[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Finmeccanica/ In elicottero una pioggia di soldi e ordini



Vola verso nuove commesse l'elicottero EH101 dell'AgustaWestland, dopo che gli Stati Uniti hanno scelto la versione americana US101, che dal 2009 sarà usata dal presidente americano. E' con questo biglietto da visita che la controllata di Finmeccanica si presenterà alle prossime gare: fra Usa, Giappone, Gran Bretagna, Italia e altre opportunità, per AgustaWestland si apre una potenzialità di forniture per circa 400 macchine militari nei prossimi 15-20 anni e una conseguente pioggia di quattrini (difficile da quantificare oggi perché non c'é un prezzo standard per questa categoria di velivolo).

La sola Gran Bretagna sta mettendo a punto un programma stimato in circa tre miliardi di sterline per ammodernare nei prossimi 15-20 anni la flotta elicotteristica e il fatto che abbia già ordinato e messo in servizio 44 EH101 per la Marina e 22 per l'Aeronautica fa ben sperare per prossime forniture.

Negli Usa, dopo i 23 elicotteri Marine One, l'Aviazione e la Guardia Costiera possono acquistare rispettivamente circa 200 e 50 elicotteri, mentre in Giappone (dove è gia in servizio un EH101 con la Polizia Metropolitana di Tokyo) la Marina Militare ne ha ordinati 14 (che saranno prodotti dalla Kawasaky su licenza AgustaWestland) e potrebbe ordinarne altri 30-40 per attività di soccorso e pattugliamento delle acque territoriali. Ordini che, però, il governo di Tokio sarebbe orientato a fare a più riprese in un certo arco di anni.

In Italia, la Marina Militare ha ordinato ventiquattro EH101, di cui diversi già in servizio operativo, per sostituire gli SH-3D mentre l'Aeronautica Militare potrebbe orientarsi verso gli EH101 per sostituire i vecchi elicotteri S-61, che utilizza per il trasporto di Stato e del Pontefice, e gli HH-3F impiegati per le attività di ricerca e soccorso. SH-3D, S-61 e HH-3F sono tutti elicotteri della Sikorsky (prodotti su licenza in Italia da Agusta negli anni '70), la societa' statunitense uscita sconfitta dalla gara negli Stati Uniti.

L'EH101, già scelto dalle Forze Armate di Canada, Gran Bretagna, Italia, Giappone, Danimarca e Portogallo per un totale di 146 unità a cui si aggiungono le 23 del Marine One, sfruttando il successo negli Stati Uniti potrebbe approdare anche su quei mercati dove esistono requisiti per un elicottero di questa categoria e, in numero limitato, potrebbe essere scelto da vari Paesi per il trasporto di personalità di stato. Fra questi Corea del Sud (che prima di scegliere ha atteso appositamente l'esito della gara in Usa), India ed Emirati Arabi Uniti. In versione civile, l'EH101 è proposto sul mercato in ruoli quali il collegamento con le isole minori o per il trasporto del personale sulle piattaforme petrolifere.

La vittoria dell'US101, dunque, non ha allentato la tensione della struttura commerciale di AgustaWestland e al quartier generale di AgustaWestland a Cascina Costa, in provincia di Varese, si guarda alle prossime gare e si sondano le possibilità per proporre questa tipologia di elicottero su nuovi mercati. Sulla mappa dei potenziali nuovi acquirenti ci sono sia quelli dove esiste un requisito per sostituire gli SH-3D, sia quelli dove esiste la necessità di un elicottero come l'EH101. Ad esempio, l'India dovrà sostituire gli SH-3D in dotazione alla Marina. Non sembra un'opportunità vicina, ma si lavora nel caso ci sia una richiesta nei prossimi anni.

L'EH101, considerato il miglior elicottero nella sua categoria, sembra dunque poter avere davanti un grande futuro, a maggior ragione dopo che la US Navy, dopo tre anni di attenta ed approfondita analisi, lo ha scelto per trasportare il presidente degli Usa per almeno i prossimi 20 anni.
Sabato 19.02.2005 15:41