[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Università/Aziende: appaltati e appaltatori: il ruolo della tecnologia



Inizia il vertice dei grandi che vogliono salvare il capitalismo, e con esso l'umanità intera, dalla grande crisi. «Il capitalismo non è perfetto» e «bisogna trovare modi per far funzionare meglio il sistema», parola di Bush.

"Noi la crisi non la paghiamo". Lo slogan del movimento degli studenti e ricercatori precari, lo slogan dell'onda che rifiuta i tagli alla scuola e all'università, contro la privatizzazione, sostanzialmente contro una riforma che gli affiderebbe il ruolo di immensa area da appaltare per assorbire idee e studi, è sacrosanto.

Il sapere e la tecnologia non possono essere privatizzate per accumulare ricchezza che già restituisce e restituirà precarizzazione in un ambiente nuclearizzato. La grande crisi che ha investito le due facce della stessa medaglia, economia finanziaria Vs economia reale, ha messo in luce la devastazione prodotta anche dal cortocircuito creato dal rapporto perverso fra appaltatori-appaltati, immensi guadagni dei primi e miseria salariale dei secondi.

Non sarà una nuova rivoluzione industriale, un ulteriore salto tecnologico a farci uscire dalla crisi, ma la rivoluzione di questo paradigma culturale ed economico.

Guardiamo ad un aspetto di questo circolo vizioso partendo dall'America e dall'approccio che ha permesso a Obama di vincere, guardiamo la top ten delle aziende che hanno accumulato denaro in questo periodo di guerra:

WASHINGTON - "Siamo qui oggi perchè condividiamo la preoccupazione per l'impatto della crisi finanziaria globale sulla nostra gente". Con queste parole, durante il brindisi ai leader mondiali, il presidente americano, George W. Bush, ha aperto i lavori del G20 di Washington; un club di Paesi che insieme determinano l'82 per cento dell'economia mondiale e oltre il 60 per cento della popolazione del pianeta.
http://finanza.repubblica.it/News_Dettaglio.aspx?del=20081115&fonte=RPB&codnews=204493

BARACK OBAMA: CONNECTING AND EMPOWERING ALL AMERICANS THROUGH TECHNOLOGY AND INNOVATION “Let us be the generation that reshapes our economy to compete in the digital age. Let's set high standards for our schools and give them the resources they need to succeed. Let's recruit a new army of teachers, and give them better pay and more support in exchange for more accountability. Let's make college more affordable, and let's invest in scientific research, and let's lay down broadband lines through the heart of inner cities and rural towns all across America.”
http://www.barackobama.com/pdf/issues/technology/Fact_Sheet_Innovation_and_Technology.pdf

What does Obama’s election mean for science and technology?
http://www.businessreviewonline.com/blog/archives/2008/11/what_does_obama.html

Top 100 Recipients of Federal Contract Awards for FY 2008 1Q
http://blog.edu-cyberpg.com/2008/10/06/Top+100+Recipients+Of+Federal+Contract+Awards+For+FY+2008+1Q.aspx