[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Soddisfazioni in Iraq



Grande vittoria per i sindacati confederali, le lotte pagano, la produzione continua, la guerra anche:

"Finalmente è stato firmato il contratto tra Fincantieri e le autorità governative irachene per la costruzione di quattro pattugliatori destinati alla marina militare dell’Iraq. Sull’evento interviene il sottosegretario alla Difesa Giovanni Forcieri che la scorsa settimana aveva annunciato la firma del contratto, poi slittata a ieri. Oggi il comunicato stampa ufficiale, nel quale Fincantieri conferma che il valore dell’ordine è di oltre 80 milioni di euro. Le quattro navi saranno consegnate entro la prima metà del 2009, con un intervallo di tre mesi tra l’una e l’altra. Il contratto, che prevede la fornitura del relativo supporto logistico e dell’addestramento, è stato concluso anche grazie alla proficua collaborazione dei Ministeri italiani della difesa e degli affari esteri, attraverso l’ambasciata a Baghdad. Le unità, che costituiranno il nucleo centrale della flotta di pattugliamento della Marina irachena, avranno compiti assimilabili a quelli della nostra Guardia Costiera. Saranno destinate a compiere missioni di sorveglianza della Zona Economica Esclusiva, condurre operazioni di ricerca e salvataggio, controllo del traffico marittimo, che prevede anche ispezioni a bordo delle navi in transito, e operazioni antincendio. Le navi derivano per evoluzione dai pattugliatori che Fincantieri ha sviluppato per la Guardia Costiera italiana, le cinque unità della classe "Diciotti", e da quello realizzato per le forze armate di Malta. Le unità verranno costruite sotto la sorveglianza del Registro Italiano Navale (Rina) secondo stringenti standard internazionali in tema di sicurezza e di rispetto dell’ambiente. Fincantieri curerà anche la fornitura di sistemi e componenti navali: il sistema di stabilizzazione, gli apparati di propulsione, con motori Isotta Fraschini V1716T2MSD da 2360 kW e linee d’asse ed eliche a passo variabile, e quelli di generazione elettrica con generatori Isotta Fraschini L1306T3ME da 220 kW. Ricordiamo che Isotta Fraschini Motori, con sede a Bari, è un’azienda di Fincantieri Sulla firma del contratto è intervenuto Giovanni Lorenzo Forcieri (DS), sottosegretario alla Difesa, che, spezzino di nascita e residenza, nonché figlio di un "cantierino", da sempre segue con particolare attenzione l’industria cantieristica nazionale. In una nota alla stampa l’esponente di Governo dichiara che «l’ordine che si è aggiudicato Fincantieri, superando le ultime difficoltà, segna un passo di grande importanza per la nostra cantieristica, quella ligure in particolare. L’intesa raggiunta ribadisce l’importanza dei positivi rapporti che intercorrono tra il nostro paese e l’Iraq». «Questo evento - conclude Forcieri - dimostra che il nuovo governo iracheno inizia ad operare, pur nelle difficoltà derivanti dai perduranti attacchi terroristici, ad occuparsi dei problemi del Paese e che procede il nostro impegno civile, economico e sociale in Iraq»".

15 settembre 2006