo messaggio viene elaborato e inviato automaticamente. Si
#  prega di non rispondere a questo messaggio di e-mail in quanto non
#  vengono controllate eventuali risposte inviate al relativo indirizzo

COMUNICATO STAMPA
CS58-2005

PAOLO POBBIATI NUOVO PRESIDENTE DELLA SEZIONE ITALIANA DI AMNESTY
INTERNATIONAL

La XX Assemblea Generale della Sezione Italiana di Amnesty International,
tenutasi a Rimini dal 23 al 25 aprile, ha eletto Paolo Pobbiati nuovo
presidente dell'associazione.  Subentra a Marco Bertotto, presidente dal
2001 al 2005.

Pobbiati, milanese, 46 anni, insegnante e operatore multimediale, e'
iscritto ad Amnesty International dal 1987. All'interno del movimento per
i diritti umani ha ricoperto numerosi incarichi, facendo parte del
Comitato direttivo e in particolare coordinando il lavoro di ricerca e
l'organizzazione delle campagne sui paesi dell'Estremo Oriente, di cui e'
profondo conoscitore.

I trecento delegati di Amnesty International hanno inoltre eletto come
tesoriera  Emanuela Zamparelli, romana, 43 anni, imprenditrice.

Gli altri membri del Comitato direttivo eletti dall'Assemblea Generale di
Amnesty International sono Enzo Lombardo, Andrea Matricardi, Cecilia Nava,
Fosca Nomis, Paolo Pignocchi, Sergio Travi e Christine Weise.

FINE DEL COMUNICATO
Roma, 26 aprile 2005

Per ulteriori informazioni, approfondimenti e interviste:
Amnesty International Italia - Ufficio stampa
Tel. 06 4490224, cell. 348-6974361, e-mail: press at amnesty.it



#  Le comunicazioni effettuate per mezzo di Internet non sono affidabili e
#  pertanto Amnesty International non si assume responsabilita' legale per i
#  contenuti di questa mail e di eventuali allegati. L'attuale infrastruttura
#  tecnologica non puo' garantire l'autenticita' del mittente ne' dei
#  contenuti di questa mail. Se Lei ha ricevuto questa mail per errore, e'
#  pregato di non utilizzare le informazioni in essa riportate e di non
#  portarle a conoscenza di alcuno. Opinioni, conclusioni e altre
#  informazioni contenute in questa mail rappresentano punti di vista
#  personali  e non, salvo quando espressamente indicato, quelli di Amnesty
#  International.