[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

Re: R: Le spese pazze della Difesa



Mi spiace ma la vediamo in modo diverso: per me conta quello che uno fa, non come appare. Un ragazzo vestito così potrebbe essere molto più nonviolento e antimilitarista di una persona in borghese, vedi ad esempio alcuni carabinieri. L'esercito riesce a imporre le divise come moda e allora? Questo non giustifica nella testa delle persone la sua esistenza, più facile agitare lo spettro del "terrorismo" o altre minacce che nulla hanno a che fare con le missioni all'estero. La cultura militare secondo me va vista più per questo, non per estetica, altrimenti, per usare un altro esempio, potremmo criminalizzare i coltelli perchè sono un arma per uccidere e poi quando si tratta di andare a cena però dovremmo arrangiarci con la sola forchetta. ;-)
Davide

Il 10/05/2013 7.03, Mariangela Mombelli ha scritto:
Davide, bisogna andare "oltre" le persone e cercare di comprendere ed
*essere contro* le logiche che stanno dietro, quelle che fanno "cultura"
e che si sono servite DA SEMPRE di chi non sta tanto a riflettere su
come va il mondo, che si tratti di ragazzi o di gente cresciuta, per
orchestrare una certa idea di società. O abbiamo chiaro questo, oppure è
inutile che ci chiediamo il perché delle spese militari...
Mariangela


Il giorno 09 maggio 2013 19:28, Davide Bertok <davide at bertok.it
<mailto:davide at bertok.it>> ha scritto:

    Cerchiamo di distinguere ex-ministri da ragazzi che semplicemente
    vestono per moda senza pensare minimamente al significato
    "originario" di quei abiti.
    A me sembra di vedere i discorsi di una volta sui ragazzi che
    mettevano l'orecchino, tenevano i capelli lunghi, vestivano
    giubbotti con borchie e magari ascoltavano anche musica metal!
    Non sto dicendo che in mezzo non ci siano degli "invasati" militari
    ma ho visto troppe volte dei luoghi comuni sul modo di "apparire"
    delle persone, scusate!
    Davide

    Il 09/05/2013 9.00, Sebastiano Cosenza ha scritto:

        Hai ragione Mariangela ,  la  “ cultura”  del militarismo si
        alimenta
        anche  dalle mode e  dalla ostentazione  di feticci  . Chi  si
        abbiglia   in militaresco , anche inconsapevolmente,  ubbidisce
        a una
        logica  sponsorizzata  dai vertici militari. Non a caso,   ex
        ministri
        della difesa   si presentavano  alle telecamere  con giubbotti
          delle
        frecce tricolori .

        sebastiano

        *Da:*disarmo-request@__peacelink.it
        <mailto:disarmo-request at peacelink.it>
        [mailto:disarmo-request@__peacelink.it
        <mailto:disarmo-request at peacelink.it>]
        *Per conto di *Mariangela Mombelli
        *Inviato:* giovedì 9 maggio 2013 07:11
        *A:* disarmo at peacelink.it <mailto:disarmo at peacelink.it>
        *Oggetto:* Re: Le spese pazze della Difesa


        E infatti il mio non era un giudizio sulle persone che indossano
        abiti
        in stile militare, ma sulla "scelta" di lanciare lo stile
        militare da
        parte di chi orienta la moda e quindi influenza i nostri
        comportamenti,
        non certo inducendoci a prendere il bazooka e a sparare, ma ad
        andare in
        giro vestiti come i militari in Afghanistan sì!  E poiché per me
        disarmo
        vuol realmente dire promuovere una cultura di pace, trovo sia un
        ossimoro parlare, in senso lato, di disarmo vestiti da militari! Poi
        ognuno fa quello che vuole, ma a noi che abbiamo scelto di
        iscriverci ad
        una mailing list che si chiama "disarmo" di un sito che si chiama
        "pacelink", forse è chiesta una riflessione un momentino più
        profonda
        sulla "comunicazione", che non vuole assolutamente dire giudicare le
        persone.

        Mariangela

        (Bologna)

        Il giorno 08 maggio 2013 18:02, Davide Bertok <davide at bertok.it
        <mailto:davide at bertok.it>
        <mailto:davide at bertok.it <mailto:davide at bertok.it>>> ha scritto:


        Io ti invito solo a non giudicare le persone dalle apparenze: a
        volte
        non sempre quello che sembra è scontato come si crede. (e parlo in
        generale) :-)
        Davide

        Il 08/05/2013 8.03, Mariangela Mombelli ha scritto:

        E' una questione di cultura, di pratiche culturali e di ciò che esse
        producono: di fatto la moda è un "modello di comportamento
        imposto da
        individui, o gruppi di prestigio, o creatori di stile" (dal Sabini
        Coletti).
        E quello militare è uno "stile" inequivocabile. Non è certo una
        maglietta indossata che ti fa imbracciare le armi, ma mi è difficile
        pensare ad una cultura di pace promossa a suon di abiti e gadget
        vari in
        stile militare!
        Mariangela


        Il giorno 07 maggio 2013 19:25, Davide Bertok <davide at bertok.it
        <mailto:davide at bertok.it>
        <mailto:davide at bertok.it <mailto:davide at bertok.it>>

        <mailto:davide at bertok.it <mailto:davide at bertok.it>
        <mailto:davide at bertok.it <mailto:davide at bertok.it>>>> ha scritto:




              Finchè è una moda non mi pare un problema, non è con una tuta
              mimetica che uccidi le persone.
              Altrimenti possiamo anche criminalizzare il Risiko (e qualcuno
              ricordo che l'aveva fatto!!) solo perchè è un gioco di guerra.
              Tirare dei dadi non significa che una volta alzati dal tavolo
              qualcuno vorrà imbracciare un fucile o guidare un
        carrarmato contro
              qualcuno altro...
              Davide

              Il 07/05/2013 7.10, Mariangela Mombelli ha scritto:

                  Volevo porre una riflessione sulla moda militare che sta
                  avanzando a pié
                  sospinto, non solo felpe e pantaloni, ma anche ballerine,
                  sottovesti e
                  mutande, sciarpe, borse e zainetti,  in stile
        mimetica, in una
                  sorta di
                  lenta e sudola, ma neanche tanto, militarizzazione delle
                  coscienze...,
                  in perfetta linea con la "digitalizzazione" dei soldati...
                  Forse una riflessione in questo senso non sarebbe male...
                  Mariangela


                  Il giorno 06 maggio 2013 09:41, maurilio orione
                  <maurilio.orione at gmail.com
        <mailto:maurilio.orione at gmail.com>
        <mailto:maurilio.orione@gmail.__com
        <mailto:maurilio.orione at gmail.com>>
        <mailto:maurilio.orione@gmail.__com
        <mailto:maurilio.orione at gmail.com>
        <mailto:maurilio.orione@gmail.__com
        <mailto:maurilio.orione at gmail.com>>>

                  <mailto:maurilio.orione@gmail
        <mailto:maurilio.orione@gmail>. <mailto:maurilio.orione@gmail
        <mailto:maurilio.orione@gmail>.__>__com


                  <mailto:maurilio.orione@gmail.__com
        <mailto:maurilio.orione at gmail.com>

        <mailto:maurilio.orione@gmail.__com
        <mailto:maurilio.orione at gmail.com>>>>> ha scritto:


                       Bisogna fare un comunicato, dircelo tra di noi ci
        consola!
                       maurilio


                       Il giorno 06 maggio 2013 08:00, Alessandro Marescotti
                       <a.marescotti at peacelink.it
        <mailto:a.marescotti at peacelink.it>
        <mailto:a.marescotti@__peacelink.it
        <mailto:a.marescotti at peacelink.it>>
                  <mailto:a.marescotti@__peacelink.it
        <mailto:a.marescotti at peacelink.it>
        <mailto:a.marescotti@__peacelink.it
        <mailto:a.marescotti at peacelink.it>>>

                  <mailto:a.marescotti@ <mailto:a.marescotti@>
        <mailto:a.marescotti@ <mailto:a.marescotti@>>__peacel__ink.it
        <http://peacelink.it>
        <http://peacelink.it>


                  <mailto:a.marescotti@__peacelink.it
        <mailto:a.marescotti at peacelink.it>

        <mailto:a.marescotti@__peacelink.it
        <mailto:a.marescotti at peacelink.it>>>>> ha

                       scritto:

                           Un miliardo per comprare altri satelliti spia
        militari, 800
                           milioni per un missile che non verra' mai
        prodotto. E
                  ben 22
                           miliardi per digitalizzare l'esercito.

                           Inchiesta dell'Espresso (in edicola) su eccessi e
                  sprechi delle
                           Forze Armate.

        www.peacelink.it <http://www.peacelink.it>
        <http://www.peacelink.it> <http://www.peacelink.it>
        <http://www.peacelink.it>




                           --
                           Mailing list Disarmo dell'associazione PeaceLink.
                           Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI:

        http://web.peacelink.it/____mailing_admin.html
        <http://web.peacelink.it/__mailing_admin.html>
                  <http://web.peacelink.it/__mailing_admin.html
        <http://web.peacelink.it/mailing_admin.html>>
                           Archivio messaggi:
        http://lists.peacelink.it/____disarmo
        <http://lists.peacelink.it/__disarmo>


                  <http://lists.peacelink.it/__disarmo
        <http://lists.peacelink.it/disarmo>>
                           Area tematica collegata:

        http://www.peacelink.it/____disarmo
        <http://www.peacelink.it/__disarmo>
        <http://www.peacelink.it/__disarmo
        <http://www.peacelink.it/disarmo>>


                           Si sottintende l'accettazione della Policy
        Generale:

        http://web.peacelink.it/____policy.html
        <http://web.peacelink.it/__policy.html>


                  <http://web.peacelink.it/__policy.html
        <http://web.peacelink.it/policy.html>>




                       --
                       Nota di riservatezza: Questo messaggio potrebbe
        contenere
                  opinioni
                       personali le quali non costituiscono impegni o
        posizioni
                  ufficiali a
                       meno che cio' sia diversamente indicato. Il presente
        messaggio,
                       corredato degli eventuali relativi allegati, contiene
                  informazioni
                       da considerarsi strettamente riservate ai sensi
        della vigente
                       normativa in materia di protezione dei dati
        personali, ed e'
                       destinato esclusivamente al destinatario(i) sopra
        indicato.
                  Chiunque
                       ricevesse questo messaggio per errore o comunque lo
                  leggesse senza
                       esserne legittimato e' avvertito che trattenerlo,
        copiarlo,
                       divulgarlo, distribuirlo a persone diverse dal
        destinatario e'
                       severamente proibito, ed e' pregato di rinviarlo
                  immediatamente al
                       mittente distruggendone l'originale. Grazie.





              --
              Mailing list Disarmo dell'associazione PeaceLink.
              Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI:

        http://web.peacelink.it/____mailing_admin.html
        <http://web.peacelink.it/__mailing_admin.html>
              <http://web.peacelink.it/__mailing_admin.html
        <http://web.peacelink.it/mailing_admin.html>>
              Archivio messaggi: http://lists.peacelink.it/____disarmo
        <http://lists.peacelink.it/__disarmo>
              <http://lists.peacelink.it/__disarmo
        <http://lists.peacelink.it/disarmo>>
              Area tematica collegata:
        http://www.peacelink.it/____disarmo
        <http://www.peacelink.it/__disarmo>


              <http://www.peacelink.it/__disarmo
        <http://www.peacelink.it/disarmo>>
              Si sottintende l'accettazione della Policy Generale:

        http://web.peacelink.it/____policy.html
        <http://web.peacelink.it/__policy.html>
              <http://web.peacelink.it/__policy.html
        <http://web.peacelink.it/policy.html>>




        --
        Mailing list Disarmo dell'associazione PeaceLink.
        Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI:
        http://web.peacelink.it/__mailing_admin.html
        <http://web.peacelink.it/mailing_admin.html>
        Archivio messaggi: http://lists.peacelink.it/__disarmo
        <http://lists.peacelink.it/disarmo>
        Area tematica collegata: http://www.peacelink.it/__disarmo
        <http://www.peacelink.it/disarmo>
        Si sottintende l'accettazione della Policy Generale:
        http://web.peacelink.it/__policy.html
        <http://web.peacelink.it/policy.html>

        Nessun virus nel messaggio.
        Controllato da AVG - www.avg.com <http://www.avg.com>
        <http://www.avg.com>

        Versione: 2013.0.3272 / Database dei virus: 3162/6308 - Data di
        rilascio: 08/05/2013




    --
    Mailing list Disarmo dell'associazione PeaceLink.
    Per ISCRIZIONI/CANCELLAZIONI:
    http://web.peacelink.it/__mailing_admin.html
    <http://web.peacelink.it/mailing_admin.html>
    Archivio messaggi: http://lists.peacelink.it/__disarmo
    <http://lists.peacelink.it/disarmo>
    Area tematica collegata: http://www.peacelink.it/__disarmo
    <http://www.peacelink.it/disarmo>
    Si sottintende l'accettazione della Policy Generale:
    http://web.peacelink.it/__policy.html
    <http://web.peacelink.it/policy.html>