[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

R: COMUNICATO STAMPA Condanna dell'Euregio Tour pro-trapianti



Buon giorno , io sono zombi che lei parla  credo  che lei a solo un punto di vista e un 
po di affettatti sugli occhi
Fernando iimichele

________________________________

Da: dirittiglobali-request at peacelink.it per conto di Altieri
Inviato: gio 25/06/2009 23.14
Oggetto: Fwd: COMUNICATO STAMPA Condanna dell'Euregio Tour pro-trapianti




Inizio messaggio inoltrato:

Da: "Lega Antipredazione" <lega.nazionale at antipredazione.org>
Data: 25 giugno 2009 19:08:15 GMT+02:00
A: <Undisclosed-Recipient:;>
Oggetto: COMUNICATO STAMPA Condanna dell'Euregio Tour pro-trapianti
Rispondi a: "Lega Antipredazione" <lega.nazionale at antipredazione.org>

 

        
        LEGA NAZIONALE CONTRO LA PREDAZIONE DI ORGANI
        
        E LA MORTE A CUORE BATTENTE
        
        24121 BERGAMO Pass. Canonici Lateranensi, 22
        
        Tel. 035-219255 - Telefax 035-235660
        
        lega.nazionale at antipredazione.org <mailto:lega.nazionale at 
antipredazione.org> 
        
        www.antipredazione.org <http://www.antipredazione.org/> 
        
        nata nel 1985
        
        COMUNICATO STAMPA
        
        ANNO XXV - n. 10
        
        25 Giugno 2009
        
        CONDANNA DEL GIRO CICLISTICO PRO-TRAPIANTI
        
        ALTO ADIGE 26-28 giugno '09
        
        Innsbruck-Sarentino-Bronzolo-Cortaccia-Arco
        
         
        
        L'"Euregio Tour", giro ciclistico di propaganda ad espianti/trapianti messo in 
atto dalla lobby trapiantistica per contrastare il calo delle donazioni, porta danno ai 
cittadini e alle famiglie che vengono seppellite nella disinformazione istituzionale. 
Nella fattispecie si chiama il cittadino a plaudire alle "meraviglie" della chirurgia 
sostitutiva che crea degli zombi, schiavi dei farmaci e dominati dalle biotecnologie, per 
convincerlo che "donare è bello" e che "trapianto è salute".
        
        Grosso inganno. Non gli si dice che medici, giuristi e sindaci non vengono mai 
espiantati. L'assurda generosità alla donazione di organi la classe dirigente (medici, 
giuristi e sindaci) la pretende dal popolo, a cui non dice che l'espianto di organi quali 
cuore, fegato, polmoni, intestini... si pratica su persone vive che hanno perso la 
coscienza e vengono dichiarate in "morte cerebrale" d'autorità, per ragioni 
utilitaristiche, sulla base di dannosi protocolli di Stato, mentre il loro corpo è vivo. 
Ma c'è una bella differenza tra essere Morti ed essere dichiarati morti.
        
        Si sa che la propaganda è l'anima del commercio. Infatti il business dei 
trapianti cresce sulla spinta di iniziative di condizionamento pianificate dalle 
istituzioni (Reparto di nefrologia dell'Ospedale di Bolzano, Transplant Sport Club ...) e 
dalla classe dirigente, soli veri beneficiari della mercificazione dell'uomo.
        
        Seguono le mail inviate all'Assessore Sanità della provincia di Bolzano Richard 
Theiner e al sindaco di Bronzolo Benedetto Zito che di questo comunicato sono parti 
integranti.
        
        ***
        
        Mail del 16/06/09
        
        All'Assessore Theiner e all'ufficio stampa della Provincia di Bolzano
        Condanna della IX edizione dell'Euregio Tour per il Trapianto 26-28/6/09 
        
        L'Assessore provinciale alla Sanità e Politiche Sociali, Richard Theiner, è 
"protettore" e presentatore della nona edizione dell'Euregio Tour a favore della 
donazione di organi e trapianti (giro ciclistico dedicato alle persone trapiantate) 
apparentemente sport in realtà bassa propaganda.
        
        Ma Theiner non è certo quel che si dice un uomo "al di sopra delle parti", perché 
è da vari anni che promuove l'Associazione Italiana per la Donazione di Organi:

*       ha ospitato l'Aido alla Fiera Salute del 30/09/08;

*       ha partecipato alla Camminata pro Aido a Lana il 10/09/08;

*       era presente alla Fiera della Formazione "Futurum 2007" del 24/11/07 per la 
presentazione del video "Donazione di organi e trapianti" promossa dall'Aido per gli 
studenti;

*       ha recato visita allo stand Aido presso l'Ospedale Provinciale di Bolzano 
ringraziando per l'azione di propaganda il 12/05/07;

*       accoglie i visitatori del sito Aido con un appello trionfalistico sui trapianti 
identificandosi con tale ideologia.

        
        E' difficile pensare che un giurista non abbia ancora capito che l'espianto si 
effettua su persone in coma dichiarate "morte cerebrali" sulla base di protocolli 
ascientifici imposti da leggi autoritarie dello Stato dominato dalle lobby 
trapiantistiche e che non conosca la rovente critica in corso a livello internazionale. 
Più facile pensare che tanto impegno gli crei la simpatia di "brava gente" alla quale 
nessuno ha detto questa terribile verità. Così facendo non si adempie alla Legge 91/99 
che prevede un'informazione corretta al fine di una scelta consapevole: l'iniziativa del 
"giro ciclistico" non è informazione, ma propaganda.
        
        Ci fa piacere che Theiner sia sportivo, vada in bicicletta e nuoti, così potrà 
mantenere i suoi organi validi per il trapianto. Sarebbe doveroso che rendesse noto e 
documentasse la sua dichiarazione di donatore d'organi e quella di sua moglie e dei suoi 
figli. Se non risultassero donatori significherebbe tradimento della popolazione della 
Provincia di Bolzano che viene condotta ad una scelta emotiva senza informare che 
l'espianto, ripetiamo, si esegue su persona a cuore battente e sangue circolante dopo 
somministrazione di farmaci paralizzanti.
        
        Nerina Negrello
        
        Presidente

***

        
        Mail del 18/06/09
        
        Egregio Sindaco di Bronzolo, Benedetto Zito,
        
        Nel dizionario italiano alla parola sindaco leggiamo "rappresentante di una 
comunità" (da syn 'insieme' e un derivato di dike 'giustizia'), ma non c'è giustizia 
nell'operato di un sindaco che "è orgoglioso di ospitare il 27 giugno una tappa del giro 
ciclistico Euregio per promuovere espianti e favorire trapianti".
        
        L'accordo con l'organizzazione "Transplant sport club Sudtirol - Alto Adige" 
manifesta un'ideologia autoritaria pericolosa per i cittadini, che dovrebbero essere da 
lei rispettati nei loro diritti privatissimi e non manipolati con manifestazioni 
festaiole ed emotive per renderli donatori d'organi.
        
        Non si pretende che i Sindaci siano aggiornati su tutto e che colgano la crudele 
malizia delle lobby trapiantistiche, ma per certo se il sindaco è onesto dovrebbe aver 
coscienza dei propri limiti nell'ambito scientifico ed etico e dovrebbe quindi astenersi 
dal promuovere comportamenti che coinvolgono la sfera privatissima di ciascun individuo.
        
        Prima o poi i suoi elettori verranno a sapere che l'espianto di  cuore, fegato, 
reni, polmoni .... si pratica su persone vive a cuore battente e sangue circolante che 
vengono dichiarate d'autorità in cosiddetta 'morte cerebrale' solo per fornire organi ai 
trapiantisti e che estorcere la firma di donazione tra un bicchiere di vino e un piatto 
di pasta è un trucco offensivo per procacciare organi.
        
        Inoltre è grave responsabilità veicolare operazioni di propaganda con iniziative 
sportive.
        
        Un sindaco dovrebbe sollecitare il Ministro della Salute ad emettere il Decreto 
attuativo della Legge 91/99 art. 5 in modo che i cittadini non vengano truffati da 
raccolte illegali di donazioni.
        
        Un consiglio: si astenga dal plaudire e ringraziare gli organizzatori di questo 
happening a nome "dell'Amministrazione comunale e della collettività", perché nei diritti 
civili ed umani lei rappresenta solo sè stesso. E' da escludere che i circa 2.200 
residenti la pensino tutti come lei.
        
        Alleghiamo mail inviata alla stampa e all'Assessore in occasione della conferenza 
stampa del 17 giugno.
        
        La invitiamo a visitare il nostro sito www.antipredazione.org 
<http://www.antipredazione.org/> 
        
        Distinti saluti.
        
         
        
        Nerina Negrello
        
        Presidente

Per chi volesse sostenere la nostra Associazione può diventare socio o dare un libero 
contributo, il Conto Corrente Postale è n° 18066241, oppure Bonifico Bancario IBAN IT35 
S076 0111 1000 0001 8066241, intestati a Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi.

Se non desidera ricevere i nostri comunicati, ai sensi del D. Lgs. 196/03, risponda a 
questa e-mail indicando "rimuovere". Grazie.


Allegato Rimosso