[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Etiopia: Survival rivela scioccanti abusi dei diritti umani



Title: Etiopia: Survival rivela scioccanti abusi dei diritti umani

COMUNICATO STAMPA DI SURVIVAL INTERNATIONAL

22 Febbraio 2012


Etiopia: Survival rivela scioccanti abusi dei diritti umani

Due ragazzi Karo lungo il fiume Omo, che riveste un
ruolo cruciale nel loro stile di vita. Etiopia. © Survival
Survival International ha raccolto nuove e scioccanti prove degli abusi dei diritti umani compiuti verso le tribù della valle dell’Omo, dove il governo etiope sta intensificando gli sforzi per sviluppare piantagioni di canna da zucchero.

Le ruspe stanno spianando la terra vicino a un sito dichiarato Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, distruggendo villaggi e costringendo le comunità locali ad abbandonare il loro stile di vita pastorale.

La paura si sta diffondendo di pari passo con l’intensificarsi degli episodi di violenza, divenuti ormai un fenomeno quotidiano. Le notizie di pestaggi, stupri e arresti tra le tribù vicine al fiume Omo sono sempre più frequenti.

Nel solo mese di gennaio, Survival ha ricevuto la denuncia dell’assassinio di tre uomini Bodi picchiati a morte nelle prigioni etiopi.

Il governo ha anche ordinato alle famiglie di vendere le loro greggi. “Il mio denaro è il mio bestiame” ha raccontato un uomo a Survival. “I miei animali sono il mio conto in banca”.

Un’immagine esclusiva di un bulldozer che spiana una
strada per le piantagioni di canna da zucchero. © Survival
Survival ha raccolto foto esclusive della strada che il governo sta costruendo attraverso la terra tribale, per facilitare l’accesso ai siti da spianare.

“Il governo sta sviluppando delle piantagioni di canna da zucchero nella mia terra” ha denunciato un Mursi a Survival. “Quando lo vedrete vi metterete a piangere – oggi non c’è più il bush nella Valle dell’Omo.”

Due organismi delle Nazioni Unite avevano già chiesto all’Etiopia di fornire prove che le tribù fossero state consultate e che i progetti in corso non stessero danneggiando il patrimonio culturale e naturale dell’area. Ma l’Etiopia ha ignorato le sollecitazioni.

Survival ha anche ricevuto preoccupanti rapporti secondo cui l’Etiopia ha dato inizio al processo di reinsediamento forzato delle tribù della valle, una tattica nota come “villagizzazione”.

Le foreste e le savane della Valle dell’Omo (sinistra) sono
trasformate in piantagioni (destra). © Survival
Alle comunità è stato dato un anno di tempo per trasferirsi, secondo un programma simile a quello denunciato da Human Rights Watch per la regione di Gambella, nell’Etiopia occidentale.

“(Il governo) è venuto, ha preso la nostra terra e ci ha detto che vuole spostare tutta le gente della valle dell’Omo in un unico posto, in un campo” ha raccontato a Survival un uomo Mursi.

“Il governo etiope è responsabile di alcuni dei più flagranti e violentemente criminali abusi dei diritti umani che Survival abbia visto in questi anni” ha dichiarato oggi Survival International. “Mascherando il furto della terra tribale come “sviluppo”, si aspetta di farla franca. Gli unici a trarre profitto dalla svendita della valle dell’Omo saranno gli investitori stranieri e statali, mentre intere tribù autosufficienti andranno incontro alla distruzione.


Nota agli editori:
Contattare Survival per ricevere una selezione di nuove immagini delle tribù della valle dell’Omo, in alta definizione.



Per leggere la storia online: http://www.survival.it/notizie/8121

Dal 1969 Survival International aiuta i popoli indigeni di tutto il mondo a proteggere le loro vite, le loro terre e i loro fondamentali diritti umani.
www.survival.it

Per ulteriori informazioni e immagini, o per utilizzare la foto allegata:

Ufficio stampa italiano:
Survival Italia, via Morigi 8, 20123 Milano
T (+39) 02 8900671
E ufficiostampa at survival.it
W http://www.survival.it

Ufficio stampa inglese:
T (+44) (0) 207 6878734 – (+44) (0) 7504543367
E c.corbin at survivalinternational.org
W http://www.survivalinternational.org/


----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Mailing list Dirittiglobali dell'associazione PeaceLink.
Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI: http://www.peacelink.it/mailing_admin.html
Archivio messaggi: http://lists.peacelink.it/diritti
Si sottintende l'accettazione della Policy Generale:
http://web.peacelink.it/policy.html