[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Fwd: Repubblica Ceca - Appello per petizione on-line



----------  Forwarded Message  ----------

Petizione on-line contro l'installazione di una base radar USA in
 Repubblica Ceca. 500.000 firme per far pressione sul governo e il Parlamento
 ceco perche' indicano un referendum.

http://www.nonviolence.cz

Il progetto degli Stati Uniti NMD - sistema missilistico nazionale, e' un
 progetto molto complesso che prevede la produzione di nuove armi e
 l'installazione di basi militari americane in diversi punti del pianeta.
 In particolare in Europa il primo passo e' l'installazione di un radar in
 Repubblica Ceca e di una base con missili intercettori in Polonia. Questo
 piano ha diviso l'Europa, che al momento attuale non e' in grado di dare
 una risposta unita, coerente e nonviolenta alla politica aggressiva degli
 Stati Uniti. Le reazioni della Russia e della Cina hanno creato
 un'atmosfera da "guerra fredda". Aumentano le tensioni internazionali,
 e' ripresa una folle corsa agli armamenti (convenzionali e nucleari) e
 soprattutto si pongono le basi per la militarizzazione ed il controllo dello
 spazio.

Il 70% della popolazione ceca e' contraria all'installazione di una base
 militare degli Stati Uniti sul proprio territorio. Nonostante questo il
 governo ceco e quello americano continuano le trattative che ormai stanno
 volgendo al termine.

Il popolo ceco dichiara che qualsiasi contratto il governo ceco stipulera' 
 con quello americano sul progetto dell'installazione di basi militari USA
 sul territorio della Repubblica Ceca, non avra' nessun valore legale, per
 cui il popolo ceco non si sentira' in alcun modo vincolato a nessun tipo di
 impegno. Non basta un rispetto formale della legge raggiungendo in
 Parlamento una maggioranza relativa per parlare di vera democrazia. Quando
 un Governo prende una decisione che va chiaramente contro la volonta' della
 maggioranza dei cittadini non rispetta la democrazia nel suo spirito e nella
 sua essenza piu' profonda.

Il governo USA deve comprendere chiaramente che sta dialogando non con il
 popolo ceco ma con una minoranza che non rappresenta la volonta' della
 maggioranza dei cittadini, per cui qualsiasi accordo non avra'  nessun valore
 legale. Gli amici americani devono anche comprendere chiaramente che la loro
 politica sta generando un sentimento diffuso di "antiamericanismo" che
 prima non era presente nella cultura ceca. La loro politica aggressiva si
 rivolgera' contro loro stessi. Sappiamo che e' gia' cominciata una azione
 nonviolenta di boicottaggio dei prodotti americani e questo fenomeno potra'
 diffondersi enormemente anche oltre i confini del territorio ceco.

La maggioranza dei cechi non vuole basi militari straniere sul proprio
 territorio. La maggioranza dei cechi vuole decidere su questi problemi
 tramite un referendum, strumento fondamentale di qualsiasi democrazia.

Jan Tamas
Movimento nonviolento contro le basi in Repubblica Ceca

Dana Feminova
Europa per la pace

-------------------------------------------------------

-- 
francesco iannuzzelli    francesco at peacelink.org
associazione peacelink   http://www.peacelink.it