[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: richiesta di cancellazione dalla mailing list



Per non ricevere più le e-mail di vigilanzademocratica devi toglierti dalla mailing list di Peacelink:
Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI: http://web.peacelink.it

Il 30/01/2013 12.39, teresa.manuzzi at libero.it ha scritto:
Gentile vigilanzademocratica,

non voglio più ricevere le vostre mail,

chiedo quindi che il mio indirizzo mail venga cancellato dalla mailing list

Grazie mille

Teresa Manuzzi

    ----Messaggio originale----
    Da: vigilanzademocratica at yahoo.com
    Data: 30-gen-2013 12.32
    A:
    "vigilanzademocratica at lists.riseup.net"<vigilanzademocratica at lists.riseup.net>
    Ogg: [vigilanzademocratica] L’anonimato è la condizione
    dell’impunità e l’impunità è l’anticamera dell’arbitrio


    *L’anonimato è la condizione dell’impunità e l’impunità è
    l’anticamera dell’arbitrio

    *
    Video%20spot%20vd_large
    <https://we.riseup.net/assets/122265/video%20spot%20VD.jpg>
    *Guarda, diffondi e pubblica lo spot di Vigilanza Democratica*
    <http://www.youtube.com/watch?v=VQVRa3LOi3o&feature=player_detailpage>
    *
    * <http://www.youtube.com/watch?v=VQVRa3LOi3o>


    *Federico Aldrovandi: in carcere tre dei quattro poliziotti
    condannati per l’omicidio*
    La decisione del tribunale di Sorveglianza di Bologna è "un segnale
    di civiltà". E' la prima commossa reazione di Patrizia Moretti,
    madre di Federico Aldrovandi. "Ora spero che li licenzino dalla
    polizia. Questo paese non li merita"
    Lino Aldrovandi: "Penso che i giudici abbiano valutato attentamente
    tutta la vicenda e che abbiamo letto tutte le parole utilizzate da
    loro colleghi nei vari processi in questi sette anni - aggiunge Lino
    Aldrovandi -: sul mancato pentimento sono assolutamente d'accordo
    perché nessuno ha mai rivolto parole di vicinanza a noi come
    famiglia o per Federico. I giudici hanno adottato una decisione
    estrema, bocciando i servizi socialmente utili: posso dire che avevo
    fiducia nei giudici, nelle istituzioni, non avevo personalmente dei
    dubbi. Credo che sopra a tutto abbiano valutato le grida di aiuto,
    inascoltate, di Federico di quella lontana mattina di sette anni fa.
    Dopo questa decisione ora non resta cha attendere e sperare
    nell'ultima che dovrà venire dalle commissioni disciplinari delle
    varie questure: mi aspetto il licenziamento, come del resto è stato
    chiesto da uno dei sindacato di polizia, il Silp-Cgil che ci è
    sempre stato vicino".[leggi l'articolo]
    
<http://www.vigilanzademocratica.org/index.php?option=com_content&view=article&id=204:in-carcere-tre-dei-poliziotti-che-uccisero-federico-aldrovandi&catid=36:denuncia&Itemid=57>

    *Cosa alimenta la sfiducia e l’odio verso la polizia?*
    *Non certo a nostro parere sentente come quella del tribunale di
    Sorveglianza di Bologna, quanto comunicati come quello emesso dal
    COISP
    
<http://www.coisp.it/ultimissime13/ALDROVANDI%203%20POLIZIOTTI%20IN%20CARCERE%20COME%20A%20VOLTE%20NON%20CAPITA%20NEPPURE%20AI%20PEGGIORI%20DELINQUENTI.pdf>
    alla notizia della condanna al carcere di questi poliziotti che
    ricordiamo _hanno massacrato e ucciso un ragazzo inerme_. *
    **
    **

    *La Spagna**tortura, no all'estradizione di Lander Fernandez*
    Proseguono le iniziative di protesta e denuncia contro la
    persecuzione spagnola di Lander Fernandez e di tutti i prigionieri
    politici baschi. Ieri sera blitz all'inaugurazione della mostra su
    Rodin alla Reale Accademia di Spagna di Roma. Ieri sera un gruppo di
    attivisti del Comitato un Caso Basco a Roma ha contestato
    l'inaugurazione della mostra di Auguste Rodin presso la Reale
    Accademia di Spagna a Roma, per denunciare la violazione dei diritti
    umani in Spagna, in particolare per quello che riguarda i detenuti
    politici baschi, e chiedere che Lander Fernandez, attivista basco
    detenuto agli arresti domiciliari da ormai sette mesi a Roma, non
    venga estradato in Spagna dove rischia una persecuzione giudiziaria
    e di essere torturato.**
    [leggi l'articolo]
    
<http://www.contropiano.org/it/news-politica/item/14185-la-spagna-tortura-blitz-allaccademia-di-spagna-a-roma>