[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Il Presidenzialismo e le sue forme spurie. Documento da inviare e diffondere se condiviso



Movimento per la società di giustizia e per la speranza
Cari amici
                il Movimento ha preparato questo documento contro il presidenzialismo e tutte le sue ibride forme; per il quale chiede il vostro aiuto nell'invio e nella diffusione. Il documento può sempre essere fatto proprio o anche modificato. Gli indirizzi:

Pres. PD Rosy Bindi, bindi_r at camera.it

Segr. Pier Luigi Bersani, segr.bersani at partitodemocratico.it

Vice Segr. Enrico Letta, letta_e at camera.it

Un saluto fraterno da Arrigo Colombo
 

Movimento per la Società di Giustizia e  per la Speranza

Lecce

 

Alla Presidente del PD Rosy Bindi

al Segretario Pier Luigi Bersani

al Vice-Segretario Enrico Letta

 

Il Presidenzialismo e le sue forme spurie

 

Si parla di presidenzialismo: ne parla Berlusconi perché spera in una sinecura dopo il declino;

il che è vana illusione; ne parlano altri.

Sia chiaro che il presidenzialismo contrasta con la democrazia al cui vertice v’è il Parlamento che rappresenta il popolo sovrano; mentre il governo non ne è che l’esecutivo, e il Presidente della Repubblica ha solo una funzione di rappresentanza e di tutela.

Il presidenzialismo nasce in America per una particolare ragione, di favorire la coesione delle 13 colonie ribellatesi alla madrepatria (si parlò allora anche di monarchia, allo stesso scopo).

 

Il semipresidenzialismo francese è una forma ibrida introdotta dall’autoritarismo e dall’antiparlamentarismo di De Gaulle. Che peggiora quel contrasto.

 

Il nome del premier aggiunto alla lista è una forma d’individualismo

che intralcia poi il potere del Parlamento: in quanto il premier rivendica contro il Parlamento l’elezione popolare. Come Berlusconi ha fatto più volte.

Lo stesso individualismo è stato calato nelle elezioni di regioni, province, comuni. Tutto a danno di una democrazia autentica. Perché poi questi individui si fanno la loro giunta e depotenziano il Consiglio, che è il vero organo popolare di gestione, in analogia col Parlamento.

 

Il Partito Democratico non deve lasciarsi irretire da queste tipiche forme dell’individualismo berlusconiano, della sua ambizione e smania di potere; come della sua ignoranza storica e politica.

Ha il dovere di riportare l’Italia a forme autentiche di democrazia.

Tra queste forme vi è anche il proporzionale, che meglio corrisponde alla volontà elettorale.

Se dovesse generare instabilità di governo, può essere corretto con una soglia elettorale

come in Germania.

 

Il Movimento si attende che il Partito Democratico riporti l’Italia ad una più autentica forma di democrazia.

Lecce, giugno 2012

                                                                     Per il Movimento, il Responsabile

                                                                              Prof. Arrigo Colombo

 

Arrigo Colombo, Centro interdipartimentale di ricerca sull’utopia, Università di Lecce

Via Monte S.Michele 49, 73100 Lecce, tel/fax 0832-314160

E-mail arribo at libero.it/ Pag  web http://digilander.libero.it/ColomboUtopia