[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

La Maddalena. Pezzotta (Cisl) a favore di uno smantellamento graduale



dalla nuovas  gallura del 24\9\2005

La Maddalena. Pezzotta (Cisl) a favore di uno smantellamento graduale
«La base Usa deve chiudere»

LA MADDALENA. «Qui serve una politica di salvaguardia e il rilancio del settore industriale: non si può pensare a una Sardegna senza industria e artigianato. E il turismo può crescere ancora molto». Anche alla Maddalena, ha detto il leader della Cisl, Savino Pezzotta, al seminario dedicato ai pensionati. «Per questo - ha spiegato - occorre prevedere un abbandono graduale della base americana di Santo Stefano. Graduale perché non è pensabile dal punto di vista tecnico e soprattutto per via delle ricadute economiche che ci sia un abbandono totale complessivo. La Maddalena è una grande risorsa della Sardegna e pertanto va restituita, come risorsa dal punto di vista del turismo e delle sue bellezze naturali. Per la Cisl l'abbandono e l'uscita è necessaria, ma le modalità devono essere concordate con la realtà sarda. È fondamentale pensare alle alternative». Molto chiara anche l'opinione espressa per quanto riguarda il futuro dell'arsenale. «La marina deve presentare un piano di riutilizzo, attraverso un progetto di riconversione delle strutture che possano garantire importanti sbocchi occupazionali. Ma, anche in questo caso - ha concluso Savino Pezzotta - bisogna procedere per gradi, attraverso un'adeguata attività di formazione professionali nei confronti delle persone che un domani saranno impiegate nella nuova realtà». (a.n.)