[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Manifestazione per i diritti umani turba la visita di stato dell’Indonesia a Londra




COMUNICATO STAMPA DI SURVIVAL INTERNATIONAL

31 ottobre 2012

Manifestazione per i diritti umani turba la visita di stato dell’Indonesia a Londra

Londra: decine di
                    manifestanti si sono riuniti per protesta davanti a
                    Downing Street durante la visita del Presidente
                    dell'Indonesia.
Londra: decine di manifestanti si sono riuniti per protesta davanti a Downing Street durante la visita del Presidente dell'Indonesia.
© Survival

Una manifestazione di Survival International e decine di attivisti per i diritti umani hanno turbato l’esordio della prima visita di stato compiuta a Londra dall’Indonesia dopo 33 anni.

I manifestanti hanno brandito cartelli e intonato slogan davanti alla residenza del Primo Ministro britannico Cameron nel corso di un raduno pacifico contro i drammatici record segnati dall’Indonesia in materia di diritti umani, la brutale repressione del popolo tribale del Papua Occidentale e i legami del Regno Unito con un’unità anti-terrorismo implicata nell’uccisione di leader indipendentisti.

Il presidente dell’Indonesia Susilo Bambang Yudhoyono (conosciuto come SBY) risiederà a Buckingham Palace e incontrerà i ministri del Parlamento del Regno Unito.

Alla manifestazione di Downing Street hanno partecipato campaigner e sostenitori di Survival International, Tapol, Down to Earth, Amnesty International, Christian Solidarity Worldwide, Progressio e Free West Papua.

I cartelli di protesta di
                    Survival in occasione della visita del Presidente
                    dell'Indonesia a Londra.
I cartelli di protesta di Survival in occasione della visita del Presidente dell'Indonesia a Londra.
© Survival

Sui cartelli degli attivisti di Survival si leggeva: “SBY-stop killing Papuans” (SBY: basta uccidere i Papuasi) e “Cameron stop funding Indonesian death squads” (Cameron: stop al finanziamento degli squadroni della morte indonesiani)”.

Il Papua Occidentale si trova sotto la dominazione dell’Indonesia dal 1963, e gli attacchi contro i popoli indigeni e tribali da parte delle forze di sicurezza sono all’ordine del giorno.

Ci sono anche crescenti preoccupazioni sui legami del Regno Unito con uno “squadrone della morte” indonesiano che è stata presumibilmente dispiegato per reprimere con la violenza i Papuasi che chiedevano pacificamente l’indipendenza.

Il Distaccamento Speciale 88 è stato istituito per combattere il terrorismo dopo i bombardamenti di Bali del 2002 e riceve fondi per l’addestramento da Regno Unito, Australia e USA.

I popoli tribali di Papua
                    soffrono da decenni per le violenze perpetrate
                    dall'esercito indonesiano.
I popoli tribali di Papua soffrono da decenni per le violenze perpetrate dall'esercito indonesiano.
© Survival

Il Programma Anti Terrorismo del Regno Unito spende centinaia di migliaia di sterline per l’addestramento militare presso il Jakarta Centre for Law Enforcement Co-operation (JCLEC, Centro per la cooperazione tra forze incaricate dell’applicazione della legge).

“La protesta odierna manda un messaggio forte al governo del Regno Unito che ha il dovere di chieder conto all’Indonesia dei suoi drammatici record nella violazione dei diritti umani” ha commentato Stephen Corry, Direttore generale di Survival International. “Il modo in cui viene trattato il popolo tribale del Papua Occidentale è inaccettabile”.

Note ai redattori:

La visita di stato di Susilo Bambang Yudhoyono durerà tre giorni, con termine il 2 novembre.

Leggi un documento che evidenzia le ragioni della protesta di mercoledì (in inglese, pdf, 343 KB)

Immagini scaricabili in alta definizione



Per leggere la storia online: http://www.survival.it/notizie/8784

Dal 1969 Survival International aiuta i popoli indigeni di tutto il mondo a proteggere le loro vite, le loro terre e i loro fondamentali diritti umani. www.survival.it




Per ulteriori informazioni e immagini, o per utilizzare la foto allegata:

Francesca Casella:
Survival Italia
T (+39) 02 8900671
E ufficiostampa at survival.it

Oppure Chloe Corbin (in inglese):
T (+44) (0) 207 6878734
E c.corbin at survivalinternational.org

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Mailing list Dirittiglobali dell'associazione PeaceLink.
Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI: http://www.peacelink.it/mailing_admin.html
Archivio messaggi: http://lists.peacelink.it/diritti
Si sottintende l'accettazione della Policy Generale:
http://web.peacelink.it/policy.html