[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Diritti] I: Mail-bombing per i prigionieri palestinesi in sciopero della fame!





                                                                            
http://www.forumpalestina.org/ 
 
Il Forum Palestina ADERISCE al mail-bombing a sostegno dei prigionieri palestinesi in sciopero della fame e INVITA tutti gli amici della Palestina a inviare il testo qui sotto riportato oppure un messaggio con le tue parole a parlamentari e rappresentanti istituzionali italiani ed europei, chiedendo loro di intervenire! 

Il mail bombing partirà mercoledì 3 maggio:
partecipa tu stesso e condividi via mail e social network il testo sotto riportato.  


Di seguito alcuni indirizzi di posta elettronica a cui mandare la mail:


 
https://servizi.quirinale.it/webmail/ (Presidente della Repubblica),  
presidente at pec.governo.it  (Presidente del Consiglio)
laura.boldrini at camera.it (Pres . Camera Deputati)
http://www.senato.it/4242  (Pr esidente del Senato) 
​locatelli_p@​camera.it (Presidente Co. Umani Camera)​
luigi.manconi at senato.it (Presi dente Co. Diritti Umani Senato)
federica.mogherini@ec.europa.e u (alto rappresentante UE per affari esteri e politica di sicurezza)
   
 
 
Libertà e Dignità per i prigionieri palestinesi
A…….
I prigionieri palestinesi sono in sciopero della fame per la “Libertà e la Dignità” e per il rispetto dei loro diritti fondamentali come stabilito dal diritto internazionale umanitario, che obbligano lo Stato occupante ad osservarli. Amnesty International ha affermato che "la politica decennale di Israele di detenzione dei palestinesi dalla Cisgiordania occupata e di Gaza in prigioni site all'interno di Israele e di privazione di regolari visite dei familiari non è solo crudele, ma è anche una patente violazione del diritto internazionale ".
 
Sono circa 6.500 i prigionieri palestinesi detenuti all’interno di 22 prigioni israeliane, in flagrante violazione della Quarta Convenzione di Ginevra: tra essi 300 minori e 62 donne. Di questi 500 sono in carcere senza accusa e senza processo, e la loro detenzione può essere rinnovata arbitrariamente ogni sei mesi.
 
Essi chiedono di poter ricevere visite dai parenti; la fine dell’isolamento e della detenzione senza accusa e senza processo; la fine degli arresti arbitrari di massa, delle torture, dei maltrattamenti e delle misure punitive, che non escludono donne e minori; assistenza e cure mediche; il diritto all’istruzione; la fine della disumanità cui sono sottoposti nei vari trasporti.
Aderendo allo sciopero della fame, in 1600 sono disposti a rischiare la loro vita e questo è di per sé la prova che le loro richieste e la loro lotta sono giuste e naturali. Come il leader di Fatah, Marwan Barghouti, ha detto nel suo articolo pubblicato il 16 aprile sul New York Times, lo sciopero della fame è "la forma di resistenza più pacifica che ci sia. “
 
La esorto a fare tutto il possibile affinché Israele riconosca le giuste richieste dei prigionieri!
 
Saluti …
 

                                Mail: forumpalestina at libero.it           Sito: http://www.forumpalestina.org    

 
Questa mail ti arriva perchè ti sei iscritto/a oppure hai avuto una corrispondenza con i gestori del sito. I tuoi dati non saranno in alcun modo resi pubblici o ceduti a terze persone. Serviranno solo ed esclusivamente per l'invio delle NewsLetter  nel pieno rispetto delle vigenti leggi sul diritto della privacy. Per cancellarti puoi farlo direttamente dal sito sopra indicato nell'apposita sezione.