[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Rappresentanti indigeni a Ginevra chiedono all'ONU la tutela dell'Amazzonia e dei propri diritti



Associazione per i popoli minacciati / Comunicato stampa in www.gfbv.it/2c-stampa/2011/110930it.html

Brasile / Amazzonia
Rappresentanti indigeni a Ginevra chiedono all'ONU la tutela dell'Amazzonia e dei propri diritti

Bolzano, Göttingen, Ginevra, Berna, 30 settembre 2011

Con il sostegno dell'Associazione per i Popoli Minacciati (APM), dell'associazione Aquaverde e del Comité de soutien au chef Raoni, i rappresentanti di diverse popolazioni indigene dell'Amazzonia brasiliana si sono incontrati oggi a Ginevra con alcuni rappresentanti dell'ONU. I delegati indigeni, tra cui il rinomato leader Kayapo Raoni Metuktire, hanno chiesto il sostegno dell'ONU di fronte ai preoccupanti programmi di sviluppo economici del governo brasiliano che violano i diritti delle popolazioni indigene.

Il leader Kayapo Raoni Metuktire che da decenni lotta per i diritti del suo popolo e il capo Almir Narayamoga della comunità indigena dei Surui Paiter, che a causa del suo impegno per i diritti umani ha ricevuto diverse minacce di morte, si sono incontrati oggi con rappresentanti di diverse istituzioni dell'ONU a cui hanno chiesto il sostegno dell'istituzione internazionale nella lotta per far rispettare i loro diritti violati dal governo brasiliano e per la tutela della foresta amazzonica.

Il Brasile è diventato lo scenario di una lotta sempre più disperata delle popolazioni indigene contro i progetti governativi di sviluppo economico e di sfruttamento delle risorse che costituiscono una reale minaccia per la sopravvivenza delle popolazioni indigene dell'Amazzonia. Così ad esempio il governo ha rilasciato alle imprese minerarie licenze per l'esplorazione di enormi aree tra cui anche aree ufficialmente riconosciute come zone indigene tutelate, senza informarne le popolazioni residente e quindi anche senza il loro consenso.

L'APM, Aquaverde e il Comité de soutien au chef Raoni sostengono la delegazione indigena e la loro richiesta all'ONU affinché il governo brasiliano

rispetti i diritti delle popolazioni indigene così come fissati dalla Convenzione ILO 169 firmata e ratificata dal Brasile, che la legislazione brasiliana applichi i criteri enunciati dalla la ILO 169, in particolare il diritto al consenso libero, previo e informato delle popolazioni indigene per tutte le questioni che riguardano la loro vita e il loro ambiente; avvii - indipendentemente dalle pressioni esercitate dalle imprese e/o da latifondisti - l'immediata e piena tutela e demarcazione delle terre indigene, inclusi i territori in cui vivono o si presume che vivano popolazioni indigene non contattate e/o in isolamento volontario; consideri e rispetti gli interessi delle popolazioni indigene in tutte le aree e questioni toccate dallo sviluppo economico della foresta pluviale brasiliana; non ammorbidisca la legge sulla tutela dei boschi così come attualmente discussa al parlamento brasiliano; tuteli gli attivisti per i diritti umani indigeni contro la violenza e le minacce di morte e perseguiti legalmente i responsabili degli atti intimidatori.

Per ulteriori ionformazioni:
- Raoni Metuktire, Capo Kayapo, è raggiungibile fino alle ore 15.00 attraverso il suo traduttore Ildomar Mesquita Dos Santos (francese e inglese): +41 76 632 5533 - Christoph Wiedmer, direttore APM Svizzera (tedesco, portoghese, francese, inglese) : +41 79 679 0124 - Rebecca Sommer, rappresentante dell'APM International presso l'ONU (inglese, tedesco, portoghese) : +41 78 808 3897 - Thomas Pizer, presidente dell'associazione Aquaverde, Ginevra: +41 79 229 4949 - Gert-Peter Bruch, coordinatore Comité de soutien au chef Raoni, www.raoni.com: +33 610 23 6544

Vedi anche in gfbv.it: www.gfbv.it/2c-stampa/2011/110808it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2011/110613it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2011/110429it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2011/110406it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2011/110209ait.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2011/110127it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2010/101201ait.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2010/100831it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2010/100806it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2010/100420it.html | www.gfbv.it/3dossier/ind-voelker/sud2010-it.html | www.gfbv.it/3dossier/ind-voelker/brasil-tras.html | www.gfbv.it/3dossier/ind-voelker/global-it.html | www.gfbv.it/3dossier/ind-voelker/dekade-it.html | www.gfbv.it/3dossier/diritto/univ-indig-it.html | www.gfbv.it/3dossier/diritto/ilo169-conv-it.html | www.gfbv.it/3dossier/ind-voelker/konibo.html in www: www.raoni.com | www.kaninde.org.br | www.funai.gov.br | http://it.wikipedia.org/wiki/Popoli_indigeni_del_Brasile | www.ipcc.ch | www.ienearth.org | www.stopdamsamazon.org