[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

CIE di Gradisca. Demolito, stanza dopo stanza



CIE di Gradisca. Demolito, stanza dopo stanza

Gradisca, domenica 27 febbraio.
“A quasi cinque anni dall’apertura, passati tra continue rivolte, atti di
autolesionismo e violente repressioni, il CIE di Gradisca d’Isonzo è stato
distrutto dai suoi stessi reclusi molti dei quali provengono dalle rivolte
nordafricane.”

Questo l’incipit del comunicato dei compagni del Coordinamento Libertario
Isontino. Ed è anche l’epilogo di una vicenda cominciata il 7 marzo del
2006, quando tra scontri, botte e lacrimogeni, venne fatto entrare a forza
il primo “ospite” della ex caserma Polonio.
Negli ultimi tre giorni i reclusi hanno dato alle fiamme la loro prigione,
demolendola, stanza dopo stanza. Nel pomeriggio di oggi sono andate a
fuoco altre sei camere. Per i 105 “ospiti” restano solo 8 letti: gli altri
sono ammassati senza nulla nelle aree comuni.
Un’altra bella manciata di sabbia è stata lanciata nel motore della
macchina delle espulsioni.
Giornata di informazione e lotta il 12 marzo al CIE di Gradisca.

http://senzafrontiere.noblogs.org/