[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Appello per una manifestazione nazionale contro le basi militari e contro la guerra permanente



Con preghiera di diffusione e, se condiviso, di adesione a angelicaromano at tiscali.it

**************************

 

Appello per una manifestazione nazionale  

contro le basi militari e contro la guerra permanente

 

In Italia vi sono oltre 100 basi ed installazioni militari che vanno da Bolzano a Lampedusa. Queste strutture non servono a difendere la popolazione da attacchi esterni ma, invece, costituiscono un grave pericolo per la sicurezza dei cittadini sottraendo spazi alla vita civile ed investendoli per la guerra permanente.

Portaerei, cacciabombardieri, sottomarini, aerei, elicotteri, missili, bombe, macchine di morte di ogni specie possibile passano e stazionano nelle installazioni militari. Senza trascurare il devastante impatto ambientale che la presenza di tali armi determina, partecipiamo tutti, senza volerlo, alla guerra.

Abbiamo detto NO al Dal Molin e continueremo a dirlo, ma lo stesso vale per il resto del territorio italiano, orami ricoperto di basi e prima linea della guerra globale.

Proponiamo che il 2 giugno abbia luogo a Napoli una manifestazione nazionale contro le basi militari.

Perché a Napoli?

Napoli è una città invasa da strutture militari, e uno dei principali porti per sostenere i conflitti in Medio Oriente e non solo: qui si è trasferito il comando di tutta la Marina Militare statunitense, per il controllo di Europa, Asia (Medio Oriente) e Africa. Questa città è divenuta lo snodo del traffico di portaerei, sottomarini a propulsione nucleare e armamenti di ogni genere.

 

 Perché il 2 Giugno?

Il 2 giugno è la Festa della Repubblica, e noi vogliamo celebrarla ricordando che l’Italia è e deve essere uno Stato di Diritto e non può essere rappresentata da una parata militare.

 

Per questo il 2 giugno 2008 tutti a Napoli: per dire “basta alle basi, basta alla guerra”

 

Comitato Pace, Disarmo e Smilitarizzazione della Campania,

Rete Lilliput (Na), Asper, Manitese (Na), Donne in nero (Na), Peace Link (Na), Un ponte per…(Na), Sinistra Critica (Na), Le comunità per lo sviluppo umano (Na), FGCI (Na), PdCI (Na), Assopace (Na), PRC (Na), Giovani Comunisti (Na), Federazione Campana RdB/CUB, Attac (Na), Centro Gandhi.