[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Diritti e poteri per tutti!






###

Fonte: L’Unità, 5 gennaio 2009

EURISPES: 4 MILIONI E MEZZO DI ITALIANI VITTIME DI ERRORI GIUDIZIARI NEGLI ULTIMI 50 ANNI

Secondo un calcolo compiuto dall’Eurispes nell’arco degli ultimi cinquant’anni sarebbero 
4 milioni gli italiani vittime di svarioni giudiziari: dichiarati colpevoli, arrestati e 
solo dopo un tempo più o meno lungo, rilasciati perché innocenti. Un dato che al 
ministero dl Giustizia non confermano, e che è stato ricavato da un’analisi delle 
sentenze e delle scarcerazioni per ingiusta detenzione nel corso di cinque decenni.

Dal dopoguerra al 2003 quattro milioni di persone sono state vittime di errori giudiziari 
o ingiusta detenzione o prosciolti perché il fatto non sussiste. Questo enorme numero è 
già vicino ai quattro milioni e mezzo, se esteso al tempo odierno. Per quantità si tratta 
dell’intera popolazione di Toscana e Umbria assieme. Ci si arriva con un’interpretazione 
ampia ma corretta di "errore giudiziario", che in senso stretto si verifica quando, dopo 
i tre gradi di giudizio, un condannato viene riconosciuto innocente in seguito a un nuovo 
processo, detto di revisione.

...

Fonte: L’Unità, 5 gennaio 2009

http://www.giustiziagiusta.info/index.php?option=com_content&task=view&id=2771&Itemid=29

http://www.ristretti.it/areestudio/giuridici/studi/eurispes.htm 

###





Non dimentichiamo mai come stanno davvero le cose.

Bisogna aprire, spalancare, subito, le porte degli Uffici Pubblici tutti.

La "trasparenza" non basta, è anzi la solita bufala. Occorre che il popolo italiano abbia 
libero accesso ai fondamentali ruoli della Funzione Pubblica. Occorre che un continuo 
ricambio di persone preparate irrori, alimenti e purifichi costantemente la Cosa 
Pubblica, come un fiume alimenta, irrora e purifica un territorio.

La presente Funzione Pubblica mantiene tutt'oggi una statica ORGANIZZAZIONE BUROCRATICA e 
GERARCHICA concepita al suo tempo dallo STATO FASCISTA ed affidata esclusivamente agli 
STATALI escludendo ogni partecipazione. E' indegno che a tutt'oggi essa non sia mutata 
quasi per nulla nonostante la fine di quel regime avvenne ben 64 anni fa!


Il problema sociale odierno non sta tanto nelle persone che sbagliano quanto 
nell'organizzazione che non è adeguata e conforme ad un'epoca moderna e tantomeno ad un 
ideale, un metodo ed uno scopo democratici.


FUORI GLI STATALI TUTTI DALLA FUNZIONE PUBBLICA.

DENTRO A ROTAZIONE CITTADINI PREPARATI E DESIDEROSI DI PRESTARE SERVIZIO.


Perché non è più il tempo di un regime che regala diritti e poteri ad una minoranza per 
fidelizzarla a vita al fine di spadroneggiare come e quanto vuole sul resto della 
popolazione. Oggi è tempo di:


DIRITTI E POTERI PER TUTTI, NON SOLO PER QUALCUNO!

http://www.hyperlinker.com/ars/diritti_per_tutti.htm


Cacciando (s'intende sempre: pacificamente, legalmente, civilmente) gli statali tutti, i 
più fedeli ed armati servitori di ogni regime, non vi saranno mai più quattro milioni e 
mezzo di vittime giudiziarie. Al contrario i semplici cittadini faranno sempre del loro 
meglio nel loro stesso interesse creando le basi per un tipo di politica del tutto nuova.


LIBERI TUTTI ORA DAL REGIME DEGLI STATALI!

Mai più ingiustizie e violenze di regime.


Danilo D'Antonio

http://www.hyperlinker.com/ars/sant_innovazio.htm