[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Esperimenti militari USA di copertura di vaste aree con aerosol - su milioni di cavie ignaredi solfuro di cadmio e zinco



NOTA BENE: il di solfuro di cadmio e zinco era considerato un agente chimico, ovvero un veleno utilizzato a scopi bellici contro il nemico, ed è noto come agente cancerogeno

Adesso documenti non piu' classificati permettono di sapere la realtà su quanto accaduto 50 anni fa; ma quello che succede adesso vogliamo aspettare altri 50 anni perché ce lo venga detto anche da fonti ufficiali? Non è meglio aprire gli occhi subito, idagare e denunciare quanto accade? Per muoverci dobbiamo aspettare che il governo affermi (magari tra 40 anni ai nostri figli e nipoti) che ci avevano avvelanti spruzzandoci addosso agenti chimici ed infettivi?

-----------------------

Operazione Dew
fonte: http://en.wikipedia.org/wiki/Operation_Dew

L'operazione consistette in tre separate prove, dal 26 Marzo fino al 21 Aprile del 1952: esperimenti progettati per verificare la possibilità di mantenere un larga copertura con una nuvola di aerosol di solfuro di cadmio e zinco rilasciato da navi della marina militare al di là della costa in modo che poi si muovesse sulla terraferma.

----------------------------

“Operation L.A.C." (Large Area Coverage - Operazione di copertura di una vasta area)

traduzione dal sito  http://en.wikipedia.org/wiki/Operation_LAC

"Operation L.A.C." (Large Area Coverage), fu un esperimento dell'esercito statunitense che fu attuato con la dispersione di particolato a base di solfuro di cadmio zinco (ZnCdS) su gran parte degli Stati Uniti. Lo scopo era quello di determinare la gamma di dispersione geografica di agenti biologici o chimici.

Precedenti prove

Esistono le prove che furono compiuti esperimenti analoghi all'"Operation L.A.C." L'esercito ha ammesso di aver diffuso agenti chimici in alcune aree del Minnesota dal 1953 fino alla metà degli anni '60 del XX secolo.

L’operazione
L'"Operation L.A.C." fu eseguita nel 1957 e nel 1958 dalla "U.S Army Chemical Corps". Principalmente, l'operazione di irrorazione coinvolse vaste aree con solfuro di zinco cadmio. La "U.S. Air Force" usò un C-119, "Flying Boxcar" per disperdere solfuro di zinco cadmio a tonnellate in atmosfera negli Stati Uniti. Il primo test fu compiuto il 2 dicembre del 1957 lungo un percorso che congiunge il Sud Dakota ad International Falls, in Minnesota.

I test furono progettati per determinare la gamma e la dispersione geografica di agenti chimici o biologici. Stazioni al suolo rilevarono le particelle di solfuro di cadmio di zinco. Durante la prima prova e successivamente, gran parte del materiale disperso finì per essere portato dal vento verso il Canada. Tuttavia, come nel caso del primo test, le particelle furono rintracciate fino a 1.200 miglia di distanza dalla zona direttamente contaminata.

Test specifici
Il 2 dicembre 1957 la nebbia chimica si propagò fino in Canada. Gli inquinanti furono anche rilevati a 1.200 miglia di distanza, in una stazione nello stato di New York.[...] Un'altra massa d'aria canadese portò la nube tossica nel Golfo del Messico. Due altri test, uno lungo un percorso da Toledo, in Ohio, ad Abilene, in Texas, ed un altro da Detroit, a Springfield, Illinois, fino a Goodland, Kansas, mostrarono che gli agenti dispersi attraverso il metodo aereo potrebbero ottenere una copertura capillare, dal momento che le particelle furono rilevate da entrambi i lati della traiettoria di volo.

Campo di applicazione

Secondo Leonard A. Cole, un documento dei "Chemical Corps" dal titolo "Sintesi dei grandi eventi e dei problemi" (1958) descrive il campo di attività dell'"Operation L.A.C." Cole ha dichiarato che il documento indica che i test sono stati la più grande operazione mai intrapresa da parte dei "Chemical Corps" e che l'area di prova si estendeva dalle Montagne Rocciose fino all'Oceano Atlantico, dal Canada al Golfo del Messico. Altre fonti descrivono diversamente il campo di applicazione di L.A.C. Queste fonti si riferiscono al Midwest degli Stati Uniti, agli Stati ad est delle Montagne Rocciose.[...]

Rischi e problemi

Esiste l'evidenza che il solfuro di zinco cadmio ha effetti nocivi per la salute. Tuttavia, uno studio del governo statunitense, dovuto alla "U.S. National Research Council" ha dichiarato: "Dopo un'esauriente indagine indipendente richiesta dal Congresso, non abbiamo trovato alcuna prova che l'esposizione a solfuro di zinco cadmio, a questi livelli, potrebbe causare patologie (sic)". Alcuni hanno accusato l'esercito di "aver trasformato letteralmente il paese in un laboratorio sperimentale".

Fonti:

1. LeBaron, Wayne. America's Nuclear Legacy, (Google Books), Nova Publishers, 1998, p. 83–84, (ISBN 1560725567). 2. Guillemin, Jeanne. Biological Weapons: From the Invention of State-Sponsored Programs to Contemporary Bioterrorism, (Google Books), Columbia University Press, 2005, p. 108, (ISBN 0231129424). 3. Novick, Lloyd F. and Marr, John S. Public Health Issues Disaster Preparedness: Focus on Bioterrorism, (Google Books), Jones & Bartlett Publishers, 2003, p. 89, (ISBN 0763725005). 4. Cole, Leonard A., The Eleventh Plague, (Google Books), Macmillan, 2002, pp. 19–23, (ISBN 0805072144). 5. Carlton, Jim. "Years Ago, The Military Sprayed Germs on U.S. Cities", Wall Street Journal, October 22, 2001, via American Patriot Friends Network, accessed November 13, 2008. 6. Leary, Warren E. "Secret Army Chemical Tests Did Not Harm Health, Report Says, The New York Times, May 15, 1997, accessed November 13, 2008. 7. Moreno, Jonathan D. Undue Risk: Secret State Experiments on Humans, (Google Books), Routledge, 2001, p. 235, (ISBN 0415928354).

Per approfondire

* Subcommittee on Zinc Cadmium Sulfide, U.S. National Research Council, Toxicologic Assessment of the Army's Zinc Cadmium Sulfide Dispersion, (Google Books), National Academies Press, 1997, (ISBN 0309057833).