[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

La guerra contro la Siria, la democrazia americana, le bugie e le armi



I sondaggi mostrano che circa il 9 per cento degli americani sostiene gli attacchi militari contro la Siria. Questi salgono a solo il 25 per cento se si dimostra che il regime siriano di Bashar al-Assad ha usato armi chimiche, come la propaganda degli Stati Uniti e dei suoi alleati vogliono far credere.

http://www.wsws.org/en/articles/2013/08/31/pers-a31.html


USA vuole andare in guerra contro la Siria sulla base di bugie

L'intera operazione viene preparata in disprezzo del diritto internazionale, dei processi democratici e dell'opinione pubblica americana. Ciò è stato reso abbondantemente chiaro nella presentazione di Kerry consegnata dal Dipartimento di Stato venerdì pomeriggio. Nel riassumere le sue conclusioni, il rapporto ammette che la sua "valutazione" cade "a corto di conferma", promettendo, "Continueremo a cercare informazioni aggiuntive per colmare le lacune nella nostra comprensione di ciò che è accaduto."

http://www.wsws.org/en/articles/2013/08/31/syri-a31.html


Chi fornisce armi alle parti in guerra in Siria?

17 luglio 2013

Il parlamento brittanico ha detto che la Gran Bretagna ha concesso l'esportazioni di  licenze militari per miliardi di sterline nei paesi come la Siria, l'Iran e la Libia, nonostante si sia dichiarata preoccupata sul rispetto dei diritti umani in quei paesi.

In un rapporto critico, le commissioni del Parlamento sul controllo delle esportazioni di armi ha detto che la Gran Bretagna aveva approvato licenze per l'esportazione di armi verso 27 paesi per un valore di 18,6 miliardi di dollar), mettendo in evidenza il "conflitto intrinseco" tra la sua politica di esportazione di armi e la sua politica dei diritti umani.

http://www.reuters.com/article/2013/07/17/us-britain-arms-exports-idUSBRE96G0Q520130717


Chi fornisce armi alle parti in guerra in Siria?

Una delle questioni chiave del conflitto siriano negli ultimi due anni è stata la fornitura di armi a entrambe le parti, che ha continuato ad andare ai combattimenti.

Il governo è stato in grado di contare su un flusso costante di armi dai suoi alleati stranieri, mentre i ribelli hanno ricevuto armi e aiuti non letali in un modo più clandestino. Ecco uno sguardo a dove il sostegno militare proviene.