[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Anarres info. Arance ed africani , sfratti, cie, treno nucleare, processi, Grecia , muos…



Anarres info. Arance ed africani, sfratti, cie, treno nucleare, processi, Grecia, muos…


Arance amare. Storie di africani come noi 
Le arance, i mandarini, le clementine che fanno mostra di se nei mercati di Torino, sono state raccolte da lavoratori stagionali, che vengono pagati 50 cent alla cassetta di arance, 1 euro per cassetta di mandarini. Ogni cassetta pesa una media di 18/20 chili. In una giornata di lavoro la media arriva a 25 euro. In nero, non tutti i giorni ma solo quelli che il caporale ingaggiato dai padroni decide di sceglierti. Se alzi la testa, se reclami per i ritmi o per la paga, puoi anche andartene, perché nessuno ti chiamerà più. Continua...  
 
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Torino. Corteo antisfratti in Barriera 
Sabato 19 gennaio. Circa 200 i partecipanti al corteo indetto dall’assemblea contro gli sfratti di Porta Palazzo, uno spazio di incontro e relazione dove si auto organizzano sfrattati e solidali sia per resistere agli sgomberi sia per prendersi una nuova casa, occupando stabili abbandonati.
Continua…

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Quei materassi che bruciano ogni notte 
Stefania è quasi avvocato. Martedì scorso è entrata nel CIE di Torino per incontrare un cliente, un ragazzo pestato a sangue durante l’ultima rivolta dei reclusi di corso Brunelleschi.
La protesta si è fatta incandescente nella notte del 13 gennaio, un freddo cane e niente riscaldamento. Alcuni prigionieri bruciano i materassi, altri salgono sui tetti, fuori la polizia intercetta qualche manciata di solidali, poi, dopo l’arrivo di altri, li rilascia.
Continua… 
 
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°° 
Avigliana. No Nuke sui binari, la polizia sgombera 
Martedì 15 gennaio. Dopo oltre un mese e mezzo di rumores sul possibile passaggio di un nuovo treno carico di scorie nucleari, provenienti dal deposito Avogradro di Saluggia e dirette all’impianto di riprocessamento della Areva a La Hague, lunedì sera il
tam tam degli antinuclearisti ha suonato la sirena d’allarme nel tardo pomeriggio, quando è arrivata la conferma che erano cominciate le operazioni di carico del treno a Vercelli, dove arrivano in camion le scorie provenienti da Saluggia.
Continua...

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Gioco delle tre carte in tribunale 
Lunedì 14 gennaio
. In tribunale riprende il processo contro gli antifascisti accusati di furto aggravato per aver strappato manifesti fascisti. Una farsa che avrebbe dovuto chiudersi mesi fa, quando gli stessi fascisti sostennero che i manifesti erano stati strappati e non rubati. Ma il giudice ha deciso di procedere ugualmente.
continua…

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Atene. 10.000 in corteo, liberati gli anarchici 
Nella mattinata del 12 gennaio si è svolta una grande manifestazione anarchica nel centro di Atene in difesa degli spazi occupati e per la liberazione dei compagni arrestati il mercoledì precedente dopo la
rioccupazione di Villa Amalias e il nuovo sgombero dello squat. 
In questo video si può vedere l’imponenza della manifestazione.  
Nelle stesse ore i 92 compagni presi a Villa Amalias sono comparsi in tribunale, che ne ha deciso la liberazione con obbligo di firma bimensile.  
Qui il comunicato degli arrestati, qui un piccolo gesto di solidarietà a Torino.
Continua…

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Torino. Striscione al consolato greco per gli anarchici arrestati 
Questa sera di fronte alla sede del consolato greco di Torino, in corso Galileo Ferraris 65, è stato appeso uno striscione con la scritta: “Atene: libertà per gli anarchici arrestati”.
Un piccolo gesto di solidarietà con i nostri compagni colpiti dalla repressione in Grecia.
continua…

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Tiri sassi alla polizia? È legittima difesa! 
La sentenza di assoluzione di tre immigrati accusati di resistenza e lesioni per aver dato vita ad una rivolta nel CIE di S. Anna ad Isola di Capo Rizzuto ha suscitato grande scalpore.
Non capita tutti i giorni che tre senza carte arrestati dopo diversi giorni sul tetto, tirando tutto quello che avevano contro la polizia, vengano assolti per legittima difesa.
continua…

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
No Tav. Alla sbarra la resistenza alle trivelle
Gennaio e febbraio saranno mesi cruciali per gli attivisti incappati nella repressione dello Stato. Martedì 8 gennaio ha preso il via il processo contro otto No Tav accusati di resistenza per uno degli episodi della lotta contro la campagna di trivellazioni del 2010. Era il 7 febbraio, il freddo era intenso all’autoporto di Susa, dove si tenevano le assemblee di movimento per decidere le iniziative di contrasto di quel primo gigantesco sondaggio politico nei confronti del movimento No Tav, che resistette con molta determinazione, al punto da obbligare il governo a interrompere le verifiche geognostiche quando ne erano stati fatte poco più di un terzo.
continua…
 
 
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Niscemi. Sgomberati i blocchi contro il radar assassino 
La lotta della popolazione di Niscemi e dei comitati popolari contro il Muos è divenuta nel tempo sempre più radicata e radicale.

La lotta dei No Muos è passata dalla testimonianza all’azione diretta. Per oltre due mesi, oltre al presidio permanente sono state attuate azioni di blocco in tutti gli accessi alla base militare statunitense, dove dovrebbe essere installato il super-radar.
La risposta del governo è arrivata nella notte tra il 10 e l’11 gennaio, quando con ingente spiegamento di forze hanno brutalmente spezzato i blocchi e fatto entrare con la forza la gru necessaria al proseguimento dei lavori.
continua…
 
 
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°  
 
Grecia. Resistenza dignità solidarietà 
Ieri c’è stata la
rioccupazione e il lo sgombero di Villa Amalias, una delle più antiche esperienze di autogestione di Atene. Di seguito la dichiarazione dei 93 anarchici arrestati scritta all'interno del quartier generale della polizia.

Nulla di meno che la nostra posizione non negoziabile per gli spazi sociali che ci sostengono. Nulla di diverso da quello che diciamo e quello che facciamo tutti questi anni in squat, in spazi auto-organizzati, nelle manifestazioni, negli scioperi e per le strade. continua…

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
prossime iniziative

Antipsichiatria 
A dicembre si è costituito il collettivo antipsichiatrico Francesco Mastrogiovanni: tra un paio di settimane sarà attivo un telefono disponibile una sera a settimana per dare una mano a chi vuole resistere agli abusi della psichiatria.
In programma anche proiezioni video, banchetti e serate informative.
Il prossimo appuntamento è fissato per
Martedì 22 gennaio alle ore 21
in corso Palermo 46

°° 
Venerdì 15 febbraio ore 20
Aperibenefit per il telefono antipsichiatrico e presentazione dell’iniziativa.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
No Cave – No terzo valico
Martedì 22 gennaio ore 10 ad Alessandria in via Galimberti 
Presidio contro la discarica di Sezzadio e le cave per il terzo valico

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Arance amare 
Sabato 26 gennaio mostra itinerante e volantinaggio nei mercati delle zone popolari di Torino sulle condizioni dei braccianti impiegati nella raccolta degli agrumi.
Appuntamento alle 9,30 in corso Palermo 46 – per info: 338 6594361

Anarres info. Arance ed africani, sfratti, cie, treno nucleare, processi, Grecia, muos…

Arance amare. Storie di africani come noi

Le arance, i mandarini, le clementine che fanno mostra di se nei mercati di Torino, sono state raccolte da lavoratori stagionali, che vengono pagati 50 cent alla cassetta di arance, 1 euro per cassetta di mandarini. Ogni cassetta pesa una media di 18/20 chili. In una giornata di lavoro la media arriva a 25 euro. In nero, non tutti i giorni ma solo quelli che il caporale ingaggiato dai padroni decide di sceglierti. Se alzi la testa, se reclami per i ritmi o per la paga, puoi anche andartene, perché nessuno ti chiamerà più. Continua...

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Torino. Corteo antisfratti in Barriera

Sabato 19 gennaio. Circa 200 i partecipanti al corteo indetto dall’assemblea contro gli sfratti di Porta Palazzo, uno spazio di incontro e relazione dove si auto organizzano sfrattati e solidali sia per resistere agli sgomberi sia per prendersi una nuova casa, occupando stabili abbandonati. Continua…

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Quei materassi che bruciano ogni notte

Stefania è quasi avvocato. Martedì scorso è entrata nel CIE di Torino per incontrare un cliente, un ragazzo pestato a sangue durante l’ultima rivolta dei reclusi di corso Brunelleschi.
La protesta si è fatta incandescente nella notte del 13 gennaio, un freddo cane e niente riscaldamento. Alcuni prigionieri bruciano i materassi, altri salgono sui tetti, fuori la polizia intercetta qualche manciata di solidali, poi, dopo l’arrivo di altri, li rilascia.
Continua…

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Avigliana. No Nuke sui binari, la polizia sgombera

Martedì 15 gennaio. Dopo oltre un mese e mezzo di rumores sul possibile passaggio di un nuovo treno carico di scorie nucleari, provenienti dal deposito Avogradro di Saluggia e dirette all’impianto di riprocessamento della Areva a La Hague, lunedì sera il tam tam degli antinuclearisti ha suonato la sirena d’allarme nel tardo pomeriggio, quando è arrivata la conferma che erano cominciate le operazioni di carico del treno a Vercelli, dove arrivano in camion le scorie provenienti da Saluggia.
Continua...

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Gioco delle tre carte in tribunale

Lunedì 14 gennaio. In tribunale riprende il processo contro gli antifascisti accusati di furto aggravato per aver strappato manifesti fascisti. Una farsa che avrebbe dovuto chiudersi mesi fa, quando gli stessi fascisti sostennero che i manifesti erano stati strappati e non rubati. Ma il giudice ha deciso di procedere ugualmente.
continua…

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Atene. 10.000 in corteo, liberati gli anarchici

Nella mattinata del 12 gennaio si è svolta una grande manifestazione anarchica nel centro di Atene in difesa degli spazi occupati e per la liberazione dei compagni arrestati il mercoledì precedente dopo la rioccupazione di Villa Amalias e il nuovo sgombero dello squat.

In questo video si può vedere l’imponenza della manifestazione.

Nelle stesse ore i 92 compagni presi a Villa Amalias sono comparsi in tribunale, che ne ha deciso la liberazione con obbligo di firma bimensile.

Qui il comunicato degli arrestati, qui un piccolo gesto di solidarietà a Torino.

Continua…

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Torino. Striscione al consolato greco per gli anarchici arrestati

Questa sera di fronte alla sede del consolato greco di Torino, in corso Galileo Ferraris 65, è stato appeso uno striscione con la scritta: “Atene: libertà per gli anarchici arrestati”.
Un piccolo gesto di solidarietà con i nostri compagni colpiti dalla repressione in Grecia.
continua…

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Tiri sassi alla polizia? È legittima difesa!

La sentenza di assoluzione di tre immigrati accusati di resistenza e lesioni per aver dato vita ad una rivolta nel CIE di S. Anna ad Isola di Capo Rizzuto ha suscitato grande scalpore.
Non capita tutti i giorni che tre senza carte arrestati dopo diversi giorni sul tetto, tirando tutto quello che avevano contro la polizia, vengano assolti per legittima difesa.
continua…

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
No Tav. Alla sbarra la resistenza alle trivelle
Gennaio e febbraio saranno mesi cruciali per gli attivisti incappati nella repressione dello Stato. Martedì 8 gennaio ha preso il via il processo contro otto No Tav accusati di resistenza per uno degli episodi della lotta contro la campagna di trivellazioni del 2010. Era il 7 febbraio, il freddo era intenso all’autoporto di Susa, dove si tenevano le assemblee di movimento per decidere le iniziative di contrasto di quel primo gigantesco sondaggio politico nei confronti del movimento No Tav, che resistette con molta determinazione, al punto da obbligare il governo a interrompere le verifiche geognostiche quando ne erano stati fatte poco più di un terzo.
continua…

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Niscemi. Sgomberati i blocchi contro il radar assassino

La lotta della popolazione di Niscemi e dei comitati popolari contro il Muos è divenuta nel tempo sempre più radicata e radicale.
La lotta dei No Muos è passata dalla testimonianza all’azione diretta. Per oltre due mesi, oltre al presidio permanente sono state attuate azioni di blocco in tutti gli accessi alla base militare statunitense, dove dovrebbe essere installato il super-radar.
La risposta del governo è arrivata nella notte tra il 10 e l’11 gennaio, quando con ingente spiegamento di forze hanno brutalmente spezzato i blocchi e fatto entrare con la forza la gru necessaria al proseguimento dei lavori.
continua…

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Grecia. Resistenza dignità solidarietà

Ieri c’è stata la rioccupazione e il lo sgombero di Villa Amalias, una delle più antiche esperienze di autogestione di Atene. Di seguito la dichiarazione dei 93 anarchici arrestati scritta all'interno del quartier generale della polizia.

Nulla di meno che la nostra posizione non negoziabile per gli spazi sociali che ci sostengono. Nulla di diverso da quello che diciamo e quello che facciamo tutti questi anni in squat, in spazi auto-organizzati, nelle manifestazioni, negli scioperi e per le strade.
continua…

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
prossime iniziative

Antipsichiatria

A dicembre si è costituito il collettivo antipsichiatrico Francesco Mastrogiovanni: tra un paio di settimane sarà attivo un telefono disponibile una sera a settimana per dare una mano a chi vuole resistere agli abusi della psichiatria.
In programma anche proiezioni video, banchetti e serate informative.
Il prossimo appuntamento è fissato per
Martedì 22 gennaio alle ore 21
in corso Palermo 46


Venerdì 15 febbraio ore 20
Aperibenefit per il telefono antipsichiatrico e presentazione dell’iniziativa.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
No Cave – No terzo valico
Martedì 22 gennaio ore 10 ad Alessandria in via Galimberti

Presidio contro la discarica di Sezzadio e le cave per il terzo valico

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Arance amare

Sabato 26 gennaio mostra itinerante e volantinaggio nei mercati delle zone popolari di Torino sulle condizioni dei braccianti impiegati nella raccolta degli agrumi.
Appuntamento alle 9,30 in corso Palermo 46 – per info: 338 6594361 
 
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Per info, contatti ed approfondimenti:

http://anarresinfo.noblogs.org