[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Il governo del Paraguay conferma: la compagnia del magnate spagnolo ha agito illegalmente



Title: Il governo del Paraguay conferma: la compagnia del magnate spagnolo ha agito illegalmente

Il governo del Paraguay conferma: la compagnia del magnate spagnolo ha agito illegalmente

COMUNICATO STAMPA DI SURVIVAL INTERNATIONAL

23 agosto, 2012

Il governo del Paraguay conferma: la compagnia del magnate spagnolo ha agito illegalmente


Jacinto Rey González è uno degli uomini più ricchi di
Spagna ed è presidente di un’azienda d’allevamento
coinvolta nella distruzione illegale della terra degli
Ayoreo. © Anon
Le autorità paraguaiane hanno confermato le accuse mosse contro l'azienda Carlos Casado SA, di proprietà di uno degli uomini più ricchi di Spagna, accusata di aver raso al suolo illegalmente le foreste abitate dagli Indiani isolati.

La Carlos Casado SA appartiene al Grupo San José, il gigante spagnolo delle costruzioni e del settore immobiliare. Jacinto Rey González è presidente di entrambe le società e azionista di controllo del Grupo San José.

All’inizio di agosto Survival International aveva reso noti i risultati di un'ispezione condotta dalle autorità paraguaiane nella tenuta di Carlos Casado, scoprendo vaste aree di foresta spianate senza autorizzazione.


Tronchi di legname abbattuti illegalmente dalla Carlos
Casado – pronti per essere trasformati in pali da
recinzione. © Survival
Nel territorio sopravvive ora solo una piccola isola di foresta, in continua e rapida scomparsa: l’ultimo rifugio degli Indiani incontattati Ayoreo, che si tengono nascosti al suo interno.

Il Grupo San José ha dichiarato di non esser stato assolutamente a conoscenza delle attività della Casado, mentre la Casado smentisce che siano stati intrapresi lavori non autorizzati. In un comunicato pubblicato sul suo sito web, il vice-presidente della compagnia Diego Eduardo León scrive: “Neghiamo categoricamente di aver condotto alcuna deforestazione non autorizzata in Paraguay”.

Nonostante ciò, in una lettera indirizzata a un’organizzazione ayoreo, il Ministero dell’Ambiente del Paraguay conferma non solo che l'azienda ha realizzato le opere incriminate, come la costruzione di una cisterna d'acqua e l'apertura di strade, ma anche che i lavori sono stati compiuti senza le necessarie autorizzazioni.


Questi Ayoreo furono contattati nel 2004. I loro parenti
isolati rimangono nascosti nell’area che la Carlos
Casado sta distruggendo. © GAT/ Survival
“Spero che la Carlos Casado non stia ancora cercando di negare ciò che le autorità paraguaiane hanno oggi ampiamente confermato” ha commentato Stephen Corry, direttore generale di Survival International. “E cioè che spianando un’area della foresta che è parte vitale della terra ancestrale degli Ayoreo, ha agito illegalmente e in modo irresponsabile. È stato chiaramente provato che in quest’area si nascondono gruppi di Ayoreo incontattati, poiché gran parte della loro foresta è ormai già stata abbattuta. L’area deve essere adeguatamente e immediatamente protetta.”


Note agli editori:

- Scarica la lettera del Ministero dell’Ambiente del Paraguay (pdf, 2MB, in spagnolo).

- La maggior parte dei membri della tribù degli Ayoreo è uscita dall’isolamento, ma alcuni membri rimangono nascosti nella foresta, nel Paraguay occidentale. Sono gli ultimi Indiani rimasti incontattati al di fuori dell’Amazzonia. La dilagante distruzione della foresta nella regione, in gran parte illegale, li costringe a mantenersi perennemente in fuga.

- Il Grupo San José è artefice della recente estensione del museo del Prado a Madrid, di parte del collegamento ferroviario ad alta velocità Madrid-Valencia e di molti altri progetti.



Per leggere la storia online: http://www.survival.it/notizie/8609

Dal 1969 Survival International aiuta i popoli indigeni di tutto il mondo a proteggere le loro vite, le loro terre e i loro fondamentali diritti umani.
www.survival.it

Per ulteriori informazioni e immagini, o per utilizzare la foto allegata:

Ufficio stampa italiano:
Francesca Casella, Survival Italia, via Morigi 8, 20123 Milano
T
(+39) 347 1029588
E ufficiostampa at survival.it
W http://www.survival.it

Ufficio stampa inglese:
T (+44) (0) 207 6878734 – (+44) (0) 7504543367
E c.corbin at survivalinternational.org
W http://www.survivalinternational.org/


----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Mailing list Dirittiglobali dell'associazione PeaceLink.
Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI: http://www.peacelink.it/mailing_admin.html
Archivio messaggi: http://lists.peacelink.it/diritti
Si sottintende l'accettazione della Policy Generale:
http://web.peacelink.it/policy.html