[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

lettera aperta a chi grida 10.100.1000 nassyria



visto il ripetersi  ad ogni manifestazione  pro palestina   di bandiere 
briuciate  e di slogan vergognosi  ed insultanti  verso i morti  di 
nassyria  ho deciso   di scrivere una lettera  a  quelli dle movimento 

Cari compagni \e
Capisco il vostro scendere  in piazza  per  contro vostro e din non 
unirvi  alla sinistra di governo  ( quella che un tempo --- e alcuni 
sia  a destra sia  [sic ] a sinistra  continuano  ancora oggi --- 
veniva chiamata sia in senso ironico , sia in quello dispregiativo   
sinistra parlamentare  )  per  le  sue ambiguita  sulla questione 
palestinese vedere in merito  il  precedente post  di  Solaria ( qui 
l'url  http://snipurl.com/133h3 )  da parte dei nostri politica  post 
tangentopoli o manipulite   . Ora Condivido  quelo che dite  
sull'occupazione   dell'Iraq  da parte delle truppe Americane e Inglesi 
ed [SIC ] Italiane, e sulla questione palestinese  perchè è giusto 
protestare e manifestare  contro m'arroganza  d'israele che non 
consente al popolo palestinese di  poter raggiungere  l'obbiettivo  di  
costruirsi uno stato  automo ed occupa  territori che  in base  alle 
risoluzioni dell'Onu in merito  non gli appartengono   Infatti non 
bisogna dimenticare  che  quando dopo la seconda guerra mondiale fu 
deciso  di dare  ( giustamente  dopo  quella  che avevano passato  in 
Europa  con pogrom e persecuzioni \ leggi  razziali  sia naziste che 
fascite )  fu deciso che in quella terra  la palestina  sorgessero due 
stati  uno ebraico e uno arabo . Lo stato ebraico  è sorto forte  ed ha 
occupato territori non siuoi  . Quello arabo non è mai  stato 
costituito un affronto al popolo arabo insomma,dovrebbe è 
nell'interesse  d'israele e  della sua sicurezza, ma anche e 
soprattutto  per riportare la pace in una zona martoriata  da 60 anni 
di guerre e repressioni  legate direttamente o indirettamente al 
conflitto arabo -israeliano  che si detterini la realizzazione delllo 
stato palestinese 
Ma quello che non condivido è il metodo  con cui  lo esprimete 
Infatti  neanche  pensando a questo   ci si comporta in questo modo 
contro producente  e autolesionista .  Tale  comportamento non è  nè 
civile netanto meno democratico  ( sia  che per  democrazia  s'intenda 
democrazia diretta [ popolare  \ ploretaria ] = il potere è 
amministrato direttamente dal popolo, come avveniva nell'antica Grecia, 
dove i cittadini si riunivano nell'agorà (piazza) ; sia  democrazia 
indiretta [Borghese] = il potere è amministrato da rappresentanti del 
popolo (il parlamento). L'Italia è una repubblica parlamentare ( quindi 
a democrazia indiretta) che usa come unici strumenti di democrazia 
diretta il referendum e l'iniziativa popolare )  continuia   sul mio 
blog  http://snipurl.com/133h7


Naviga e telefona senza limiti con Tiscali     
Scopri le promozioni Tiscali adsl: navighi e telefoni senza canone Telecom

http://abbonati.tiscali.it/adsl/