[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

[Disarmo] Russia, missili per testate atomiche al confine con l'Ue



Per la Bild Mosca ha schierato le armi nucleari a Kaliningrad. Berlino è a soli 
500 chilometri di distanza.

La Russia avrebbe installato diverse batterie di missili a corto raggio 
Iskander-M per testate atomiche al confine con l'Unione europea, in risposta al 
progetto di scudo anti-missile in Europa.
A scriverlo il 14 dicembre è stato il quotidiano tedesco Bild citando «fonti 
di sicurezza».
A KALININGRAD. Secondo il sito web del giornale Vladimir Putin avrebbe dato 
seguito «alla sua minaccia e risposto allo scudo antimissile europeo» 
stanziando «diversi missili a corto raggio (gli SS-26 Stone, nel codice Nato) 
vicino al confine polacco nell'enclave russa di Kaliningrad.
Per il tabloid immagini segrete di satelliti mostrerebbero la presenza di un 
«numero a due cifre» di tali missili sia a Kaliningrad sia lungo il confine 
russo col Baltico (Estonia, Lettonia e Lituania).
BERLINO NEL MIRINO? Da quanto riferito dalla Bild, citando «fonti della 
sicurezza», verosimilmente i servizi tedeschi, lo schieramento dei missili 
russi al confine con l'Europa sarebbe avvenuto nel corso degli ultimi 12 mesi.
Gli SS-26, ha scritto il giornale, possono essere armati sia con armi 
convenzionali sia con testate nucleari. Hanno una gittata di circa 500 
chilometri e coprono per cui tutta la Polonia e possono raggiungere in teoria 
anche Berlino: in linea d'aria la distanza fra Kalinigrad, dove sono schierate 
parte delle batterie, e Berlino è di 527 chilometri, ha precisato la Bild.
Il titolo della Bild online a grandi caratteri è «Putin schiera missili per 
testate atomiche» ai confini con l'Europa. «Ritorna la guerra fredda?», recita 
il sottotitolo.

Sabato, 14 Dicembre 2013 
http://www.lettera43.it/cronaca/russia-missili-per-testate-atomiche-al-confine-
con-l-ue_43675115859.htm