[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

boicottare Israele: una pratica non violenta di Diana Carminati e Alfredo Tradardi, Deriveapprodi 2009 - I giacigli per la notte (st07)



Questo libro spiega le ragioni della necessità del boicottaggio nei confronti del complesso culturale, militare e industriale israeliano. 

E’ uno strumento utile per quanti/e stanno lavorando alle campagne BDS in Italia.

Attivisti/e e organizzazioni possono promuovere il libro acquistandolo direttamente dalla casa editrice al prezzo di 5 euro + spese di spedizione in contrassegno.

Inviare la richiesta a: info at deriveapprodi.org.

Costo complessivo:

per 5 libri 25 euro+4 di sped. = 29 euro

per 10 libri 50 euro+4 di sped. = 54 euro

oppure sollecitando le librerie frequentate ad acquistarlo o organizzando presentazioni  del libro. Gli autori sono, of course (naturalmente, ma anche di corsa!), disponibili.

I giacigli per la notte

 

Ho sentito dire che a New York

all'angolo della 26a strada e di Broadway

nei mesi invernali ogni sera c'è un uomo

e ai senzatetto che si radunano

pregando i passanti procura un giaciglio per la notte.

 

Con questo il mondo non cambia,

la relazioni fra gli uomini non migliorano,

l'epoca dello sfruttamento non è per questo più vicina alla fine.

Ma a qualcuno non manca un giaciglio per la notte,

il vento viene tenuto lontano da loro per una notte,

la neve destinata a loro cade sopra la strada.

 

Non deporre il libro tu che leggi, uomo.

 

A qualcuno non manca un giaciglio per la notte,

il vento viene tenuto lontano da loro per una notte,

la neve destinata a loro cade sopra la strada.

Ma con questo il mondo non cambia,

la relazioni fra gli uomini per questo non migliorano,

l'epoca dello sfruttamento non è per questo più vicina alla fine.

 

Bertold Brecht

 

Del libro:

Negli ultimi anni lo Stato d’Israele ha accentuato una politica di segregazione e repressione, di genocidio e di pulizia etnica, nei confronti dei palestinesi.

Cosa fare di fronte a una situazione politica che rende la reclusione di un’intera popolazione una condizione durevole?

Il 9 luglio 2005, a un anno dal parere della Corte Internazionale di Giustizia che invitava Israele a smantellare il muro dell’apartheid, oltre 170 organizzazioni della società civile palestinese, in rappresentanza sia dei profughi, sia dei palestinesi che vivono in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza, sia dei palestinesi cittadini di Israele, hanno rivolto alla coscienza civile del mondo democratico un appello a fare contro Israele quello che fu fatto contro l’apartheid in Sudafrica: boicottaggi, disinvestimenti e sanzioni.

boicottare Israele: un dovere morale, un dovere politico!

All’indirizzo http://sites.google.com/site/italyism/05-libri potete trovare:

Tutto quello che non siamo riusciti a inserire nel samizdat –parte prima.

Seguirà la seconda parte.

All’indirizzo http://sites.google.com/site/italyism/05-libri/libri-consigliati potete trovare le indicazioni di altri libri di utile lettura.

Diana Carminati e Alfredo Tradardi (ISM-Italia)

Torino, 22 novembre 2009

 

ISM- Italia

info at ism-italia.it

http://sites.google.com/site/italyism/

www.frammenti.it

“Verrà il tempo in cui i responsabili dei crimini contro l’umanità che hanno accompagnato il conflitto israelo-palestinese e altri conflitti in questo passaggio d’epoca, saranno chiamati a rispondere davanti ai tribunali degli uomini o della storia, accompagnati dai loro complici e da quanti in Occidente hanno scelto il silenzio, la viltà e l’opportunismo.”

 

ISM-Italia è il gruppo di supporto italiano dell’ISM.

L’International Solidarity Movement (ISM www.palsolidarity.org) è un movimento palestinese impegnato a resistere all’occupazione israeliana usando i metodi e i principi dell’azione-diretta non violenta. Fondato da un piccolo gruppo di attivisti nel 2001, ISM ha l’obiettivo di sostenere e rafforzare la resistenza popolare assicurando al popolo palestinese la protezione internazionale e una voce con la quale resistere in modo nonviolento alla schiacciante forza militare israeliana di occupazione.

 

TUTELA DELLA PRIVACY

Ai sensi della Legge 675/1996, La informiamo che il Suo indirizzo è stato reperito attraverso e-mail da noi ricevuta o da fonti di pubblico dominio. Siamo coscienti che e-mail indesiderate sono oggetto di disturbo, quindi La preghiamo di accettare le nostre più sincere scuse se la presente non è di Suo interesse. Tutti i destinatari della e-mail sono in copia nascosta (Privacy L.75/96). Qualora non intendesse più ricevere comunicazioni, La preghiamo di inviare una e-mail utilizzando il comando rispondi mantenendo inalterato l'oggetto e inserendo nel testo la parola CANCELLA precisando l'indirizzo che sarà quindi immediatamente rimosso dalla mailing list. Abbiamo cura di evitare fastidiosi invii multipli, laddove ciò avvenisse La preghiamo di segnalarcelo.

 

Allegato Rimosso