[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Disarmo] ultime sul nucleare - 21 novembre 2013



1) I colloqui in corso a Ginevra tra i 5+1 e l'Iran: l'accordo, nonostante l'opposizione di Israele di cui si è fatta portavoce la Francia, sembra a portata di mano ma il punto critico che rischia di farlo saltare è il diritto all'arricchimento dell'uranio (21 novembre 2013)

Vai alla URL: http://www.repubblica.it/esteri/2013/11/21/news/iran_nucleare-71544847/

2) Inchiesta del Corriere della Sera (20 novembre 2013): "Ecco dove finiranno le scorie radioattive dell'Italia". Via alle procedure per stoccare 90.000 metri cubi. I residui delle centrali ora in Francia, Regno Unito e Svezia. (Non viene citato il trasferimento in Germania del plutonio di Ispra - ndr).

Le scorie ad alta attività occupano 15.000 metri cubi ma sono responsabili del 90% della radioattività emessa. La Sogin dovrà individuare il sito del deposito unico nazionale in una struttura di superficie che dovrà resistere per 200 anni. Tale sito dovrà ospitare le scorie a bassa e media attività (in modo permanente), e per qualche decennio quelle ad alta attività, in attesa di trasferirle a un fantomatico deposito europeo di profondità.

Vai alla URL: http://www.corriere.it/cronache/13_novembre_20/spazzatura-nucleare-ecco-dove-finiranno-scorie-9994e9a0-51ac-11e3-a289-85e6614cf366.shtml

3) La "Civiltà dell'Amore", in accordo col Sacro Convento di Assisi, insiste nel proporre la riconversione dell'uranio delle testate in combustibile per le centrali "civili". Convegno ad Assisi (20 novembre 2013).

Vai alla URL: http://www.mepradio.it/index.php?option=com_content&task=view&id=7020&Itemid=1