[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Disarmo] R: RE: R: Re: R: R: R: Fincantieri, il declino del settore militare



in questo caso il gioco è ancora più sporco:

Fincantieri: Petrone, mezzo navale al centro consiglio europeo difesa

(ASCA) - Roma, 18 ott - ''Il prossimo consiglio europeo di difesa procedera' 
su tre filoni, la sicurezza dei paesi, e in agenda la sicurezza marittima 
occupa il posto numero uno, la messa a contributo comune dei bilanci della 
difesa e la cooperazione rafforzata nel contesto di un sistema integrato.I tre 
filoni conducono tutti inevitabilmente alla costruzone di navi militari''. E' 
quanto ha affermato il presidente di Fincantieri, l'ambasciatore Vincenzo 
Petrone, in audizione alla IV commissione difesa della Camera. Per Petrone ''la 
scelta che l'Italia si trovera' a fare sara' semplicissima: o le navi le 
facciamo noi o le compriamo dagli altri. Sarebbe bene che il nostro valore lo 
tenessimo in casa''. Petrone, ricordando come ''negli ultimi 40 anni tutte le 
criticita' emerse nel Mediterraneo hanno riguardato direttamente l'Italia'', ha 
detto che le navi italiane in questo scenario sono state ''primo baluardo della 
difesa europea, centro, inizio e fine dell'impegno italiano''. ''Se questo e' 
il profilo di difesa europeo che si sta preparando - ha aggiunto il presidente 
di Fincantieri - nel consiglio di dicembre indubbiamente il mezzo navale sara' 
al centro. Ci sono fondi per la ricerca in Horizon 2020, per fare ricerca e 
innovazione ci vogliono pero' le societa' capaci e Fincantieri e' una di 
queste''. gbt 



>----Messaggio originale----
>Da: paolo_bertagnolli at hotmail.com
>Data: 18/10/2013 11.26
>A: "disarmo pacelink"<disarmo at peacelink.it>
>Ogg: RE: [Disarmo] R: Re: R: R: R: Fincantieri, il declino del settore 
militare
>
>La solita bugia. che le spese militari creino occupazione!
>Investimenti nella scuola, nella sanità, danno, nel tempo, molti più posti di 
lavoro e crescita sociale: gli investimenti in armi procurano solo disparità e 
violenza.
>Paolo Bertagnolli
>
>
>________________________________
>> Date: Thu, 17 Oct 2013 23:32:25 +0200 
>> From: rossana123 at libero.it 
>> To: disarmo at peacelink.it 
>> Subject: [Disarmo] R: Re: R: R: R: Fincantieri, il declino del settore  
>> militare 
>>  
>>  
>> probabilmente chi ha scritto l'articolo sul Fatto non ha capito alcune  
>> cose. Forse questo articolo aiuta: 
>>  
>> Legge stabilita': Uilm, preoccupati per fondi Marina Militare 
>>  
>> (ASCA) - Roma, 17 ott - ''Se da un lato esprimiamo soddisfazione per lo  
>> stanziamento nella legge di stabilita' di tre contributi ventennali  
>> (pari a 80 milioni di euro a decorrere dall'anno 2014, di 120 milioni  
>> di euro a decorrere dall'anno 2015 e di 140 milioni di euro a decorrere  
>> dall'anno 2016) per l'ammodernamento dalla flotta navale della Marina  
>> Militare, dall'altro lato esprimiamo estrema preoccupazione per il  
>> possibile inserimento, all'ultimo istante, di una clausola che  
>> consentirebbe di stornare i suddetti fondi verso programmi di altra  
>> natura e a carattere internazionale''. Lo afferma, in una nota, Mario  
>> Ghini, segretario nazionale della Uilm sottolineando che ''la clausola  
>> in questione modificherebbe il testo in un provvedimento sorretto da  
>> finanziamenti a pioggia per scopi elettorali''. Secondo Ghini ''in  
>> questo particolare momento e' necessario concentrare le poche risorse  
>> disponibili in settori che possano contribuire a rilanciare  
>> l'occupazione e lo sviluppo dell'intero settore navalmeccanico,  
>> cantieristico e dell'indotto ad esso collegato. Come sindacato ci  
>> troviamo di fronte a una Legge di Stabilita' che e' debole per i pochi  
>> interventi rivolti alla crescita industriale,alla salvaguardia del  
>> lavoro e dell'occupazione''. Per il sindacalista ''non si possono  
>> mettere in discussione anche le poche cose buone come il finanziamento  
>> alla flotta della Marina militare. Contrasteremo con determinazione  
>> quanti, per meri giochi di palazzo o elettorali, vogliono impedire al  
>> Paese di ripartire. Si tratta di una posizione ufficiale che ribadiremo  
>> domani a Genova, nel corso del convegno su ''Pil: economia del mare e  
>> industria, sinergie e sistemi' dove saranno presenti esponenti del  
>> governo e il Capo di Stato maggiore della Marina militare Giuseppe De  
>> Giorgi''. 
>>  
>>  
>>  
>> Lista Disarmo Per iscriversi o cancellarsi dalla lista:  
>> http://www.peacelink.it/mailing_admin.html                                     
>
>Lista Disarmo
>Per iscriversi o cancellarsi dalla lista:
>http://www.peacelink.it/mailing_admin.html