[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Artiglieria atomica a Udine, 1981



Nell'81, dibattuto tra disertare o no, ho optato per sottostare agli obblighi di Patria. 
Pendeva 
a favore della Repubblica l'istituzione Esercito di leva, entro la quale si muovevano 
pure 
forze democratiche, come pure però anche Ordine nuovo, molto attivo qui in Friuli-V.G., 
ed 
il mio colonnello si rivelò poi esserne esponente di rilievo. Conoscendo il mio già 
evidente 
orientamento politico, pensò bene di informarmi nei limiti necessari della cosa, e di 
usarmi 
costantemente nelle scorte notturne ai carichi dalle polveriere di mezza Italia, quando 
spesso venivano assaltate dalle residue frange delle B.R. La mia caserma di Udine 
ospitava 
l'artiglieria pesante semovente, agli ordini NATO: cannoni semoventi cingolati lunghi 20 
metri, residuati USA della guerra di Corea riadattati, capaci di sparare ogive atomiche 
fino a 
24-30 Km. Non ho mai saputo dove fossero custodite le cariche, ma c'erano, ci dovevano 
pur essere. Dopo poco sono riuscito a farmi passare per pazzo e son tornato a vita 
civile. I 
veri pazzi son rimasti là a finire la naja tra pasticche e alcool. 

Jure

On 21 Aug 2012 at 20:56, compax at inwind.it wrote:

> Come da mio post, non volevo qui aprire un dibattito sulla secessione
> slovena, sulla quale ovviamente ci sarebbe tanto da dire e ridire, ma
> sulla curiosa affinità tra la presenza di bunker antiatomici a Nova
> Gorica e la vox populi in base alla quale in caso di (ipotetica)
> invasione del patto di Varsavia della (indifendibile) soglia di
> Gorizia, la Nato avrebbe fatto brillare delle mine atomiche piazzate a
> ridosso del comfine. Mine delle quali si è periodicamente sentito
> parlare, ma sulla presenza delle quali non ci sono a mia conoscenza
> notizie certe. Vero è che la militarizzazione estrema del confine
> orientale negli anni della guerra fredda, avrebbe teoricamente
> permesso di seminareordigni atomici sul territorio, senza sollevare
> problemi di sorta. La gente era completamente all'oscuro degli effetti
> della radioattività. Ma sarebbe estremamente interessante trovare
> altre tracce concrete di tutto questo, che la presenza dei bunker
> antiatomici a Nova Gorica lascia supporre esistano. Alessandro


.  
---  from : jure ellero <glry at ngi.it> 
----------------------------------------------

NOTIZIE SIRIA-LIBIA: 
http://www.sibialiria.org 
 
RESISTENZA PARTIGIANA - un nuovo portale:  
http://www.diecifebbraio.info 
 
Indirizzo Comunisti Uniti Friuli-V.G.: 
<comunistiunitifvg at yahoo.it> 
Sito nazionale Comunisti Uniti: 
http://www.comunistiuniti.it 
----------------------------------------------