[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: Finmeccanica: vendere armi in tempo di crisi



giovanissimi lavoratrici e lavoratori morti in cina per tinte tossiche tessuti  commerciati nel mondo, per situazioni insalubri, malattie divulgate da latte in polvere uniceff in africa con aumento morti infantili, morti per commerci e business case farmaceutiche, morti per esperimenti chimici e di medicinali e per la ricerca di laboratorio fine a se stessa, armi di sterminio della flora e fauna della terra che non è certo inferiore o meno degna della specie animale uomo-donna, morti per avvelenamenti, armi pericolose come coltelli presenti in tutte le case usati sulle persone (me ne sono vista anche io lanciare uno nella mia giovinezza e fortuna che non sia andata peggio), sterminio di feti e aborti, morti per armi letali come le parole offensive, morti per omertà, morti per denutrizione, morti per torture, morti per salvare altre vite... il bollettino è lungo e ben più complesso le armi non fanno nulla è chi CHI usa!
grazie
t.

ps.: dell'esercito fan parte guardie forestali da mandare a casa e non controllare più situazione geologica e stato di flora e fauna, abusivi che travalicano passi ecc, mandare a casa polizia carabinieri vigili urbani che han porto d'armi e addetti sicurezza e che possono anche utilizzare le armi, mandare a casa guardia di finanza, guardie giurate, addetti security privati, guardie del corpo, scorte, CACCIATORI CHE USANO ARMI DI STERMINIO UCCIDENDO GRATUITAMENTE E SENZA REMORE LA FAUNA, pescatori per arma pericolosa come l'amo e le esche ecc., bracconieri, macellai, ecc. ecc.
o tutti o nessuno
ero in palestina con i rifugiati a loro togliete tutti per stra-armare chi li opprime che ha dinamite per far esplodere le loro case, li riduce in riserve senza spazi vitali ridotti ammassati, sparano a destra e manca e pallottole volanti colpiscono chiunque, ero nel deserto e là anche con i buldozzer fanno stragi di animali piante e uomini che trovan sul passaggio mentre i poveri del deserto non hanno nulla, si è no tiran qualche sasso per  disperazione, a casa gli ultras e tifosi che fan solo danni e morti e sono pure armati, a casa i pupazzi omicidi che manifestano nei G7-G8-G10 ecc. che fan danni sociali e ambientali oltre che alle persone innocenti, ecc.
E POI LE MANI, A PERICOLOSI QUELLI CHE UCCIDONO CON LE MANI, OCCORRE ALLORA TAGLIARE LE MANI DI QUASI TUTTI GLI ABITANTI DEL MONDO

I FALSI PACIFISTI DISARMARONO ABORIGENI E INCAS E MAYA PER UCCIDERLI  POI CON LE LORO ARMI, PERCHè NON HAN DISARMATO I PIONIERI? I CONQUISTADORES? I MISSIONARI CON ESERCITO? ECC. ECC.

--- Lun 13/12/10, antonio bontempi <antonio at bontempi.net> ha scritto:

Da: antonio bontempi <antonio at bontempi.net>
Oggetto: Re: Finmeccanica: vendere armi in tempo di crisi
A: disarmo at peacelink.it
Data: Lunedì 13 dicembre 2010, 08:54

Oltre a queste cose che condivido ( e io sono interessato a ricevere i link di cui parli) aggiungerei questo:

nel 2010 non ha più alcun senso la retorica militarista "dobbiamo armarci se no ci invadono"
Non ne aveva neppure 100 e più anni fa quando gli stati nazionali ne hanno fatto largo uso e abuso, ma sicuramente in quegli anni discorsi di disarmo (c'erano forze sociali e politiche ch invocavano il pacifismo ad oltranza) si trovavano di fronte una situazione molto, ma molto più difficile di quella odierna.

Oggi vi è una sola equazione da sostenere:  forze militari = morte   militari=assassini o potenziali tali.

Il mondo oggi può fare tranquillamente a meno degli eserciti, quindi ogni posizione di "realismo politico" sono ipocrite ed indegne.

Antonio


On 12/dic/10, at 19:14, corrado penna - fisico wrote:

> non capisco cosa vuoi significare
>
> l’unica maniera per fermare la guerra, ogni guerra, è svuotare gli arsenali, ogni arsenale, è fare in modo che ogni uomo in divisa abbandoni l’uniforme, in ogni nazione
>
> ma per fare questo occorre diffondere una forte presa di coscienza, occorre comprendere come le guerre non vengano disputate tra stati che si contrappongono per brame di potere
>
> in realtà durante la prima come durante la seconda guerra mondiale le banche hanno prestato soldi ai due schieramenti, incassando ingenti interessi
>
> le industrie di armi hanno venuto i loro mortali prodotti ad entrambi gli schieramenti, facendo soldi a palate
>
> hitler fu finanziato ed armato da quegli stati uniti che poi si sarebbero gloriati di avere distrutto e sconfitto la tirannia
> il giappone potè sostenere i primi due anni di guerra solo perché gli Usa fornirono all’esercito  nipponico il petrolio con cui far funzionare la sua macchina da guerra
>
> per chi fosse interessato ad approfondire questi argomenti posso fornire link e bibliografia
>
> From: Tania Pizzamiglio
> Sent: Sunday, December 12, 2010 7:01 PM
> To: disarmo at peacelink.it
> Subject: R: Finmeccanica: vendere armi in tempo di crisi
>


--
Mailing list Disarmo dell'associazione PeaceLink.
Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI: http://www.peacelink.it/mailing_admin.html
Archivio messaggi: http://lists.peacelink.it/disarmo
Area tematica collegata: http://www.peacelink.it/disarmo/index.html
Si sottintende l'accettazione della Policy Generale:
http://web.peacelink.it/policy.html