[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Fw: COMUNICATO MATURITA'




(
Associazione Volontarie del Telefono Rosa
Via Assietta 13/a - 10128 Torino
Telefono 011.530666/5628314 - fax 011.549184
Internet: <http://www.telefonorosatorino.it>http://www.telefonorosatorino.it -
e.mail: <mailto:telefonorosa at mandragola.com>telefonorosa at mandragola.com


NOTA PER LA STAMPA


DATI VIMINALE E PROVA D'ESAME

I dati dell'Istat del febbraio scorso lo affermano. Da quanto emerge dal
Rapporto sulla criminalità in Italia presentato al Viminale dal ministro
dell'Interno Giuliano Amato, calano gli omicidi, crescono le rapine,
tantissime donne, però, sono vittime di atti di violenza: e un italiano su
quattro ha paura della criminalità.
Come a dire: siamo nel 2007, i progetti sulla sicurezza si moltiplicano, ma
nulla viene segnalato di particolarmente allarmante nei riguardi della
violenza contro le donne.
Eppure una occasione ci sarebbe stata. Dopo anni nei quali vengono
rinnovati gli appelli a creare condizioni nelle quali la violenza possa
emergere dal limbo che la avvolge, anche quest'anno i temi dell'esame di
maturità perdono una nuova occasione. Proprio nel luogo educativo che, a
parere di molti, sarebbe il posto giusto per promuovere rispetto e
tolleranza.
Sarebbe stato bello poter promuovere nei giovani un pensiero riflessivo
sulla violenza. Ci sarebbe piaciuto che un momento così importante potesse
promuovere la cultura della legalità, del racconto, magari
dell'autobiografia con interpreti anonimi.

Invece no: la cultura di Dante, i temi sociali del neocolonialismo, il
problema della conoscenza della nostra costituzione.

Elementi di enorme importanza: ma che sembrano tendere alla
intellettualizzazione dei problemi e al distacco dai veri temi della
convivenza civile.
Pertanto, ancora una volta, la violenza e il maltrattamento escono dai
vicoli educativi; ancora una volta non si ha il coraggio di promuovere la
cultura del rispetto tra i generi.
Ancora una volta il più grande tema dell'odierna società viene accantonato:
proprio mentre si pensa che dall'educazione debba venire il rispetto e la
cultura delle pari opportunità.

LA PRESIDENTE DEL TELEFONO ROSA
(Lella Menzio)





**********************************************************
Ai sensi del Decreto Legislativo n. 196/2003, si precisa che le informazioni
contenute in questo messaggio e negli eventuali allegati sono riservate
e per uso esclusivo del destinatario. Persone diverse dallo stesso non
possono copiare o distribuire il messaggio a terzi. Chiunque riceva questo
messaggio per errore, è pregato di distruggerlo e di informare
immediatamente <mailto:telefonorosa at mandragola.com>telefonorosa at mandragola.com
**********************************************************