[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Finmeccanica vince commessa in Usa per fornitura 18 aerei G-222



Avranno un allestimento speciale negli stabilimenti italiani di Capodichino
Nuovo colpo grosso di Guarguaglini sul mercato statunitense. A quanto apprende l'Adnkronos attraverso Alenia North America chiuso il contratto da circa 290 milioni di dollari. I velivoli destinati all'Afghanistan

Washington, 29 set.- (Adnkronos) - Nuovo colpo grosso di Pier Francesco Guarguaglini nel mercato Usa. A quanto apprende l'ADNKRONOS la Finmeccanica, attraverso la sua controllata Alenia North America, ha acquisito una commessa per la fornitura di 18 velivoli G-222 costruiti dall'Alenia Aeronautica.

Il contratto, del valore di circa 290 mln di dollari, è stato firmato oggi da Giuseppe Giordo, Ceo di Alenia North America, presso gli uffici della Warner Robins Air Force Bay in Georgia, avendo come contraente l'Air Force Usa.

A quanto apprende l'ADNKRONOS i velivoli verranno destinati dagli Stati Uniti all'impiego da parte della Afghanistan Air Army National Corporation, che ne usufruira' per tasporti umanitari.

I 18 velivoli avranno infatti un allestimento speciale che sarà realizzato in Italia negli stabilimenti di Capodichino. Due apparecchi in particolare avranno una versione singolare essendo destinati al trasporto del presidente afgano, Hamid Karzai.Per questo la firma in Georgia e' avvenuta in collegamento telefonico con Kabul.

Quest'ultima commessa aggiudicata da Finmeccanica si aggiunge alla maxi commessa vinta da Alenia North America per la fornitura del C27J da trasporto per l'Aeronautica statunitense.

Inoltre, non va dimenticato che Finmeccanica a breve aspetta dal governo americano il via libera per l'acquisizione di DRS-Technology, colosso dell'elettronica della difesa statunitense, risposta che Washington dovrebbe dare nei prossimi 60 giorni.

Si conferma così l'intensiva campagna industriale avviata da Guarguaglini 24 mesi fa e che potrebbe riservare ulteriori conferme posizionando il gruppo italiano alivello statunitense ai livelli di colossi come Bae System, colosso dell'industria della difesa britannica.