[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Nigeria: quasi 1.000 morti da maggio 2013 ad oggi



Associazione per i popoli minacciati / Comunicato stampa in www.gfbv.it/2c-stampa/2013/130930it.html

Nigeria: quasi 1.000 morti da maggio 2013 ad oggi
APM teme nuove stragi per l'anniversario dell'indipendenza della Nigeria (1 ottobre)

Bolzano, Göttingen, 30 settembre 2013

L'Associazione per i Popoli Minacciati (APM) è estremamente preoccupata per la situazione in Nigeria e teme nuovi attentati della setta estremista Boko-Haram per il giorno dell'anniversario dell'indipendenza del paese africano (1 ottobre). Secondo i dati dell'APM, solamente negli ultimi cinque giorni nel nord della Nigeria sono state uccise circa 87 persone. Da maggio 2013 ad oggi negli stati federali di Yobe, Borno e Adamawa sono stati compiuti da Boko Haram 44 attacchi terroristici che hanno causato 982 vittime. Per i prossimi giorni le forze di sicurezza nigeriane hanno disposto la massima allerta.

L'ultimo terribile episodio dell'escalation di violenza che colpisce la Nigeria si è avuto ieri, 29 settembre, a Gubja, nello stato di Yobe. Alcuni miliziani di Boko Haram hanno assaltato un campus universitario incendiando le aule della facoltà di agraria e uccidendo almeno 42 studenti nel sonno. Nello stato federale di Yobe le scuole avevano riaperto solamente 13 giorni fa dopo essere state chiuse per 10 settimane proprio a causa degli attacchi da parte degli estremisti musulmani di Boko Haram. Sempre nello stato di Yobe altri 29 studenti e quattro insegnanti sono morti durante altri due attacchi compiuti da Boko Haram in giugno e luglio.

Lo scorso 28 settembre due attacchi terroristici compiuti negli stati federali di Borno e Kaduna hanno causato la morte di complessivamente 18 persone. Sette persone sono morte durante l'attacco al villaggio di Gava West nel Borno mentre altre undici persone sono state uccise nel villaggio di Zangang in Kaduna. Lo scorso 25 e 26 settembre i miliziani di Boko Haram hanno ucciso 27 persone, tutti abitanti di un villaggio nelle vicinanze della città di Gamboru (Borno) e giovani appartenenti a una ronda di sicurezza civica.

Di fronte all'impressionante aumento della violenza nel paese molti iniziano a essere scettici rispetto alla certezza di vittoria militare delle forze di sicurezza. Lo stesso ex capo di Stato Maggiore, il generale Martin Luther Agwai, si è mostrato scettico rispetto alla possibilità di una vittoria militare su Boko Haram.

Vedi anche in gfbv.it: www.gfbv.it/2c-stampa/2013/130920it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2013/130802it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2012/121127it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2012/120122it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2012/120111it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2012/120109it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2011/110112it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2007/070330it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2005/051206it.html | www.gfbv.it/2c-stampa/2005/050923it.html | www.gfbv.it/3dossier/africa/nigeria-it.html in www: it.wikipedia.org/wiki/Delta_del_Niger | http://it.wikipedia.org/wiki/Nigeria | it.wikipedia.org/wiki/Guerra_civile_nigeriana

--
> Per i diritti umani. In tutto il mondo / Für Menschenrechte. Weltweit
Associazione per i popoli minacciati / Gesellschaft für bedrohte Völker
Via Marconi Str. 5 - I-39100 Bolzano / Bozen
Dr. Mauro di Vieste - Tel/Fax: +39 0471.972240
Email: info at gfbv.it - www.gfbv.it
5x1000? C.F./MwSt. 94032570213