[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Oggi a Novara sarà distribuito questo volantino



Questo volantino, sarà distribuito a Novara oggi, sabato 19 maggio alla
manifestazione contro gli F 35.
_______________________________________________________
Contro tutte le armi dell'imperialismo italiano

L'uso dell'aeroporto di Cameri per l'assemblaggio degli F35 e la
manutenzione dei cacciabombardieri Eurofighter e Tornado è solo una
delle tante azioni con cui l'Italia prepara le proprie guerre: fra
queste vi sono il raddoppio della base USA di Vicenza, la costruzione di
navi militari con la Francia (accordo del 2004 per 27 fregate di cui 10
per la marina italiana) e la partecipazione al sistema satellitare
europeo Galileo (che potrà essere usato per scopi sia civili sia
militari) e l'accordo con gli Usa  sullo scudo missilistico...

A questi investimenti militari si accompagnano una serie di azioni
belliche e diplomatiche: le missioni militari in Iraq, Afghanistan,
Libano; gli accordi militari con USA, altri paesi europei o del Medio
Oriente (Egitto, Israele, Libano.).

Queste azioni militari o diplomatiche sono fatte in autonomia dai governi
italiani sia di destra sia di sinistra, anche se in un quadro di
alleanze che vede varianti: se il governo Berlusconi era più vicino
all'alleato USA, il nuovo governo Prodi cerca nuovi margini di
autonomia trovando accordi coi paesi europei e arabi; ma sia l'una sia
l'altra sono politiche imperialiste per gli interessi nazionali e per
le imprese capitalistiche italiane: garantire loro l'accesso
privilegiato ai mercati internazionali, il controllo delle fonti di
profitto e materie prime (es. i giacimenti petroliferi di Nassiriya
assegnati all'ENI, il mercato della ricostruzione di Iraq e Libano. ) e
aumentare l'influenza dell'Italia nelle varie parti del mondo (Golfo
Persico, Balcani, Corno d'Africa.) per accaparrarsi quote maggiori di
ricchezza prodotta mondiale.

Per questo l'attuale governo ha aumentato le spese militari, imponendo
ai lavoratori nuovi sacrifici.

E' inaccettabile quel paci-militarismo europeista di una certa
"sinistra radicale" che dopo aver sostenuto il rifinanziamento alle
missioni militari del governo Prodi criticando gli F35 americani
tollerano e a volte appoggiano i più "umanitari" aerei da guerra
Eurofighter. e i tanti accordi militari nell'ambito delle potenze
europee.

Siamo contro tutte le guerre, e quindi contro tutti gli armamenti sia
Usa, sia europei, sia di casa nostra (ricordiamo che le bombe a grappolo
che fan saltare in aria e sfregiano i bambini afgani e irakeni sono made
in Italy).

Vogliamo cogliere l'occasione rappresentata dalla iniziativa della
carovana contro la guerra,  per dare un contributo - sulla base di
questi nostre posizioni, e in particolare dell'opposizione
all'imperialismo italiano - in direzione di una continuità della lotta
contro la guerra e di un collegamento di tutte le realtà che si stanno
mobilitando contro le missioni militari.

La violenza dell'uomo sull'uomo deve diventare un ricordo di un epoca
di barbarie e gli armamenti cimeli da museo: la lotta delle masse
sensibili contro le guerre può rendere concreta questa aspirazione solo
se è collegata alla lotta contro il sistema di sfruttamento e di
oppressione capitalistico che le generano.



-        Contro tutte le installazioni belliche dell'imperialismo
italiano, con armamenti nazionali, USA o europei

-        Contro tutte le missioni militari, di destra o di sinistra, a
fianco degli USA o con altri paesi, con o senza il timbro dell'ONU

-        Contro tutti gli imperialismi e le loro armi, a partire
dall'imperialismo di casa nostra: l'imperialismo italiano

                            Comitato di lotta internazionalista - Torino 
www.lottainternazionalista.org

                                   Pagine Marxiste -
redazione at paginemarxiste.it

GCR - lav_com at tin.it

                                   Collettivo internazionalista-Napoli - 
kollintern at gmail.com

                                   Red link -  red_link at tiscali.it


Fotocopiato in proprio  -Torino , 18/5/2007 v, baveno 23