[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Amnesty al Riga Pride 2007: una delegazione anche dall'Italia per celebrare i diritti e contrastare il pregiudizio



#  Questa lista per la distribuzione delle informazioni
#  e' gestita dalla Sezione Italiana di Amnesty International.
#  Questo messaggio viene elaborato e inviato automaticamente. Si
#  prega di non rispondere a questo messaggio di e-mail in quanto non
#  vengono controllate eventuali risposte inviate al relativo indirizzo

COMUNICATO STAMPA
CS60-2007

AMNESTY INTERNATIONAL AL RIGA PRIDE 2007: UNA DELEGAZIONE ANCHE
DALL'ITALIA PER CELEBRARE I DIRITTI E CONTRASTARE IL PREGIUDIZIO

Delegazioni di Amnesty International da ogni parte d'Europa prenderanno
parte, domenica 3 giugno, al Riga Pride 2007, accanto a lesbiche, gay,
bisessuali e transessuali della Lettonia che stanno subendo un clima di
discriminazione e ostilita' diffuse.

'All'indomani di quanto accaduto al Pride di Mosca, partecipare numerosi a
quello di Riga e' quanto mai importante, per contrastare il pregiudizio e
ricordare che quello alla liberta' di espressione, riunione e
manifestazione e' un diritto umano fondamentale' - ha dichiarato Paolo
Pobbiati, presidente della Sezione Italiana di Amnesty International, che
guidera' la delegazione dell'associazione proveniente dall'Italia.

Gli ultimi due Riga Pride si sono svolti in un contesto di grande
tensione, con ripetuti attacchi nei confronti dei manifestanti. Nel 2005,
dopo un divieto iniziale, il corteo venne autorizzato ma i partecipanti
furono oggetto di offese verbali e aggressioni, senza che le forze
dell'ordine intervenissero in loro difesa. Nel 2006 il divieto rimase in
vigore, con la motivazione ufficiale del rischio di violenze nei confronti
dei manifestanti. Tre giorni dopo la data prevista del corteo, un gruppo
di persone che prendevano parte a una funzione religiosa a sostegno del
Pride vennero attaccate da facinorosi che lanciarono uova ed escrementi
umani. Gli aggressori vennero condannati a pene pecuniarie di lieve
entita'.

Amnesty International chiede alle autorita' della Lettonia di garantire e
proteggere il diritto di riunione e assicurare l'incolumita' di coloro che
prenderanno parte al Pride.

Gli attivisti e le attiviste di Amnesty International commenteranno on
line il Riga Pride su un blog dedicato all'evento:
http://blog.amnesty.org/rigapride/

FINE DEL COMUNICATO
Roma, 28 maggio 2007

Per ulteriori informazioni, approfondimenti e interviste:
Amnesty International Italia - Ufficio stampa
Tel. 06 4490224 - cell. 348-6974361, e-mail: press at amnesty.it







#  Le comunicazioni effettuate per mezzo di Internet non sono affidabili e
#  pertanto Amnesty International non si assume responsabilita' legale per i
#  contenuti di questa mail e di eventuali allegati. L'attuale infrastruttura
#  tecnologica non puo' garantire l'autenticita' del mittente ne' dei
#  contenuti di questa mail. Se Lei ha ricevuto questa mail per errore, e'
#  pregato di non utilizzare le informazioni in essa riportate e di non
#  portarle a conoscenza di alcuno. Opinioni, conclusioni e altre
#  informazioni contenute in questa mail rappresentano punti di vista
#  personali  e non, salvo quando espressamente indicato, quelli di Amnesty
#  International.