[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

NO WORDS?//Acoustic Live Alessandro Grazian+ mostra by Alessandro Mattia



Arte e cultura, nonostante la crisi, si possono avere ancora
--------------------------------------------------------------------------------------------


Domenica 6 Novembre “Il ponte” di Milano propone il sound di Alessandro
Grazian, artista giovane dal portfolio denso di collaborazioni
interessanti. ... Nel 2005 realizza il primo album, intitolato CADUTO,
che esce per Trovarobato e Macaco Records con distribuzione Audioglobe.
Si inaugura la collaborazione con Enrico Gabrielli (Afterhours,
Mariposa, Calibro 35) con cui realizzerà anche i due dischi successivi.
Seguirà da una fortun...ata tournèe promozionale, dopo la quale l’
interesse di Grazian volge verso il teatro, partecipando come musicista
di scena alle 80 repliche dello spettacolo Nati sotto contraria stella
(regia di Leo Muscato, musiche originali di Dario Buccino). Nell'aprile
2008 esce in free download l'EP SOFFIO DI NERO, anticipazione
trasfigurata del nuovo album. Con questo disco inizia la collaborazione
con Nicola Manzan (Bologna Violenta, Baustelle, Teatro degli Orrori).
Nel maggio 2008 viene pubblicato IL DONO - Tributo ai Diaframma,
compilation/tributo in cui Grazian partecipa reinterpretando "Fiore non
sentirti sola".Il 16 ottobre 2008 esce il secondo nuovo album
intitolato INDOSSAI. Il disco viene accolto bene da pubblico e critica
e diventa disco della settimana su FAHRENHEIT di Radio Tre per poi
entrare in programmazione su Radio Uno. Il 15 ottobre 2009 arriva la
nuova produzione discografica, un minialbum contenente 5 canzoni
inedite e intitolato "L'abito”, lavoro che gli permette di ricevere
numerosi riconoscimenti musicali (Mantova Musica Festival nel 2006).
Accanto all'attività di chansonnier si occupa di colonne sonore
(finalista al Torino Film Festival nel 2010 e al Festival di Cannes
2011 col regista Pasquale Marino).

http://www.alessandrograzian.it/

Per completare la cornice di NO WORDS? ecco in mostra quadri di
ALESSANDRO MATTIA. L'indagine artistica si concentra sulla ricerca
astratta della rappresentazione della realtà. La matericità cruda e
tangibile si mostra come sottile strato che cela nuove dimensioni,
spesso difficili da cogliere ma altrettanto reali, dove non vi sono
individui ma pura energia scaturita dall'interazione tra essi. Ogni
individuo in questa realtà è un'antenna, tassello di un disegno
universale capace di influenzare nel bene e nel male la collettività
con la propria esistenza. E' uno spunto per l'inizio di un viaggio
interiore che invita alla ricerca del significato di ciò che facciamo
rapportandolo alla globalità del mondo in cui viviamo, dove l'egoismo
diventa emarginazione e la condivisione del pensiero mezzo evolutivo.

Ingresso:5 euro
6 novebre 2011 ore 20:30
Circolo anarchico ponte della ghisolfa, viale monza, 255 milano