[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Voci per La Libertà - Chi vincerà il Premio Amnesty Italia 2006?



#  Questa lista per la distribuzione delle informazioni
#  e' gestita dalla Sezione Italiana di Amnesty International.
#  Questo messaggio viene elaborato e inviato automaticamente. Si
#  prega di non rispondere a questo messaggio di e-mail in quanto non
#  vengono controllate eventuali risposte inviate al relativo indirizzo

VOCI PER LA LIBERTA' - UNA CANZONE PER AMNESTY
Comunicato stampa


CHI VINCERA' IL PREMIO AMNESTY ITALIA 2006?
4ª edizione del prestigioso premio indetto dalla Sezione Italiana
di Amnesty International e Voci per la Liberta'


Cosa hanno in comune i brani 'Il mio nemico' di Daniele Silvestri, 'Pane e
coraggio' di Ivano Fossati e 'Ebano' dei Modena City Ramblers? Hanno tutti
vinto il PAI, Premio Amnesty Italia, istituito nel 2003, che ogni anno va
alla canzone italiana - di artisti noti a livello nazionale - il cui testo
meglio contribuisca alla promozione e alla protezione dei diritti umani.
Canzoni che denunciano le atrocita' delle guerre, che trattano il tema
dell'immigrazione o che narrano storie di discriminazione, come nel caso
dei brani che hanno vinto il premio negli ultimi tre anni.

I promotori del premio stanno iniziando a individuare le canzoni, uscite
tra gennaio e dicembre 2005, per l'edizione del prossimo anno.

Tutti possono partecipare a questa prima fase del PAI, Premio Amnesty
Italia. Bastera' inviare titolo e autore del brano - entro il 31 gennaio
2006 - a info at vociperlaliberta.it

La Sezione Italiana di Amnesty International e Voci per la Liberta'
valuteranno tutti i titoli pervenuti entro tale data e selezioneranno le
dieci canzoni piu' rappresentative. Queste verranno esaminate da una
giuria specializzata che indichera' le proprie preferenze. Il brano
vincitore sara' quello che avra' raccolto il maggior numero di voti da
parte di tutti i giurati.

La giuria del PAI, Premio Amnesty Italia 2006 e' composta da:

PAOLO POBBIATI (Presidente Sezione Italiana Amnesty International),
RICCARDO NOURY (Direttore Ufficio Comunicazione Sezione Italiana Amnesty
International), MICHELE LIONELLO (Direttore Artistico Voci per la
Liberta'), GIORDANO SANGIORGI (Presidente Meeting delle Etichette
Indipendenti), MELANIA G. MAZZUCCO (Scrittrice - Premio Strega 2003),
MASSIMO CIRRI (RaiRadio2 'Caterpillar'), ANDREA LAFFRANCHI (Corriere della
Sera), GIO' ALAJMO (Il Gazzettino), STEFANO STARACE (L'isola che non
c'era), FEDERICO GUGLIELMI (Mucchio Selvaggio), FABIO DE LUCA (Repubblica
XL), GIANNI SANTORO (Repubblica XL), FRANCESCO PICCIONI (Rockstar), DANIEL
MARCOCCIA (Rock Sound), GABRIELE GUERRA (Freequency), MAURO SANTORIELLO
(MTV), LUCA D'ALESSANDRO (MusicBoom), RENZO STEFANEL (Rockit), FRANCO
ZANETTI (Rockol)

'Ebano', la canzone dei Modena City Ramblers vincitrice della scorsa
edizione del PAI, Premio Amnesty Italia, e' inclusa nel cd compilation
'Voci per la Liberta' 2005', che uscira' in allegato al numero di febbraio
2006 di ROCKSTAR.




 Per ulteriori informazioni, approfondimenti:

Amnesty International - Ufficio stampa
Tel. 06/4490224 - 348/6974361
e-mail: press at amnesty.it

Ass. culturale Voci per la Liberta'
www.vociperlaliberta.it
Tel. 0425/405562 info at vociperlaliberta.it
Dir. artistico: Michele Lionello - 339/6322874
e-mail: mic.lio at libero.it

Ufficio Stampa Voci per la Liberta'
Tirza Bonifazi Tognazzi - 333/3245868
e-mail: lotosakurambo at hotmail.com
Enrico Rigolin - 347/1779046
e-mail: e.rigolin at libero.it



#  Le comunicazioni effettuate per mezzo di Internet non sono affidabili e
#  pertanto Amnesty International non si assume responsabilita' legale per i
#  contenuti di questa mail e di eventuali allegati. L'attuale infrastruttura
#  tecnologica non puo' garantire l'autenticita' del mittente ne' dei
#  contenuti di questa mail. Se Lei ha ricevuto questa mail per errore, e'
#  pregato di non utilizzare le informazioni in essa riportate e di non
#  portarle a conoscenza di alcuno. Opinioni, conclusioni e altre
#  informazioni contenute in questa mail rappresentano punti di vista
#  personali  e non, salvo quando espressamente indicato, quelli di Amnesty
#  International.