[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Afghanistan: nonostante gli aiuti internazionali peggiora la situazione dei bambini



Associazione per i popoli minacciati / Comunicato stampa in
www.gfbv.it/2c-stampa/2008/080919it.html

Giornata internazionale dell'infanzia (20.9.)
Afghanistan: nonostante gli aiuti internazionali peggiora la situazione dei bambini

Bolzano, Göttingen, 19 settembre 2008

In occasione della giornata internazionale dell'infanzia, che in alcuni paesi si celebra il 20 settembre, l'Associazione per i Popoli Minacciati (APM) coglie l'occasione per ricordare la drammatica situazione dei bambini in Afghanistan. Viste le continue violenze, le violazioni dei diritti umani e l'impoverimento generale in corso nel paese, la situazione dei bambini afghani è forse la peggiore di tutta l'Asia. Nonostante gli aiuti internazionali e i programmi di ricostruzione, dalla caduta del regime dei Taliban i bambini in Afghanistan oggi stanno peggio che mai. La quotidianità di milioni di bambini del Hindukush è caratterizzata dall'alta mortalità infantile, dalla malnutrizione, dalle scuole bruciate e distrutte, dal commercio con i bambini, da stupri, prostituzione, lavoro infantile, da matrimoni obbligati e arrangiati per saldare debiti familiari e dalle bombe che continuano a cadere.

Il fallimento del programma internazionale di ricostruzione è evidente anche e soprattutto dal progressivo impoverimento dell'infanzia. La scarsa efficacia e il mancato coordinamento tra programmi internazionali contribuiscono a peggiorare la situazione. E' scandaloso che nonostante la massiccia presenza di truppe straniere e l'importanza politica dell'Afghanistan i bambini del paese debbano fare i conti con un futuro senza alcuna prospettiva. L'inverno in arrivo rischia di portare la morte per circa un milione di bambini già sottonutriti che a causa dell'aumento delle violenze non hanno alcun accesso agli aiuti internazionali. I membri più deboli della società sono le prime vittime del pessimo governo di Karzai.

Contemporaneamente diminuiscono visibilmente le donazioni provenienti dalla comunità internazionale. In considerazione del drammatico impoverimento della popolazione afghana e della scarsità alimentare, le Nazioni Unite hanno chiesto aiuti umanitari per un totale di 282 milioni di euro ma finora la comunità internazionale ha garantito solo un quinto della somma. In Afghanistan ogni 28 minuti una donna muore di parto e nel 2007 gli scontri in corso hanno impedito a circa 400.000 persone di accedere regolarmente all'assistenza medica. Ogni quinto bambino muore prima del compimento dei cinque anni e poiché le scuole e gli insegnanti sono spesso obiettivo militare dei Taliban circa 2 milioni di bambini non possono frequentare regolarmente le scuole elementari. Nel corso del 2007 le aggressioni armate hanno comportato la morte di complessivamente 220 alunni e insegnanti.

Circa il 35% della popolazione afghana è sottonutrita e dipende ancora dagli aiuti internazionali. Il 54% dei bambini soffre di malnutrizione cronica ma portare aiuti umanitari diventa sempre più pericoloso. Da gennaio 2008 ad oggi 117 assalti a trasporti di aiuti umanitari hanno ucciso 30 collaboratori delle organizzazioni umanitarie internazionali e molti genitori sono talmente disperati da vedersi obbligati a cedere ad altri i propri figli o a costringerli ancora minorenni a matrimoni che contribuiscono a ridurre i debiti della famiglia.

Vedi anche in gfbv.it: www.gfbv.it/2c-stampa/2008/0800707it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2008/080611it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2008/080410it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2008/080226it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2008/080208it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2008/080123it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2007/071212it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2007/071011it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2007/070905ait.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2006/061219it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2006/060131it.html | www.gfbv.it/3dossier/asia/afghan/afghan-col07it.html | www.gfbv.it/3dossier/asia/afghan/afghan-maed-it.html | www.gfbv.it/3dossier/asia/afghan/omid-it.html in www: www.iwpr.net | http://it.wikipedia.org/wiki/Afghanistan | www.shuhada.org | www.aihrc.org.af