[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Storia segreta della Sicilia



Giuseppe Casarrubea, Storia segreta della Sicilia. Dallo sbarco alleato a
Portella della Ginestra, Milano, Bompiani, 2005, collana 'Tascabili', pp.
350, Euro 9.

Da mercoledì 9   novembre 2005   in tutte le librerie   italiane.

L'autore affronta   gli anni della Sicilia del secondo dopoguerra, con un
approccio inedito e   convincente. Inedito: perché utilizza il livello
ipogeo dei servizi segreti,   americani e italiani, che descrissero il
mondo che li circondava, da un punto   di vista non usuale quale fu quello
dei double agent e dei capi dello   spionaggio; convincente perché il
sistema informativo che lo sorreggeva doveva   necessariamente fondarsi su
dati reali, pena il crollo immediato dell'intero   apparato di
intelligence.

I documenti   consultati hanno consentito di seguire il progetto di
Alessandro Pavolini e di altri irriducibili sostenitori della   Repubblica
sociale italiana, di spostare nei territori occupati dagli Alleati,   e
soprattutto in Sicilia, gli sforzi necessari alla riconquista degli spazi
perduti dal fascismo, dirottando, in una fase successiva, le energie verso
la lotta
anticomunista.

"Su questi   presupposti documentari - scrive Nicola Tranfaglia -
diventati, grazie alle   ricerche e ai documenti trovati negli ultimi
anni, assai difficilmente   contestabili, Casarrubea propone una
ricostruzione completamente nuova e   problematica dei misteri che
circondano quella che si può ormai definire come   la prima strage di
Stato dell'Italia repubblicana, l'assassinio di undici persone tra cui
donne e bambini nei prati di   Portella della Ginestra, alle porte di
Palermo (1° maggio 1947)." Dentro   questo periodo, in un'isola pervasa
dal fantasma rosso della rivoluzione   d'Ottobre, si muovono storie che
appaiono ora sotto   una luce diversa: dal banditismo politico dopo lo
sbarco alleato, alla nascita   di Cosa Nostra, dall'attività degli 007
alle funzioni del controspionaggio   internazionale.



Giuseppe   Casarrubea E' uno dei massimi storici della Sicilia
contemporanea. Con   l'editore Sellerio ha pubblicato Intellettuali e
potere in Sicilia   (1983), L'Educazione mafiosa   (1991) e Gabbie strette
(1996).   I risultati delle sue ricerche, negli ultimi anni, sono usciti
per i tipi di   Franco Angeli, tra il 1997 e il 2001: Portella della
Ginestra. Microstoria di una strage   di Stato; Fra' Diavolo e il governo
nero; Salvatore Giuliano. Morte di un capobanda e dei   suoi luogotenenti.
Ha   curato le note al testo antologico di Nicola Tranfaglia, Come nasce
la Repubblica (Bompiani,   2004).

Vive e lavora a   Partinico (Palermo).

Cell.   3497326198

Tel.casa   091-8907124

E-mail: <>icasar at tin.it