[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Resistenza] Venti di guerra e di rivoluzione: giù le mani dalla Siria [+Resistenza 9/2013]




Testata%20resistenza_large
Partito dei Comitati di Appoggio alla Resistenza - per il Comunismo (CARC)
Via Tanaro, 7 - 20128 Milano - Tel/Fax 02.26306454
e-mail: resistenza at carc.it – sito: www.carc.it


Milano, 29 agosto 2013

Venti di guerra e di rivoluzione: abbasso le iene imperialiste!
Giù le mani dalla Siria!
Le iene imperialiste, da Obama al pio Bergoglio, passando per Hollande e Cameron (la Merkel si astiene, punta a vincere le elezioni del 22 settembre) e i loro complici italiani, si preparano a  scatenare sulla Siria i loro bombardieri. La Repubblica Pontificia partecipa con le basi USA e NATO che costellano il nostro territorio, (parteciperebbe anche con l’impianto radar di Niscemi contro cui si sta battendo eroicamente il movimento NO MUOS, se la mobilitazione non ne avesse rallentato i lavori!) e con i suoi bombardieri (quelli vecchi, perché gli F35 non li ha ancora in mano, li ha solo pagati).
(…) Le manovre e le cautele a cui i governi dei paesi imperialisti devono ricorrere per scatenare le loro guerre sono la conferma della loro debolezza: ognuno di essi sa che non riuscirebbe a portare le masse popolari del proprio paese dalla sua parte su grande scala, quindi ricorre a camuffamenti per scavalcarle ed evitare che l’opposizione si aggreghi (l’esempio della Merkel è lampante).
(…) Non è per quello che fa di male che il governo Assad è nelle mire delle potenze imperialiste, ma per quello che fa di buono, perché non si sottomette in tutto e per tutto ai disegni (per altro contrastanti), ai voleri e alle pretese dei gruppi imperialisti americani, europei e sionisti.
 

L’eroica resistenza delle masse popolari egiziane

Le masse popolari egiziane combattono in questi giorni un’accanita ed eroica lotta contro le forze armate egiziane che sono al servizio della comunità internazionale dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti. Alle masse popolari egiziane va e deve andare la solidarietà di tutte le forze progressiste e del movimento comunista di tutto il mondo. La loro lotta rafforza la nostra lotta. La nostra lotta rafforza la loro lotta. La vittoria delle masse popolari egiziane rafforzerà le masse popolari in tutto il mondo. Essa contribuirà alla rinascita del movimento comunista già in corso, perché solo sotto la guida del movimento comunista e della sua concezione del mondo, il marxismo-leninismo-maoismo, le masse popolari egiziane riusciranno a superare le divisioni attuali su cui fanno leva i gruppi imperialisti e a imboccare una via di progresso.

1810_large
 
E’ uscito Resistenza n. 9/2013
·         Materialismo dialettico (#2)
A norma di legge potete essere esclusi da questa lista di distribuzione,
RISPONDENDO A QUESTO MESSAGGIO con la richiesta di CANCELLAZIONE

Cordiali saluti dalla redazione di:
RESISTENZA

Dir. resp. G. Maj - Redazione c/o Centro Nazionale del P.CARC: via Tanaro 7 - 20128 
Milano; tel./fax 02.26.30.64.54

Reg. Trib.MI n. 484/19.9.94 - stamp. in proprio il 31/05/11. Per abbonamenti nazionali ed 
esteri e sottoscrizioni: CCP 60973856 intestato a M. Maj

Sito: www.carc.it