[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Il posto di Ricercatore universitario dev'essere stabile. Documento da inviare e diffondere se condiviso



 
Cari amici,
                 il Movimento ha preparato questo intervento contro la soppressione del ruolo dei ricercatori universitari; per il quale chiede il vostro aiuto nell'invio e nella diffusione. Il documento può sempre essere fatto proprio e anche mutato. Gl'indirizzi:

Min. Maria Stella Gelmini, urp at istruzione.it

Min. Giulio Tremonti,  ufficio.stampa at tesoro.it

Segr. Pier Luigi Bersani, segr.bersani at partitodemocratico.it

Un saluto fraterno da Arrigo Colombo
 

Movimento per la Società di Giustizia e  per la Speranza

Lecce

 

 Al Ministro della Pubblica Istruzione Maria Stella Gelmini

al Ministro dell’Economia Giulio Tremonti

al Segretario PD Pier Luigi Bersani

 

Il posto di Ricercatore universitario dev’essere stabile                                        

 

Il Governo continua nella sua azione distruttiva di università e cultura.

Un disegno di legge – di cui da tempo si parla – distrugge il ruolo Ricercatore universitario,

ne fa un  contratto triennale rinnovabile per due volte; dopo di che, s’egli non diventa Professore associato, esce dal circuito universitario. La sua formazione preziosissima viene annientata. Questa legge è un nonsenso.     

 

Perché l’università è anzitutto e soprattutto istituto di ricerca; è nella ricerca che i docenti universitari sono anzitutto impegnati. E la ricerca richiede un tirocinio, che può essere anche molto lungo.

Il ruolo di Ricercatore è stato concepito come tempo di formazione alla ricerca.

È stato un errore assegnargli compiti didattici, spesso molto gravosi, di due o tre corsi semestrali. Li hanno accettati perché si sentivano gratificati come docenti,

ma l’insegnamento danneggiava il tirocinio di ricerca; perciò giustamente ora essi propongono di lasciare l’insegnamento.

 

Il tirocinio di ricerca dev’essere aperto, la legge non deve porre limiti di tempo, il Ricercatore dev’essere certo del suo futuro.

Il suo lavoro dev’essere controllato dal professore presso cui opera e annualmente da una speciale commissione. Ma la legge non  deve porgli limiti di tempo, proprio per la peculiarità del tirocinio di ricerca.

Si dirà che nove anni sono molti; ma non lo sono per chi deve ricercare e pubblicare.

Non lo sono nell’università italiana, dove la scarsità dei fondi, la scarsa attenzione del Governo per la cultura e la ricerca, rende difficile l’istituzione di posti di Professore associato e quindi la promozione dei Ricercatori.

 

Il posto di Ricercatore dev’essere stabile.

Il Ministro Tremonti ha una grave responsabilità in proposito. Deve finanziare largamente università e cultura, come fanno le altre maggiori nazioni europee. I fondi per il risanamento della spesa pubblica li deve prendere anzitutto dagli sprechi della politica.

Lecce, giugno 2010

                                                                         Per il Movimento il Responsabile

                                                                                Prof. Arrigo Colombo

 

Arrigo Colombo, Centro interdipartimentale di ricerca sull’utopia, Università di Lecce

Via Monte S.Michele 49, 73100 Lecce, tel/fax 0832-314160

E-mail arribo at libero.it/ Pag  web http://digilander.libero.it/ColomboUtopia