[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Etiopia: continua l'ondata di arresti degli Oromo - manifestanti uccisi dalla polizia



Associazione per i popoli minacciati / Comunicato stampa in www.gfbv.it/2c-stampa/2006/060224it.html

Etiopia
Continua l'ondata di arresti degli Oromo - manifestanti uccisi dalla polizia

Bolzano, Göttingen, 24 febbraio 2006

Nonostante tutte le assicurazioni fornite dal governo etiope, l'ondata di repressione contro la popolazione degli Oromo continua e si assiste anzi a un'ondata senza precedenti di arresti. Da fine gennaio sono stati arrestati almeno 400 Oromo e nelle scorse settimane almeno altri 23, tra cui anche studenti, sono morti durante scontro con la polizia etiope. Il 1 febbraio il ministero dell'informazione etiope aveva ammesso l'arresto di sole 86 persone e aveva definito"esagerati" e "poco credibili" i rapporti di diverse organizzazioni internazionali per i diritti umani secondo cui erano state arrestate migliaia di persone solo nelle aree rurali dell'Etiopia.

Secondo le informazioni dell'Associazione per i Popoli MInacciati (APM), il 26 gennaio la polizia ha sparato e ucciso lo studente universitario Hailu Desta durante una manifestazione di Oromo nel distretto di Abbay Choman (regione del Wollega orientale). Nei successivi tre giorni almeno 400 persone che manifestavano in seguito alla sua morte sono state caricate su camion della polizia e da allora risultano scomparse. Il 5 febbraio almeno 22 Oromo, i cui nomi sono conosciuti all'APM, sono stati uccisi dalla polizia durante una manifestazione di protesta per l'assassinio a Loya Sirba (distretto di Guduru) dello studente Alemayehu Gerba di Loya Sirba. Il giovane che studiava a Addis Abeba, è morto in carcere il 9 dicembre 2005 in seguito alle ferite da arma da fuoco riportate.

Vittime delle pesanti violazioni dei diritti umani in corso sono studenti, scolari, genitori preoccupati per la sicurezza dei propri figli, ma la repressione tocca anche i parlamentari Oromo. Infatti, l'11 gennaio le forze di sicurezza hanno deportato, picchiato e torturato la parlamentare Irana Iticha del parlamento della regione di Oromia insieme ad altri otto Oromo. Gli Oromo costituiscono il gruppo maggioritario dello stato multietnico dell'Etiopia. Dal 9 novembre 2005 scolari e studenti degli Oromo protestano per l'arresto di diversi leader dell'organizzazione di beneficenza degli Oromo Macha Tulama e contro lo spostamento della capitale da Addis Abeba a Adama e chiedono maggiore autodeterminazione.

Vedi anche:
* www.gfbv.it: www.gfbv.it/2c-stampa/2005/051220it.html www.gfbv.it/2c-stampa/2005/051104it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2005/050610it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/04-1/041109it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/04-1/040303it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/04-1/040116it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/04-1/040113it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/1-00/22-5-it.html | www.gfbv.it/3dossier/africa/oromo.html | www.gfbv.it/3dossier/africa/somalita.html

* www: www.oromoliberationfront.org | www.storiaxxisecolo.it