[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Disarmo] Datagate: “informazioni sensibili riguardanti le operazioni d'intelligence degli Usa e di altri Stati a danno di Iran, Russia e Cina”



I funzionari Usa stanno mettendo in guardia i servizi d'intelligence di alcuni Stati esteri, informandoli che l'ex contractor della sicurezza nazionale Usa, Edward Snowden, “dispone di documenti riservati riguardanti la loro collaborazione alle operazioni segrete condotte dagli Stati Uniti”. Come riporta la “Washington Post”, Snowden, che dopo aver scatenato lo scandalo “datagate” ha trovato rifugio in Russia, disporrebbe ancora di “decine di migliaia di documenti”. Gli incartamenti includerebbero “informazioni sensibili riguardanti le operazioni d'intelligence degli Usa e di altri Stati a danno di Iran, Russia e Cina”. Alcuni documenti conterrebbero “le prove di una collaborazione fra gli Stati Uniti e Paesi ufficialmente non allineati alla prima Potenza mondiale”. Uno dei documenti, sostiene il quotidiano Usa, “contiene le prove di un programma d'intelligence condotto da un Paese della Nato ai danni della Russia, e che avrebbe fornito informazioni inestimabili alla Marina e all'Aviazione statunitensi”. Stando a fonti governative anonime, la maggior parte dei circa 30mila documenti sottratti da Snowden agli archivi segreti Usa “non riguardano le operazioni di spionaggio della Sicurezza nazionale (Nsa), ma intelligence militare sulle capacità militari di Stati terzi, inclusi sistemi d'arma, missili, navi e aerei da combattimento”. Per Washington, il timore più grande è che “le rivelazioni alla stampa non soltanto minino le capacità di raccolta delle informazioni, ma soprattutto danneggino i programmi che dipendono dalla collaborazione” con gli Stati alleati. Le recenti indiscrezioni riguardanti le intercettazioni telefoniche a danno del cancelliere tedesco Angela Merkel sembrano confermare i timori di Washington. Ieri, infatti, i funzionari di Berlino hanno lanciato un'indagine ufficiale volta ad accertare la portata delle attività spionistiche Usa, avvertendo che lo scandalo potrebbe portare a interrompere la collaborazione antiterroristica fra Stati Uniti ed Europa.

http://www.washingtonpost.com/world/national-security/officials-alert-foreign-services-that-snowden-has-documents-on-their-cooperation-with-us/2013/10/24/930ea85c-3b3e-11e3-a94f-b58017bfee6c_print.html