[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Fwd:SQUADRISMO DI STATO



ai diritti sputa ogni giorno in faccia lo Stato...delle cose..





Diaz: squadrismo di Stato

don Andrea Gallo 
Fonte: http://www.sanbenedetto.org/
24 novembre 2008
In aula un poliziotto Vice-Capo parlò di "macelleria messicana". Si auspicava che le aule 
di Giustizia rendessero la memoria politica il più possibile serena perché le ferite sono 
numerose. Al contrario, centinaia di migliaia di giovani delusi. 
A mio avviso è questo l'aspetto più preoccupante. I giovani attendono, sperano, lottano e 
soffrono troppo delle ingiustizie. Vogliono un mondo migliore, una Scuola, un lavoro, una 
casa, spazi sociali.
Una minoranza consistente, attraversata da una profonda inquietudine, aspira alla 
Libertà. L'Onda infatti sfila ancora. Non accetta l'assenza di futuro, che porta al 
nichilismo. 
Mi fanno paura, nemmeno più rabbia e amarezza, coloro che esultano di questa sentenza 
della Diaz, come quella di Bolzaneto, la Caserma delle torture. Mi hanno sorpreso, 
negativamente, le dichiarazioni tempestive dell'U.D.C. Sono ferito da molti silenzi.
Al Tribunale di Genova non mancavano le prove necessarie per concludere decentemente il 
lungo iter giudiziario. Salire alle responsabilità della Scala gerarchica, era un atto 
dovuto, delle Forze dell'Ordine. Nessuno vuol delegittimare le Forze dell'Ordine. La 
trasparenza fa sempre bene a tutti.
Oltre tre anni e duecento udienze non sono state sufficienti per delineare anche le 
responsablità di quei Vertici della Polizia e del Governo in carica.
C'è un libro bianco interminabile Testimonianze oculari foto filmati. Ho incontrato in 
quei giorni i registi Monicelli, Scola Comencini, Tognazzi e altri registri stranieri.
Anche l'Europa democratica attendeva dal Palazzo di Giustizia una prima chiarificazione 
che non c'è stata. Tanto è vero che la prescrizione è all'orizzonte. Tra gli imputati c'è 
un Direttore dell'anticrimine, un dirigente dell'Intellegence, il Capo della Geo, Sedici 
assolti e una manciata di mele bacate incredibilmente promosse nella carriera. Tutto qui? 
Siamo di fronte a quattro esaltati? Nessuna responsabilità politica.
L'onore della Patria è salvo. L'impostazione della Procura smantellata.
La sconfitta del diritto è palese.
La deriva autoritaria in corso ha avuto la sua deprecata origine in quelle strade, in 
quelle piazze, da Napoli a Genova. Dal Governo Amato,Berlusconi, Prodi, Berlusconi.
Emerge la responsabilità di una classe politica intera, comprendente anche la maggioranza 
dei Sindacati, inspiegabilmente assenti (eccetto la Fiom e i Cobas mentre a Genova 
transitava il treno dei Diritti Universali. Il movimento del luglio 2001, a Genova poneva 
una lucida domanda ai Potenti della Terra: "Signori del G 8, non vi sembra una cinica 
pretesa venire a difendere il Vostro Unico Mondo possibile? "Banca Mondiale, Fondo 
Monetario internazione, Org, del Commercio mondiale con la Dività idolatrica e 
trina:mercato - tecnologia e deterrenza totale? Il Cardinale Arcivescono Tettamanzi in un 
Convegno al Carlo Felice proclamava:"Sentinelle del mattino: guardiamo il G8 negli occhi" 
Ecco la risposta sistematicamente messa in atto a Genova, Cittadini in divisa hanno 
sperimentato il potere puro, l'arbitrio assoluto. Hanno potuto far passare a non far 
passare, perquisire, sfottere, insultare, minacciare, infiltrare, provocare, picchiare, 
torturare, uccidere (Carlo è morto).
Lo hanno fatto mentre il mondo li stava filmando e fotografando e non hanno avuto paura. 
Evidentemente, a mio parere, avevano la promessa della impunità. Hanno provato l'ebbrezza 
della libertà armata.


Perché le "tute nere", hanno potuto agire quasi indisturbate, con tanto di rituali danze 
della guerra, danneggiando tatticamente banche, negozi, auto, da Corso Solferino, Manin a 
via Felice Cavallotti, portando confusione, paura, disperazione, rabbia, scontri, 
coinvolgimenti?? Nessun Blak Bloc è stato fermato.
Una vera imboscata (l'avevo denunciato fortemente in collegamento Rai con Porta a Porta , 
venerdì sera da Piazzale Kennedy, col giornalista Fabrizio Del Noce).
Una autentica trappola che perdura, con l'attuale sistema sanzionatorio di destra, centro 
e pseudo sinistra, all'insegna della "Legge e l'ordine" con l'obiettivo della "sicurezza" 
nella sua mera accezione di"Ordine pubblico".
Questa sentenza si stacca totalmente dai fatti reali. Non è bastata l'inchiesta della BBC 
con quelle immagini delle false molotov in mano ai poliziotti.
A proposito, dove sono finite quelle bottiglie incriminate? Abbiamo atteso con pazienza e 
tanta speranza uno spiraglio. 


Uno dei miei ragazzi mi ha detto: che cosa ti aspettavi dopo aver incassato la delusione 
tremenda del processo più importante, quello di Carlo ucciso, liquidato velocemente con 
una ricostruzione che fa acqua da tutte le parti?
Un doveroso saluto ad Haidi Giuliani che in punta di piedi, era entrata a Palazzo Madama 
col Governo Prodi, per ottenere una Commissione Parlamentare d'inchiesta mai ottenuta C'è 
un amara costatazione, si stanno ingrossando le file di chi a Genova e altrove ,ieri e 
oggi hanno paura di cambiare. 
Per me e tantissime donne e Uomini di buona volontà, vale l'avvertimento di De Andrè: 
"PER QUANTO VOI VI CREDIATE ASSOLTI, SIETE PER SEMPRE COINVOLTI"
Democrazia è Partecipazione.
Lascio agli esperti analizzare le motivazioni del Tribunale. Mi schiero decisamente dalla 
parte di chi da Bolzaneto e dalla Diaz non esce rasserenato, anzi questi atti mi 
inquietano e spero di continuare a difendere la Costituzione nella Sua sintesi: l'Italia 
è una repubblica, democratica, laica, antifascista.


Don Andrea Gallo
Comunità San Benedetto al Porto - Genova