[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Fwd: RESTIAMO UMANI - THE READING MOVIE





-------- Messaggio originale --------
Oggetto:        RESTIAMO UMANI - THE READING MOVIE
Data:   Wed, 28 Mar 2012 13:05:27 +0200
Mittente:       barbara ballerio <barbara.ballerio at gmail.com>
A:      undisclosed-recipients:;



Ciao! Se non lo hai già fatto, ti invito a prenotare almeno 1 quota (10
euro) del progetto:
*"RESTIAMO UMANI - THE READING MOVIE"*
un film tratto dal libro "Restiamo umani" di Vittorio Arrigoni, il
volontario ucciso nella Striscia di Gaza un anno fa.
II film verrà realizzato grazie al sito produzionidalbasso.com
<http://produzionidalbasso.com> e solo al raggiungimento delle quote
previste, che vanno raccolte entro il *31 marzo*.
Solo se verranno raggiunte le 4.500 quote (ne mancano poco più di 200),
verrà confermato e ti verrà chiesto di versare la tua.
Se non si raggiungono le quote previste entro il 31 marzo, il
finanziamento salta e di conseguenza anche il progetto.
Segui le istruzioni a questo link, cliccando su *SOSTIENI* (in alto a
sinistra):
http://www.produzionidalbasso.com/pdb_753.html
Ci vogliono pochi minuti.
Grazie!!
Bacio
Barbara

/“Io non credo nei confini, nelle barriere, nelle bandiere. Credo che
apparteniamo tutti alla stessa famiglia, la famiglia umana” (Vittorio
Arrigoni)./

*PRESENTAZIONE DEL PROGETTO*
Non stiamo facendo giornalismo, né informazione, né politica, non
facciamo commemorazioni, non siamo finanziati da nessuna organizzazione
né facciamo parte di alcun gruppo politico o religioso. Siamo degli
artisti che stanno producendo un’opera d’arte per dare voce alle parole
di Vittorio, che verrà tradotta e sottotitolata in più lingue e diffusa
gratuitamente a livello mondiale, al solo scopo “di rendere giustizia a
chi non ha più voce, forse a chi non ha mai avuto orecchie per
ascoltare” (Vittorio Arrigoni), spezzando – con la potenza del
linguaggio artistico – l’assordante silenzio del cosiddetto mondo
civile. La sua testimonianza è stata scritta per il mondo intero, perchè
tutti sappiano cosa è accaduto e cosa continua ad accadere in Palestina,
cosí come agli altri popoli e persone che si trovano nelle stesse
identiche condizioni soffrendo lo stesso destino. Questa testimonianza
serve a trasformare chi la ascolti in ulteriori testimoni e noi ora
abbiamo il dovere di diffonderla; stiamo agendo per la conoscenza, per
l’annullamento di ogni individualismo di lotta e per unirci attorno a
un'unica meta: la diffusione della verità.

"Restiamo Umani – The Reading Movie" ha 19 capitoli per 19 lettori. Ogni
capitolo sará letto da personalità individuate per aver lavorato al
sostegno culturale e umano ed in particolare alla problematica
israelo-palestinese: *Tariq Ali, Huwaida Arraf, Massimo Arrigoni,
Mohamed Bakri, Oren Ben-Dor, Egidia Beretta Arrigoni, Hilarion Capucci,
Noam Chomsky, Mairead Corrigan-Maguire, Brian Eno, Norman Finkelstein,
Luisa Morgantini, Stéphane Hessel, Akiva Orr, Moni Ovadia, Ilan Pappé,
Desmond Tutu, Roger Waters, Rabbi David Weiss.*

"Restiamo Umani – The Reading Movie" verrà sottotitolato nelle seguenti
16 (o più) lingue: Italiano, Inglese, Spagnolo, Tedesco, Portoghese,
Francese, Rumeno, Greco, Norvegese, Svedese, Ebraico, Arabo, Cinese,
Giapponese, Farsi, Hindi-Urdu.

Il progetto è patrocinato da: Centro Palestinese per la Democrazia e la
Risoluzione del Conflitto (PCDCR), Centro Palestinese per i Diritti
Umani (PCHR), The Peace People, Le Monde Diplomatique, Institute of Arab
and Islamic Studies of Exeter University, Association
Belgo-Palestinienne, Fondazione Josè Saramago, Free Gaza Movement,
International Solidarity Movement (ISM), Freedom Flotilla, Dipartimento
di Scienze dei Linguaggi della Comunicazione e degli Studi Culturali
dell’Università di Bergamo, Accademia di Belle Arti di Brera.


---


            /"Il compito principale nella vita di un uomo è dare alla
            luce se stesso"
            *Erich Fromm
            */

/
/



--


            /"Il compito principale nella vita di un uomo è dare alla
            luce se stesso"
            *Erich Fromm
            */

/
/