[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Nucleare: Germania; coro di no ad armi USA



 23 giugno 2008
Nucleare: Germania; coro di no ad armi USA

BERLINO - I politici tedeschi chiedono la rimozione dell'arsenale nucleare americano in Germania: sulla scia delle preoccupazioni sollevate da un rapporto interno dell'Air Force Usa che critica le condizioni di sicurezza di queste armi nelle basi statunitensi in Europa, esponenti della Spd e dell'opposizione hanno esortato Berlino a porre fine all'alleanza atomica con gli Stati Uniti.

Emerso durante il fine settimana, il rapporto - di 118 pagine - include nelle basi a rischio anche quelle di Ghedi Torre (Brescia) ed Aviano (Pordenone) e spiega che gli USA hanno ordigni nucleari ospitati in depositi sotterranei di sei paesi europei. Oltre all'Italia e alla Germania, ci sono il Belgio, l'Olanda, la Turchia e la Gran Bretagna.

"Le armi atomiche in Germania sono un avanzo della Guerra Fredda - ha detto al quotidiano Berliner Zeitung il capo dei liberali, Guido Westerwelle -. Devono essere rimosse". Dello stesso parere è il leader dei Verdi, Juergen Trittin, secondo il quale la cancelliera Angela Merkel dovrebbe opporsi a una partnership nucleare con gli USA.

Per il leader della Sinistra, Gregor Gysi, se la Germania fosse abbastanza forte, "chiederebbe immediatamente agli Stati Uniti il ritiro" delle armi nucleari, che dovrebbe poi distruggere.

E neanche il Partito della Spd alleato alla Cdu nella grande coalizione vuole l'arsenale atomico sul suolo tedesco. Un eventuale ritiro di queste armi, ha detto l'esperto di affari esteri dei social democratici, Niels Annen, sarebbe un grande passo verso il disarmo nucleare. Di diverso parere, gli esponenti della Cdu, che sono a favore del deterrente nucleare.

URL di questo articolo:http://www.swissinfo.ch/ita/swissinfo.html?siteSect=105&sid=9252547