[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Accordo con la Regione Piemonte per l’uso dei poligoni militari



Accordo con la Regione Piemonte per l’uso dei poligoni militari
Pagine di Difesa, 23 marzo 2006

La presidente della Regione Piemonte, professoressa Mercedes Bresso, e il generale di divisione Franco Cravarezza, comandante Rfc Interregionale Nord, venerdì 24 marzo alle ore 11,00, presso il circolo ufficiali dell’Esercito di Corso Vinzaglio 6, firmeranno congiuntamente i ‘Disciplinari d’uso’ relativi ai 12 poligoni del Piemonte nei quali è possibile svolgere esercitazioni militari di tiro con gli armamenti in dotazione alle Forze armate ed ai Corpi armati dello Stato.

I poligoni, ciascuno con le proprie caratteristiche di utilizzazione, risultano indispensabili per assicurare il minimo addestramento professionale periodico sia di mantenimento che propedeutico alle missioni operative in territorio nazionale ed estero, principalmente per 16 comandi e circa 7.000 militari delle Forze armate in servizio in Piemonte.

Le aree addestrative attualmente in uso ricadono nella giurisdizione di 19 Comuni in quattro diverse province: provincia di Torino, i poligoni di Baudenasca, Gad, Tavernette, Val Thuras Rhuilles e Pian dell’Alpe; provincia di Cuneo, i poligoni di Col Maurin, Pian Madoro, M. Castello di Quarzina, Salmour e caserma “Della Chiesa”; provincia di Biella per quello di Candelo Massazza; provincia di Novara per quello di Cascina Galdina.

L’individuazione concordata dei poligoni di tiro e delle modalità di utilizzo degli stessi a scopi addestrativi è regolata dalla Legge 898 del 24.12.1976 “Nuova regolamentazione sulle Servitù militari” e successive modifiche (104/1990), che delega la competenza a uno specifico ‘Comitato misto paritetico’, presieduto dal comandante Rfc Interregionale Nord e composto da sette rappresentanti della Regione Piemonte, quattro membri militari, il direttore regionale dell’Agenzia del Demanio e il direttore regionale della Ragioneria di Stato.

Il Comitato è un organismo consultivo che ha il compito di garantire l’utilizzazione dei poligoni sulla base delle esigenze della Difesa e a garanzia degli interessi privati e pubblici. Si riunisce periodicamente per determinare i periodi di utilizzazione, le modalità d’impiego e le problematiche ambientali e di sicurezza.

I Disciplinari d’uso rappresentano i regolamenti di base per l’utilizzazione di ciascun poligono. Hanno una durata di cinque anni e individuano la tipologia di unità e di armamenti impiegabili nell’area, le norme di sicurezza da osservare e le forme di tutela ambientale e di salvaguardia per la proprietà privata e pubblica.

La cerimonia di firma congiunta Regione-comando Rfc dei Disciplinari d’uso 2006-2010 avviene alla presenza del Comitato misto paritetico, riunito in convocazione straordinaria, e rappresenta la conclusione di un articolato iter di concertazione che ha interessato tutti i reparti gestori dei poligoni, i Comuni interessati, il Comitato misto paritetico e la Regione Piemonte che li ha approvati con Delibera n. 48-36334 del 26-11-2005.

Nell’occasione la presidente della Regione Piemonte farà visita, per la prima volta, al comando Rfc Interregionale Nord che ha sede nello stesso Palazzo Pralormo e firmerà il libro d’onore.

Fonte: Comando Reclutamento e Forze di Completamento Interregionale Nord, Torino