[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Lenzuola annodate



Lenzuola annodate

Brescia, sabato 18 dicembre. La vendetta dello Stato contro gli immigrati
più attivi nella lotta contro la sanatoria truffa non accenna a placarsi:
retate, fermi, deportazioni. Per fortuna non sempre le ciambelle riescono
con il buco. Noureddine ed Andrei, fermati e portati al CIE di Modena,
perché la loro domanda di regolarizzazione è stata respinta, sono stati
liberati per un vizio di forma. Ascolta Noureddine e Andrej ai microfoni
di radio Onda D’urto.
Immigrati e antirazzisti si preparano alle festività di fine anno
annunciando che non ci sarà nessuna tregua natalizia. Sabato pomeriggio
c’è stato un presidio davanti alla stazione e all’interno del centro
commerciale “Freccia Rossa”.

Torino, sabato 18 dicembre. Presidio antirazzista in piazza Castello per
parlare delle ultime lotte al CIE di Torino, delle rappresaglie a Brescia,
di Eldhy lasciato senza cure e morto in una cella gelida… ossia
dell’Italia al tempo dei lager. La giornata si conclude con un giro
informativo in via Garibaldi e poi al mercatino davanti al comune. Leggi
qui il volantino distribuito per l’occasione. Ascolta l’intervista a radio
Onda d’Urto di una compagna della Rete “10 luglio antirazzista”.

Malpensa, sabato 18 dicembre. Una cinquantina di persone hanno dato vita
ad un corteo contro le deportazioni all’aeroporto di Malpensa. La polizia,
presente in forze, non ha permesso ai manifestanti di entrare nel
terminal. Un gruppetto armato di striscione e volantini è comunque
riuscito a passare. I manifestanti hanno ricordato la vicenda di “Mimmo”,
deportato per aver partecipato alla lotta degli immigrati bresciani. Un
cartello invitava al boicottaggio delle compagnie che collaborano alle
espulsioni. Qui trovi il volantino di indizione e qui puoi leggere un
resoconto della giornata.

Milano, domenica 19 dicembre. Ci hanno provato in undici, ma solo quattro
sono riusciti a riguadagnare la libertà, fuggendo dal CIE di via Corelli.
Lenzuola annodate e poi e poi via, lontano.

Tante iniziative nell’auspicio che tante altre lenzuola si annodino, che
cresca la solidarietà e la resistenza alla barbarie.

Approfondimenti, info, foto a quest’indirizzo:
http://senzafrontiere.noblogs.org/