[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

PRODI NON E' UNA MORTADELLA MA UN CAVALLO DI TROIA



GRANDE CONFUSIONE SOTTO IL CIELO...BREVE CORRISPONDENZA TRA CHI ASPIRA 
AD UN MONDO DIVERSO SU ...GLOBALIZZAZIONE...RIFORMISMO...E...MASSIMI 
SISTEMI.
RITENENDO CHE QUANTO RIPORTATO NON SIA UN POST PERSONALE MA 
POSSA ESSERE DI DOMINIO DI TUTTI, NE RICHIEDO LA PUBBLICAZIONE.GRAZIE
p.
s.: Giosuè BOVE é il segretario della provincia di Caserta del partito 
della rifondazione comunista. 
 I MESSAGGI SONO RIPORTATI IN ORDINE 
CRONOLOGICO INVERSO

----- Original Message ----- 
From: camillo.
coppola at tin.it 
To: giosue.bove at aliceposta.it 
Sent: Saturday, March 
05, 2005 4:59 AM
Subject: MALA TEMPORA CURRUNT

Salve Giosuè,
     posso solo risponderti,come d'altra parte é già insito nel 
messaggio che hai letto,la mia posizione personale.
Infatti non 
giustifico,avrei potuto,mio malgrado,sopportare una candidatura come 
indipendente.
Le forche caudine di un'iscrizione partitica,la 
interpreto una capitolazione ed una contraddizione.
Le 
giustificazioni alla VESPASIANO,che necessita la greppia,non possono 
prevalere, é un andare a Canossa.
D'altra parte da oltre un decennio 
tutto quello che é istituzionale é una sconfitta per le classi sociali 
più deboli.
C'é bisogno di piazza e di nuovo,ed invece 
solo: passeggiate Romane lungo i Fori,Palavobis e Girotondi.
Suvvia 
Giosuè,non si può spaccare il pelo tra schieramenti partitici 
istituzionali,qui occorrerebbe l'accetta,invece é tutta una melassa di 
minuetti appiccicosi che avviluppano chi s'avvicina.
Ognuno dei partiti 
istituzionali che si definiscono di sinistra ha contribuito a costruire 
le fondamenta di questa ambiguità e fingono che questa mostruosa Idra 
non sia loro figlia,nel contempo continuano a perseverare con questa 
alleanza occulta con le classi dominanti.
Non me la sento di diventare 
un pollo di Renzo mentre si và al massacro per generazioni.
C'é bisogno 
di quel che non c'é, e da quello che ho constatato in tantissimi anni,
sono profondamente convinto che non potrà mai nascere dal seno 
riformista,essi sono come le ombre cinesi,appaiono per quel che non 
sono,necessiterebbe il disincanto per scrollarsi da dosso questa rete 
che ci imprigiona sempre più.
Forse quanto detto va ben oltre la mia 
temporalità,tutti intimamente dovremmo sapere che la risposta non é nel 
presente ma nel divenire,senza visioni messianiche,ma il contingente é 
pregno di contraddizioni e necessità non più gestibili con la sinistra 
riformista.
Quanto ai giudici ed al giustizialismo anche a me non 
piacciono,ma i giudici popolari si,perchè conoscono sulla propria pelle 
la condizione di precarietà,sfruttamento,miseria ed emarginazione, 
preferisco questi ultimi,sicuramente non riformisti;certo anch'essi 
furono usati,come durante la rivoluzione Francese,che sfociò nella 
restaurazione della borghesia subdola e bifronte che ci portò,per usare 
le tue parole,al:<<"mors tua vita mea" uno dei paradigmi rovinosi del 
Novecento>>,non in una lotta tra compagni come sottintendi,ma a ben due 
guerre mondiali,volute proprio dalla borghesia rapace ed insaziabile,
costate un immane lavacro di sangue,dolore e sacrifici,ma non a 
loro bensì a tutti gl'altri.
Non c'é più spazio e tempo per le mezze 
misure,ma la storia ci dice che quanto affermato lo comprendono solo i 
necessitati.
     
     Per quanto profondamente distanti nella visione 
generale del mondo,abbiti con l'occasione i miei saluti di compagno 
come nei tempi andati.
                                                                                                                       Camillo .                                                    
 
----- Original Message ----- 
From: Giosuè adsl 
To: Camillo Coppola 
Sent: Wednesday, March 02, 2005 12:17 AM
Subject: Re: PRODI NON E' UNA 
MORTADELLA MA UN CAVALLO DI TROIA,VEDI REPORT- RAI DEL 9/6/2000 

Scusa 
ma vorrei capire come giustificate la candidatura di Mara Malavenda 
alle elezioni regionali in Campania nel PDCI di Cossutta e company, 
partito nato, come tutti ricordano, dopo la decisione di noi "venduti" 
di rifondazione di far cadere il governo Prodi su una specifica 
questione politica; partito servito successivamente a reggere il 
governo D'Alema-Cossutta-Cossiga passato alla storia per i 
bombardamenti in Kosovo; partito fino a ieri minaccioso avversario di 
Bassolino ed oggi - dopo aver ottenuto il sospirato posticino nel 
listino - pronto a sostenere fino alla morte la battaglia per il 
Governatore. 
Sembrate nati per fare i giudici, e a me i giudici non 
piacciono. Non so se dalla parte del movimento operaio e proletario è 
mai stato utile il giustizialismo che voi interpretate alal perfezione, 
sfiorando il sostegno anche alle posizioni di destra purché 
violentemente critiche nei confronti della sinistra moderata e 
radicale. Ma voglio fermarmi qui: perchè continuando potrei perseverare 
in questo modo di ragionare, tutto fondato sul passato. 
Io credo, 
invece,  che dobbiamo emanciparci del tutto da quel vizio antico, dalla 
logica del "mors tua vita mea", uno dei paradigmi rovinosi del 
Novecento per cui l'altro, quello che non la pensa come te, il moderato 
o l'estremista, a secondo dei casi, o è un traditore o è un 
provocatore. Io credo che tu non sia nè l'uno né l'altro, semplicemente 
un compagno che non ha le mie stesse opinioni e che sta nel dibattito 
politico. Spero che un domani anche tiu possa pensare dentro il 
dibattito politico uno di rifondazione. 
Ciao. Giosuè


----- Original 
Message ----- 
From: Camillo Coppola 
Sent: Tuesday, March 01, 2005 11:
25 PM
Subject: PRODI NON E' UNA MORTADELLA MA UN CAVALLO DI TROIA,VEDI 
REPORT- RAI DEL 9/6/2000 
http://www.report.rai.it/2liv.asp?
s=7    (RIPORTATO A MARGINE DEL MESSAGGIO)   
...HA PARTECIPATO ALLA 
SEDUTA SPIRITICA DEL "DE PROFUNDIS" PER ALDO MORO,CON RESPONSO 
"GRADOLI":
HA SVENDUTO L'ALFA ROMEO AGLI AGNELLI,LA PIGNONE,LA CIRIO 
ECC.ECC.. 

IN EUROPA HA PROMOSSO LEGGI AD HOC PER GRUPPI DI PRESSIONE 
MULTINAZIONALI, 
VEDI TRASMISSIONE RAI "REPORT" DEL 9/6/2000. 

IL SIG.
BOLKENSTEIN,UN SUO COMPONENTE COMMISSIONE EUROPEA CHE EGLI PRESIEDE,HA 
AVUTO LA SUA BENEDIZIONE ALL'AVVIO DEL CAPORALATO EUROPEO ECC.ECC.. 

ED ALLORA PERCHE' MORTADELLA? 

I NUOVI CAVALLI DI TROIA SI SPACCIANO 
CON LA RITRITA DEFINIZIONE DI "RIFORMISTI",PER CUI ALLEGO MIO PICCOLO 
LEGGIADRO PENSIERO...
________________________________________
PERCHE' 
RICORDARE LA DICHIARAZIONE VOTO DI FRANCO GIORDANO DEL PRC A FAVORE DEL 
"PACCHETTO TREU". 

PRO MEMORIA SINISTRO PER L'AUTOCRITICA AL PECCATO 
ORIGINALE DEI: 
<<NOI SIAMO PIU' RIFORMISTI DI TUTTI>>. 

PERCHE' NON 
VI RIMETTETE IN PACE COL MONDO. 

Grazie al pacchetto TREU,di cui siete 
stati artefici iniscindibili,gravi sono le responsabilità in relazione 
alla pressoché totale distruzione dei diritti, delle tutele e della 
vita stessa dei lavoratori dipendenti. Varato in parlamento nel 1997 da 
tutte le forze dell'allora governo di centrosinistra e che ha riportato 
in Italia il caporalato delle agenzie per l'affitto delle braccia dei 
nostri figli: come si può dire di voler lottare, non strumentalmente, 
contro la liberalizzazione dei licenziamenti proposta da Berlusconi 
senza fare alcuna autocritica su tali odiosi provvedimenti ? 
E' quello 
che chiedemmo e chiedo ai Cofferati, ai Pezzotta, agli Angeletti, ai 
D'Alema, ai Rutelli, ai Bertinotti,ai Diliberto,ai Cossutta e 
quant'altri. ma loro scappano, perché questa semplice domanda li 
terrorizza e non vogliono e non possono rispondere. 

Nel 1997 il 
Governo Prodi aprì le porte della precarizzazione e della flessibilità 
del mercato del lavoro con l'introduzione del famigerato "pacchetto 
Treu". Ciò fu possibile con l'appoggio di Rifondazione Comunista e del 
Sig. COSSUTTA. 

La rinnovata "unità" intorno a Prodi è la cartina al 
tornasole che nuove drastiche misure antipopolari ci aspettano e che la 
così detta "sinistra del centro-sinistra" avrà un ruolo determinante 
nel "pilotare" la protesta sociale cercando di smorzarne gli effetti. 

Ho visto... GIOVANI LAVORATORI AGGIOGATI LORO MALGRADO A CONTRATTI 
PRECARI, costretti ad entrare all'alba in fabbrica nel giorno dello 
SCIOPERO GENERALE, ATTRAVERSANDO IL PUBBLICO LUBRIDIO dei SINDACALISTI 
CONFEDERALI...mi sono domandato: perchè milioni di persone non hanno 
avuto almeno il diritto di sapere da dove discendevano questi perversi 
contratti del FAMIGERATO "PACCHETTO TREU" e conseguente legge "BIAGI" 
? 

RISIEDO NELLA CITTA' DEL CARDINALE GIORDANO&BASSOLINO, 
entrambi 
avvinchiati all'ampolla tissotropica. 
La città dei miracoli e del 
veneratore d'ampolle,nonchè vicerè, BASSOLINO,per indenderci quello dei 
famigerati CONTRATTI D'AREA,che per me significa :<< C'é tanta carne...
perchè non fare macelleria?>>. 
...Il mio caro BASSOLINO bacia 
l'ampolla che gli porge il mio caro cardinale GIORDANO,lo dico ad 
imperituro ricordo dei tempi di basso impero che viviamo... 

LE 
CONSEGUENZE DI QUESTO AMBIGUO E SUBDOLO CENTRO SINISTRA SONO COME LA 
PUNTA DI UN ICEBERG,IMPIEGHERA' MOLTO TEMPO PRIMA DI SQUAGLIARSI. 

Camillo COPPOLA,militante dello SLAI COBAS per l'AUTORGANIZZAZIONE di 
POMIGLIANO d'ARCO(Napoli)