[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: Costituito "Dbbiamo Fermarli" a Monfalcone (GO)



quando è che questa gente, invece di ripetere slogan vuoti costruiti dal potere che dicono di combattere,
dirà e farà qualcosa di serio?

se non si esce dall'euro, non si ritorna alla lira, ad una lira basata sulla sovranità monetaria, ovvero emessa dallo stati, esente da truffaldino signoraggio, ogni parola è vuota ed ogni rivoluzione fasulla, artefatta,

sganciamoci dal sistema invece di foraggiarlo


-----Messaggio originale----- From: glry at ngi.it
Sent: Sunday, September 25, 2011 11:19 PM
To: CSINISTRI at alex.peacelink.it
Cc: PEACELINK Disarmo ; networkAnticapital at yahoogroups.com
Subject: Costituito "Dbbiamo Fermarli" a Monfalcone (GO)


Costituito comitato "Dbbiamo Fermarli" a Monfalcone (GO): al lavoro verso l'Assemblea nazionale del 1 ottobre a Roma e verso la mobilitazione europea del 15 ottobre.

------------------- Dalla riunione degli Autoconvocati di Monfalcone (Gorizia FVG) in preparazione
dell´assemblea nazionale del 1 ottobre a Roma delle e degli aderanti
all´appello "Dobbiamo fermarli":

http://sites.google.com/site/appellodobbiamofermarli/

Noi il debito non lo paghiamo

Dobbiamo fermarli

5 proposte per un fronte comune contro il governo unico delle banche

----

Assemblea nazionale 1 ottobre, Roma

h. 9.30  Teatro Ambra Jovinelli - Via G. Pepe 43

Contro  l´Europa delle Banche
NOI IL DEBITO NON LO PAGHIAMO

Per adesioni: appello.dobbiamofermarli at gmail.com

----
RESOCONTO riunione autoconvocate/i di Monfalcone in preparazione
dell´assemblea nazionale del primo ottobre a Roma delle e degli aderanti
all´appello "Dobbiamo fermarli".


Mercoledì 21 settembre, alle ore 20.30, presso la sede dell´Associazione "A Piena Voce" di Panzano - Monfalcone (Go), si è svolta la riunione locale autoconvocata delle e dei firmatari dell´appello nazionale "Dobbiamo Fermarli", alla presenza di militanti sindacali appartenenti al sindacalismo di base e iscritte/i alla CGIL che non hanno condiviso la sottoscrizione dell´accordo interconfederale del 28 giugno scorso, unitamente ad attiviste/i
del movimento No TAV.

La discussione ha registrato il consenso delle e dei partecipanti al documento nazionale e
soprattutto ai cinque punti che ne sono l´ossatura:

1. Non pagare il debito. Colpire a fondo la speculazione finanziaria e il potere bancario.

2. Drastico taglio alle spese militari e cessazione di ogni missione di guerra.

3. Giustizia e diritti per tutto il mondo del lavoro. Basta con la precarietà.

4. I beni comuni per un nuovo modello di sviluppo.

5. Una rivoluzione per la democrazia.

In particolare rispetto al tema del debito e dello scontro di classe in atto in tutta Europa tra poteri delle banche e dei governi nazionali che operativamente stanno smantellando il sistema di garanzie dello stato sociale, dei diritti del lavoro e della partecipazione democratica, è stata condivisa la proposta che la riunione si costituisca in: Comitato "Dobbiamo fermarli", in modo da dare continuità anche a livello territoriale alla lotta contro
la crisi e chi l´ha generata.

Pertanto
il Comitato esprime solidarietà ai lavoratori in lotta della Comedil - Terex ex Fantuzzi-Reggiane di Monfalcone in lotta per la difesa del proprio posto di lavoro, nonchè dei lavoratori Fincantieri alle prese con un piano di ristrutturazione e conseguenti esuberi, e sostiene le iniziative del movimento No TAV del FVG e del Comitato Contro il Centro
Commerciale di San Canzian d´Isonzo.

Il Comitato guardando con fiducia alla piena riuscita dell´assemblea del 1° ottobre, che ormai ha superato le 1500 adesioni, si attiverà nei giorni precedenti e in quelli successivi, ad organizzare iniziative d´informazione sulla base della piattaforma nazionale, invitando al confronto le altre realtà presenti sul territorio, che muovono una critica al sistema capitalista
e alle sue evidenti distorsioni sociali.

A tale proposito condividendo la proposta dei promotori dell´assembla nazionale di Roma che ha aderito alla manifestazione del 15 ottobre p.v. contro le politiche di austerity dell´UE lanciata dagli "Indignados" spagnoli, il Comitato si attiva da subito e con spirito unitario a trovare tutte le convergenze utili al fine di dare il massimo sostegno alla mobilitazione europea e alla partecipazione di una delegazione locale alla manifestazione nazionale.

22 settembre 2011

Il Comitato "Dobbiamo fermarli" Monfalcone


-------------- fine

.
---  from : jure ellero <glry at ngi.it>
----------------------------------------------
per comunicazioni: <glry at ngi.it>
NOTIZIE LIBIA: http://news.stcom.net
Redazione "L'Unità dei Comunisti F.V.G.":
<redazione.cufvg at yahoo.it>
Indirizzo Comunisti Uniti Friuli-V.G.:
<comunistiunitifvg at yahoo.it>
Sito nazionale Comunisti Uniti:
http://www.comunistiuniti.it
----------------------------------------------


--
Mailing list Disarmo dell'associazione PeaceLink.
Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI: http://www.peacelink.it/mailing_admin.html
Archivio messaggi: http://lists.peacelink.it/disarmo
Area tematica collegata: http://www.peacelink.it/disarmo/index.html
Si sottintende l'accettazione della Policy Generale:
http://web.peacelink.it/policy.html